Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Prove comuni, sono obbligatorie? Contatti
Ultimi argomenti
» Aumenti stipendiali, riflessioni
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyOggi alle 1:21 am Da mordekayn

» Problema con il contratto... avrei bisogno di un consiglio!
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyOggi alle 12:55 am Da mordekayn

» ferie docenti a TD
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyOggi alle 12:25 am Da mordekayn

» assenza del docente di sostegno
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyIeri alle 11:59 pm Da mordekayn

» Quota 100 e posti disponibili
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyIeri alle 11:43 pm Da Violaxxx

» Organici A.S. 2019/2020
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyIeri alle 11:38 pm Da Violaxxx

» ultima data utile quota 100
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyIeri alle 11:36 pm Da Violaxxx

» Certificazione 24Cfu
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyIeri alle 11:24 pm Da Sabry87

» A027-Lazio
Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyIeri alle 11:23 pm Da Sabry87

Link sponsorizzati

Condividi
 

 Prove comuni, sono obbligatorie?

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
bomaria

bomaria

Messaggi : 324
Data d'iscrizione : 26.07.12

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyGio Gen 17, 2019 8:00 pm

Durante l'anno nella mia scuola la Dirigenza impone lo svolgimento di prove comuni elaborate e condivise dal dipartimento di matematica. Il problema è che ognuno di noi, essendo le classi tutte diverse per esigenze e apprendimento, può avere approfondito alcune parti o trovarsi a non avere affrontato certe cose. Per poter far svolgere la prova comune alla classe, quindi, il rischio è di dovere stravolgere il proprio lavoro col rischio che venga a mancare quella calma e quella serenità che solo il docente della classe, conoscendo i suoi alunni, può garantire rallentando lo svolgimento di alcuni argomenti ed accelerandone altri (su cui si sono seminate le basi prima). Possono impormi lo svolgimento di una prova comune? E se si, sono libera di riadattarla alle esigenze della mia classe? Se le colleghe scoprissero che ho svolto una prova un po' diversa dalla loro (ovviamente tarata su quelle che sono le potenzialità ed i punti di forza degli scolari) possono farmi richiamare dalla Dirigenza? Cosa rischio? C'è una normativa in merito che chiarisca inequivocabilmente l'obbligo o il non obbligo di fare queste prove parallele tra le classi della scuola? Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.
Torna in alto Andare in basso
Cozza

Cozza

Messaggi : 9795
Data d'iscrizione : 08.11.10

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyGio Gen 17, 2019 8:58 pm

fare una prova comune riadattandola alla propria classe mi pare abbastanza inutile...
più che altro...ma queste prove comuni sono state votate in collegio? alle medie non ne ho mai sentito parlare, si fanno già quelle invalsi che bastano e avanzano...
Torna in alto Andare in basso
Gianfranco

Gianfranco

Messaggi : 5642
Data d'iscrizione : 28.09.09

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyGio Gen 17, 2019 9:03 pm

Lo ha imposto la dirigenza o lo avete deciso in collegio? Solitamente si tratta di pratiche, espressione della libertà di insegnamento, decise in sede di programmazione collegiale all'inizio dell'anno e/o inserite nel ptof. Non può essere imposto dalla dirigenza. Del resto, l'unico modo per svolgere prove comuni per classi parallele, è pianificarle e concordarle in dipartimento.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3555
Data d'iscrizione : 05.08.11

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 12:07 am

A me è capitato di doverle svolgere, in una occasione. Non è possibile "tararle" sulle proprie classi, perché, come scritto anche da gianfranco, si pianificano e concordano in sede di dipartimento. E si stabilisce di comune accordo anche la data in cui si svolgeranno, da comunicare a  tutti gli altri docenti.
Il rischio (perché appunto i livelli di apprendimento variano anche di molto, a volte) è che si adattino a tutte le classi, rivedendole "al ribasso" in termini di difficoltà, e dunque in fondo sarebbero inutili, o al più sono utili per alzare voti troppo bassi, somministrando prove molto semplici.
A margine, devo constatare come anche in questi casi di semplificazione estrema, gli errori fioccano come neve d'inverno.

In una scuola dove sono stata, si sono tenute le riunioni di tutti i dipartimenti nella stessa giornata, e si sono svolte per alcune discipline (italiano, matematica, lingue); in un'altra solo matematica e italiano, mentre lingue no. Non so dire se fosse previsto così in sede di collegio, o se i docenti di lingue abbiano agito contravvenendo alle decisioni prese.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 12:59 am

bomaria ha scritto:
Durante l'anno nella mia scuola la Dirigenza impone lo svolgimento di prove comuni elaborate e condivise dal dipartimento di matematica. Il problema è che ognuno di noi, essendo le classi tutte diverse per esigenze e apprendimento, può avere approfondito alcune parti o trovarsi a non avere affrontato certe cose. Per poter far svolgere la prova comune alla classe, quindi, il rischio è di dovere stravolgere il proprio lavoro col rischio che venga a mancare quella calma e quella serenità che solo il docente della classe, conoscendo i suoi alunni, può garantire rallentando lo svolgimento di alcuni argomenti ed accelerandone altri (su cui si sono seminate le basi prima). Possono impormi lo svolgimento di una prova comune? E se si, sono libera di riadattarla alle esigenze della mia classe? Se le colleghe scoprissero che ho svolto una prova un po' diversa dalla loro (ovviamente tarata su quelle che sono le potenzialità ed i punti di forza degli scolari) possono farmi richiamare dalla Dirigenza? Cosa rischio? C'è una normativa in merito che chiarisca inequivocabilmente l'obbligo o il non obbligo di fare queste prove parallele tra le classi della scuola? Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.

Ne' il dirigente ne' il dipartimento possono importi lo svolgimento di una prova comune.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 7:29 am

L' articolo 33 della Costituzione, l' articolo 13 della Carta Europea dei Diritti , gli articoli 1 e 395 del Testo Unico del 1994,l' articolo 7 comma 2 del Decreto Legislativo 165/2001, persino la legge 107( dove parla di opzione di minoranza), tutelano la liberta' di insegnamento .

Se il dirigente o il dipartimento( di solito la differenza e' solo formale) cercano di imporre programmazione e prove comuni( le due cose sono collegate) violano il principio della liberta' d' insegnamento .

Se la collega verrà richiamata dal dirigente potrà far valere questo principio. Verosimilmente non subirà ritorsioni " ufficiali", ma potrebbero cercare di renderle la vita difficile.



Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 7:35 am

Gianfranco ha scritto:
Lo ha imposto la dirigenza o lo avete deciso in collegio? Solitamente si tratta di pratiche, espressione della libertà di insegnamento, decise in sede di programmazione collegiale all'inizio dell'anno e/o inserite nel ptof. Non può essere imposto dalla dirigenza. Del resto, l'unico modo per svolgere prove comuni per classi parallele, è pianificarle e concordarle in dipartimento.

Lo sai che le due cose di fatto coincidono quasi sempre. Comunque dovrebbe essere chiaro che per libertà di insegnamento si deve ancora intendere la libertà del singolo docente non del dipartimento.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 10.01.19

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 9:05 am

Formalmente nessuno ti può imporre prove standard parallele . Tieni però conto che prima o poi nella vita, scolastica e non, i ragazzi dovranno affrontare prove standardizzate, oggettive, corrette in maniera fredda e inequivocabile:dall invalsi (Che spero vivamente non venga mai abolito), alle prove di maturità e via discorrendo.
Pertanto dovrai gradualmente "svezzare " i tuoi alunni abituandoli che non sempre si può dar loro la pappa pronta, personalizzata valutandoli solo su cio che a loro riesce meglio e piace di più (ciò che tu chiami punti di forza e potenzialità)
Pertanto valuta un attimo ma non rifiutare a priori delle prove che dovrebbero certificare in maniera maggiormente oggettiva il livello raggiunto dalle varie classi
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1658
Data d'iscrizione : 31.10.17

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 9:47 am

balanzoneXXI ha scritto:
L' articolo 33 della Costituzione, l' articolo  13 della Carta Europea dei Diritti , gli articoli 1 e 395 del Testo Unico del 1994,l' articolo 7 comma 2 del Decreto Legislativo  165/2001, persino la legge 107( dove parla di opzione  di minoranza), tutelano la liberta' di insegnamento .

Se il dirigente o il dipartimento( di solito la differenza e' solo formale)

Nella mia esperienza è esattamente il contrario: il dipartimento è uno dei POCHISSIMI ambiti rimasti in cui si riesce ancora a fare un po' di muro contro i tentativi di imposizione dei dirigenti (peraltro, con grossa differenza con quello che succede nel collegio plenario).

In ogni caso, sono favorevole alle prove comuni, almeno per le materie fondamentali di indirizzo che saranno alle prove scritte d'esame. Basta che siano davvero COMUNI, ossia deliberate appunto in dipartimento, e compilate con la collaborazione di tutti, o comunque con la consapevolezza di tutti.

La situazione che mi fa saltare i nervi è quella in cui, dopo tanti buoni propositi, finisce che:

- a preoccuparsi della preparazione della prova sono solo in due o tre (che peraltro vanno anche d'accordo e lavorano bene insieme, avendo un'idea condivisa di quali sarebbero da considerare obiettivi comuni, quindi tirano fuori un testo valido e utile),

- quasi tutti gli altri se ne fregano, non apportano nessun contributo, e nemmeno la leggono,

- poi, quando la leggono all'ultimo momento, scoprono che a loro non va bene (cioè, in genere, tradotto, vuol dire che la considerano troppo difficile, e che vanno nel panico perché si aspettano che la propria classe non la sappia fare),

- e, invece di proporre semmai qualche modifica, secondo loro costruttiva, c'è sempre qualcuno che riscopre di colpo di "non essere mica obbligato", e che si mette a  strillare che "non è giusto che solo due o tre colleghi abbiano deciso per tutti", e si rifiutano di farla (causando anche delle fronde molto spiacevoli tra gli studenti, che cominciano a protestare che "non è giusto che a noi la facciano fare per forza, mentre a quell'altra classe parallela no").

E sia chiaro che non parlo di colleghi che si sono sempre dichiarati contrari per principio, eh: parlo soprattutto di quelli che, al momento della discussione in dipartimento, avevano tranquillamente votato a favore, e poi non ci avevano più pensato. In pratica, quelli favorevoli alle prove comuni purché le prepari qualcun altro, ma che questo qualcun altro le prepari come le vorrebbero loro.

Oltretutto, se anche la prova è comune, i criteri di cosa fare poi con la valutazione formale di quella prova rimangono a discrezione del singolo docente. Per cui, l'insegnante che non collabora alla preparazione, e poi si sveglia all'ultimo momento e decide che la prova preparata da altri non gli va bene perché altrimenti dovrebbe mettere troppe insufficienze... invece di rifiutarsi e basta, potrebbe benissimo farla fare lo stesso, vedere come va, e decidere soltanto DOPO se mettere il voto o no, o se contarlo nella valutazione complessiva o no. Alla classe, un'esercitazione in più, alle prese con quesiti scritti in uno stile un po' diverso da quello abituale, non fa altro che bene...
Torna in alto Andare in basso
Gianfranco

Gianfranco

Messaggi : 5642
Data d'iscrizione : 28.09.09

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 10:08 am

Non sapendo cosa ha deliberato il collegio, ci andrei piano nell'affermare che il collega possa tranquillamente astenersi dall'effettuare queste prove. È vero che nessuno organo esterno può imporre, ma non sappiamo se la decisione è stata presa dall'unico organo che ha potere deliberante in materia didattica: il collegio. Ci sono delle attività nella scuola che vanno necessariamente concordate, pianificate e attuate in maniera collettiva. Questo non significa che bisogna lasciarsi imporre le scelte dagli altri. È all'interno del collegio e dei dipartimenti che si esercita la libertà di insegnamento. Se non si  condividono le decisioni che si stanno per prendere in collegio bisogna intervenire e convincere i colleghi delle proprie ragioni e far verbalizzare eventualmente il proprio dissenso. Se sono state decise queste prove, le stesse vanno concordate coi colleghi e non subite. Se arriva un collega e ti impone di fare un tipo di prova, questo è certamente illegittimo. Ma se avete concordato in anticipo tutti insieme in tempo utile per pianificare l'attività didattica, devi mantenere l'impegno preso in sede collegiale.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 1:31 pm

Gianfranco ha scritto:
Non sapendo cosa ha deliberato il collegio, ci andrei piano nell'affermare che il collega possa tranquillamente astenersi dall'effettuare queste prove. È vero che nessuno organo esterno può imporre, ma non sappiamo se la decisione è stata presa dall'unico organo che ha potere deliberante in materia didattica: il collegio. Ci sono delle attività nella scuola che vanno necessariamente concordate, pianificate e attuate in maniera collettiva. Questo non significa che bisogna lasciarsi imporre le scelte dagli altri. È all'interno del collegio e dei dipartimenti che si esercita la libertà di insegnamento. Se non si  condividono le decisioni che si stanno per prendere in collegio bisogna intervenire e convincere i colleghi delle proprie ragioni e far verbalizzare eventualmente il proprio dissenso. Se sono state decise queste prove, le stesse vanno concordate coi colleghi e non subite. Se arriva un collega e ti impone di fare un tipo di prova, questo è certamente illegittimo. Ma se avete concordato in anticipo tutti insieme in tempo utile per pianificare l'attività didattica, devi mantenere l'impegno preso in sede collegiale.


La libertà d'insegnamento e' squisitamente individuale e  si esercita nell'insegnamento e non all' interno del dipartimento ( e meno male, aggiungo io).Bisogna far verbalizzare il proprio dissenso nel venerando consesso,non e' necessario riuscire a convincerlo della bontà delle proprie ragioni.Si chiama opzione di minoranza.


Ultima modifica di balanzoneXXI il Ven Gen 18, 2019 3:02 pm, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3499
Data d'iscrizione : 26.12.14

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 2:10 pm

Non capisco il rifiuto verso le prove comuni. Se sono pianificate in dipartimento e preparate tutti insieme con un certo anticipo, non dovrebbero dare problemi a nessuno. Non so se sia prassi anche in altre scuole, ma noi non correggiamo la prova comune della nostra classe, bensì quella della classe di un collega. Lo trovo utilissimo.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 3086
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 2:20 pm

balanzoneXXI ha scritto:

...Bisogna far verbalizzare il proprio dissenso nel venerando consesso, non e' necessario riuscire a convincerla della bontà delle proprie ragioni. Si chiama opzione di minoranza.
Mi chiedo cosa succeda nel caso in cui la decisione sia stata presa nel collegio dell'anno scolastico precedente ed il docente in disaccordo è appena arrivato in quella scuola. O queste decisioni sono rinnovate di anno in anno?
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 2:26 pm

franco71 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:

...Bisogna far verbalizzare il proprio dissenso nel venerando consesso, non e' necessario riuscire a convincerla della bontà delle proprie ragioni. Si chiama opzione di minoranza.
Mi chiedo cosa succeda nel caso in cui la decisione sia stata presa nel collegio dell'anno scolastico precedente ed il docente in disaccordo è appena arrivato in quella scuola. O queste decisioni sono rinnovate di anno in anno?

Il docente appena arrivato comunicherà il proprio disaccordo.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1658
Data d'iscrizione : 31.10.17

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 2:27 pm

franco71 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:

...Bisogna far verbalizzare il proprio dissenso nel venerando consesso, non e' necessario riuscire a convincerla della bontà delle proprie ragioni. Si chiama opzione di minoranza.
Mi chiedo cosa succeda nel caso in cui la decisione sia stata presa nel collegio dell'anno scolastico precedente ed il docente in disaccordo è appena arrivato in quella scuola. O queste decisioni sono rinnovate di anno in anno?

Nella mia scuola, la discussione in dipartimento si fa ogni anno, alla prima occasione utile, cioè in una riunione di settembre o ottobre (il che è anche una buona occasione per discutere come sono andate le prove dell'anno scorso, e quindi stabilire se lasciare tutto organizzato in maniera simile o se cambiare qualcosa), e poi viene ratificata dal collegio. Se qualche dipartimento decide di non farle, non le fa e basta, al collegio non se ne parla nemmeno.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 2:56 pm

Facciamo degli esempi concreti.

Uno o più docenti vogliono proporre test a risposta aperta, mentre la maggioranza del dipartimento ,cioe' il dirigente ,propende per i test a risposta chiusa; o viceversa.

Uno o più docenti di lettere hanno svolto un percorso didattico incentrato sull' analisi del testo e quindi propongono di somministrare quest' ultima come prova scritta d' italiano, mentre la maggioranza del dipartimento, cioè il dirigente, propende per il tema tradizionale ; o viceversa.

Arriva un dirigente mussoliniano che vuole imporre a tutti i suoi " sottoposti " il compito di realtà, ma una minoranza di docenti, al limite uno, oppone resistenza.


Uno o piu docenti di latino si sono invaghiti del metodo " zero tagliato + Rberg", ma la maggioranza del dipartimento, cioè il dirigente, non condivide lo stesso entusiasmo e preferisce l' approccio tradizionale; o viceversa.

Uno o più docenti di lettere non possono fare più a meno della grammatica valenziale, mentre la maggioranza del dipartimento, cioè il dirigente, non ne vuole sapere; o viceversa.

Uno o più docenti sono stati folgorati dalla flipped classroom, mentre la maggioranza del dipartimento , cioe' il dirigente ,non ha nessuna intenzione di capovolgere la classe; o viceversa.

In tutti questi casi prevale la volontà della maggioranza dei docenti o la libertà didattica del singolo docente?

Secondo me prevale la seconda.



Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2238
Data d'iscrizione : 21.09.13

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 2:59 pm

chicca70 ha scritto:
Non capisco il rifiuto verso le prove comuni. Se sono pianificate in dipartimento e preparate tutti insieme con un certo anticipo, non dovrebbero dare problemi a nessuno. Non so se sia prassi anche in altre scuole, ma noi non correggiamo la prova comune della nostra classe, bensì quella della classe di un collega. Lo trovo utilissimo.

Non si sta discutendo di questo. La collega vorrebbe sapere cosa "rischia" se fa di testa sua, non rispettando le decisioni del dipartimento.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 3086
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 47

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 3:02 pm

balanzoneXXI ha scritto:
...
In tutti questi casi prevale la volontà della maggioranza dei docenti o la libertà didattica del singolo docente?

Secondo me  prevale la seconda.
Indubbiamente, la libertà d'insegnamento first, anzi second.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3555
Data d'iscrizione : 05.08.11

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 9:18 pm

Vabbé, se adesso anche ciò che si concorda viene percepito come obbligo imposto a danno della libertà di insegnamento, mi sa che la discussione non ha molta vita. Finisce già con monosillabi.

Aggiungo soltanto, allora, che non ha senso di parlare di prove comuni per somministrarle poi "ritoccate" sulle proprie classi, perché quelle allora sono verifiche sulle proprie classi e non prove comuni per classi parallele.
Almeno sulla terminologia si potrà mettere un punto fermo? speriamo.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptyVen Gen 18, 2019 11:39 pm



Ultima modifica di ReadWrite il Sab Feb 09, 2019 12:31 am, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1658
Data d'iscrizione : 31.10.17

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptySab Gen 19, 2019 1:34 am

Nessuno (né il dirigente, né la maggioranza del dipartimento) può costringere i singoli insegnanti a fare la media aritmetica dei voti, che non è MAI stata obbligatoria. Ogni insegnante può scegliere come calibrare il voto complessivo finale e quali verifiche considerare per quella valutazione e quali no, o con quale peso considerarle.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3499
Data d'iscrizione : 26.12.14

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptySab Gen 19, 2019 7:45 am

sempreconfusa1 ha scritto:

Aggiungo soltanto, allora,  che non ha senso di parlare di prove comuni per somministrarle poi "ritoccate" sulle proprie classi, perché quelle allora sono verifiche sulle proprie classi e non prove comuni per classi parallele.
Almeno sulla terminologia si potrà mettere un punto fermo? speriamo.

Non sarebbe una prova comune, ma sempre meglio rispetto a ciò che ho visto fare in casi simili. Alcuni colleghi hanno dato in anticipo le domande e le risposte per non far fare brutta figura alla propria classe. Me ne sono accorta quando, correggendo quei compiti, li ho trovati tutti identici e perfetti. Si trattava di domande a risposta aperta in 10 righe: farle uguali per puro caso è impossibile. A questo punto, meglio una modifica.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3499
Data d'iscrizione : 26.12.14

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptySab Gen 19, 2019 7:59 am

paniscus_2.1 ha scritto:
Nessuno (né il dirigente, né la maggioranza del dipartimento) può costringere i singoli insegnanti a fare la media aritmetica dei voti, che non è MAI stata obbligatoria. Ogni insegnante può scegliere come calibrare il voto complessivo finale e quali verifiche considerare per quella valutazione e quali no, o con quale peso considerarle.

D'accordo: non è obbligatoria la media aritmetica. Ma quanto, in realtà, ci si può discostare da essa senza suscitare polemiche infinite? Ovviamente intendo discostarsi al ribasso. Se, alla fine dell'anno,decido di non considerare una verifica, o di attribuirle un peso minore, e lo faccio in modo non preventivato, senza averlo comunicato chiaramente alla classe, ne esce un caos.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 1658
Data d'iscrizione : 31.10.17

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptySab Gen 19, 2019 9:14 am

Ma nessuno dice che devi farlo alla fine dell'anno, a sorpresa.

Davo per scontato che la comunicazione alla classe ci fosse, e non solo a fine anno al momento di dare il voto complessivo, bensì subito, al momento in cui si riconsegna la verifica corretta, oppure qualche giorno dopo, magari in occasione della programmazione di una nuova verifica, o della discussione di altri risultati.

Io ho solo detto che siamo sempre liberi di decidere quale peso dare a ogni singolo voto, e non solo per le prove comuni, ma anche per qualsiasi prova che abbiamo stabilito noi. E figuriamoci se dobbiamo pure stare a giustificarsi coi colleghi o col dirigente per avere o non avere fatto la media aritmetica!
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3555
Data d'iscrizione : 05.08.11

Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? EmptySab Gen 19, 2019 1:05 pm

chicca70 ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:

Aggiungo soltanto, allora,  che non ha senso di parlare di prove comuni per somministrarle poi "ritoccate" sulle proprie classi, perché quelle allora sono verifiche sulle proprie classi e non prove comuni per classi parallele.
Almeno sulla terminologia si potrà mettere un punto fermo? speriamo.

Non sarebbe una prova comune, ma sempre meglio rispetto a ciò che ho visto fare in casi simili. Alcuni colleghi hanno dato in anticipo le domande e le risposte per non far fare brutta figura alla propria classe. Me ne sono accorta quando, correggendo quei compiti, li ho trovati tutti identici e perfetti. Si trattava di domande a risposta aperta in 10 righe: farle uguali per puro caso è impossibile. A questo punto, meglio una modifica.

No, no...alle risposte già date in anticipo mi ribellerei anche io. Si metta a verbale che non sono d'accordo a farle proprio, non a farle modificate, per tale motivo, e poi chi lo va a firmare un verbale simile? Vorrei vedere...Se mi obbligassero a questo io cambierei scuola o se necessario mestiere. Ma dopo aver denunciato tutta la baraccopoli.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Prove comuni, sono obbligatorie? Empty
MessaggioTitolo: Re: Prove comuni, sono obbligatorie?   Prove comuni, sono obbligatorie? Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Prove comuni, sono obbligatorie?
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: