Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 firma Mattarella

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
rita 76



Messaggi : 2097
Data d'iscrizione : 04.07.11

MessaggioOggetto: firma Mattarella   Ven Lug 10, 2015 3:53 pm

Promemoria primo messaggio :

Chissà quando firmerà...
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15840
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 3:48 pm

Siamo ormai al 12/7, è del tutto evidente che non c'è spazio più neanche per un singolo passaggio in entrambe le camere per una legge rimaneggiata, quindi se Mattarella non firmasse si aprirebbero due scenari:

1) decreto legge minimale, con assunzioni in ruolo su posti già previsti dalla vecchia normativa (47476 o 36627 ?).

2) neanche il decreto legge, e nessuna assunzione.

Immagino si sceglierebbe la prima ipotesi, ma di sicuro a molti docenti rimarrebbe l'amaro in bocca.

Non so se Mattarella arriverà a tanto; più probabile che firmi e che sponsorizzi l'intervento selettivo della Corte Costituzionale, con un'azione legale verrebbero eliminati i pochi articoli/commi incostituzionali.
Tornare in alto Andare in basso
Online
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 3:54 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Siamo ormai al 12/7, è del tutto evidente che non c'è spazio più neanche per un singolo passaggio in entrambe le camere per una legge rimaneggiata, quindi se Mattarella non firmasse si aprirebbero due scenari:

1) decreto legge minimale, con assunzioni in ruolo su posti già previsti dalla vecchia normativa (47476 o 36627 ?).

2) neanche il decreto legge, e nessuna assunzione.

Immagino si sceglierebbe la prima ipotesi, ma di sicuro a molti docenti rimarrebbe l'amaro in bocca.

Non so se Mattarella arriverà a tanto; più probabile che firmi e che sponsorizzi l'intervento selettivo della Corte Costituzionale, con un'azione legale verrebbero eliminati i pochi articoli/commi incostituzionali.

Sinceramente di fronte all'abominio "Buona scuola" con la tua prima ipotesi MINIMALE ci andrebbe di lusso a tutti, precari compresi.

Ma in verità che cosa si chiedeva? Di fare un decreto legge urgente per assumere i precari e poi con saggezza pensare ad una riforma della scuola adatta alle nostre condizioni organizzative, didattiche ed edilizie disastrate italiane ascoltando noi che lavoriamo nel settore.

Invece attualmente cosa succederà in effetti? Che il MINIMALE di assunzioni si avrà (non facciamoci prendere in giro. Le assunzioni saranno spalmate nei vari anni), ma con il disastro della Buona scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 4:02 pm

isula. ha scritto:

Ma chissà se Mattarella è buono oppure se essere politici comporta il perdere questa bella qualità umana.


Machiavelli l'aveva ottimamente spiegato già 500 anni fa. Purtroppo, per il principio del nemo propheta in patria, molti faticano ancora oggi ad afferrare che la politica è una scienza a sé, funzionante in base a norme che nulla hanno a che fare con l'etica, tantomeno con l'etica del salariato e della massaia con prole.
Un buon politico non è il politico onesto, né colui che nell'agire politico rispetta le norme dell'etica comune: costui anzi, rimbalzato in un mondo che funziona secondo altre regole, sarebbe un incapace, creerebbe così tanti danni che gli stessi suoi sostenitori tra il volgo ne chiederebbero ben presto la rimozione.

Un politico capace è uno che conosce bene i princìpi che presiedono alla politica e sa sfruttarli per finalità politiche, cioè d'interesse generale e/o nazionale. Non importa se nel fare ciò persegue anche suoi interessi personali o interessi di suoi referenti, né importa se nel farlo viola alcune leggi (anzi, direi che l'una e l'altra cosa sono inevitabili).

La causa della nostra rovina, da 20 anni a questa parte, NON E' l'assenza di politici "buoni" o "onesti". E' l'assenza di politici. Punto.

Mattarella non fa eccezione. Non possono esistere politici in un paese senza più ombra di sovranità. Esistono solo esecutori di ordini che uomini politici (questi sì), residenti altrove, impartiscono nell'interesse dei propri finanziatori.  

Quando si arriverà a capire questa banale verità si sarà fatto un enorme passo avanti rispetto alla nostra capacità di comprendere i meccanismi della politica e quindi di avere qualche influenza su di essi.

Nel frattempo consiglio l'attenta rilettura di quanto scriveva Benedetto Croce nel 1909. Non ricordo se l'ho già postato in altre occasioni; se così fosse me ne scuso, ma è un testo che - insieme al "Principe" del segretario fiorentino - contribuì, a suo tempo, ad aprirmi gli occhi su molti aspetti del vivere sociale:

"Un’altra manifestazione della volgare inintelligenza circa le cose della politica è la petulante richiesta che si fa della «onestà» nella vita politica. L’ideale che canta nell’anima di tutti gli imbecilli e prende forma nelle non cantate prose delle loro invettive e declamazioni e utopie, è quello di una sorta di areopago, composto di onest’uomini, ai quali dovrebbero affidarsi gli affari del proprio paese.

Entrerebbero in quel consesso chimici, fisici, poeti, matematici, medici, padri di famiglia, e via dicendo, che avrebbero tutti per fondamentali requisiti la bontà delle intenzioni e il personale disinteresse, e, insieme con ciò, la conoscenza e l’abilità in qualche ramo dell’attività umana, che non sia peraltro la politica propriamente detta: questa invece dovrebbe, nel suo senso buono, essere la risultante di un incrocio tra l’onestà e la competenza, come si dice, tecnica.

Quale sorta di politica farebbe codesta accolta di onesti uomini tecnici, per fortuna non ci è dato sperimentare, perché non mai la storia ha attuato quell’ideale e nessuna voglia mostra di attuarlo. Tutt’al più, qualche volta, episodicamente, ha per breve tempo fatto salire al potere in quissimile di quelle elette compagnie, o ha messo a capo degli Stati uomini e da tutti amati e venerati per la loro probità e candidezza e ingegno scientifico e dottrina; ma subito poi li ha rovesciati, aggiungendo alle loro alte qualifiche quella, non so se del pari alta, d’inettitudine.

E' strano (cioè, non è strano, quando si tengano presenti le spiegazioni psicologiche offerte di sopra) che laddove nessuno, quando si tratti di curare i propri malanni o sottoporsi a una operazione chirurgica, chiede un onest’uomo, e neppure un onest’uomo filosofo o scienziato, ma tutti chiedono e cercano e si procurano medici e chirurgi, onesti o disonesti che siano, purché abili in medicina e chirurgia, forniti di occhio clinico e di abilità operatorie, nelle cose della politica si chiedano, invece, non uomini politici, ma onest’uomini, forniti tutt’al più di attitudini d’altra natura.

«Ma che cosa è, dunque, l’onestà politica» - si domanderà. L’onestà politica non è altro che la capacità politica: come l’onestà del medico e del chirurgo è la sua capacità di medico e di chirurgo, che non rovina e assassina la gente con la propria insipienza condita di buone intenzioni e di svariate e teoriche conoscenze. «È questo soltanto? E non dovrà essere egli uomo, per ogni rispetto, incensurabile e stimabile? E la politica potrà essere esercitata da uomini in altri riguardi poco pregevoli?». Obiezione volgare, di quel tale volgo, descritto di sopra. Perché è evidente che le pecche che possa eventualmente avere un uomo fornito di capacità e genio politico, se concernono altre sfere di attività, lo tenderanno in proprio in quelle sfere, ma non già nella politica. Colà lo condanneremo scienziato ignorante, uomo vizioso, cattivo marito, cattivo padre, e simili; a modo stesso che censuriamo, in un poeta giocatore e dissoluto e adultero, il giocatore, il dissoluto e l’adultero, ma non la sua poesia, che è la parte pura della sua anima, e quella in cui di volta in volta si redime.

Si narra del Fox dedito alla crapula e alle dissolutezze, che, poi che fu venuto in fama e grandezza di oratore parlamentare e di capopartito, tentò di mettere regola nella sua vita privata, di diventar morigerato, di astenersi dal frequentare cattivi luoghi; ed ecco che sentì illanguidirsi la vena, infiacchirsi l’energia lottatrice, e non ritrovò quelle forze se non quando tornò alle sue consuetudini.
Che cosa farci? Deplorare, tutt’al più, una così infelice costituzione fisiologica e psicologica, che per operare aveva bisogno di quegli eccitanti o di quegli sfoghi; ma con questo non si è detto nulla contro l’opera politica che il Fox compiè, e, se egli giovò al suo paese, l’Inghilterra ben gli fece largo nella politica, quantunque i padri di famiglia con pari prudenza gli avrebbero dovuto negare le loro figliuole in ispose.

«Ma no (si continuerà obiettando), noi non ci diamo pensiero solo di ciò, ossia della vita privata; ma di quella disonestà privata che corrompe la stessa opera politica, e fa che un uomo politicamente abile tradisca il suo partito o la sua patria; e per questo richiediamo che egli sia anche privatamente ossia integralmente onesto» - Senonché non si riflette che un uomo dotato di genio o capacità politica si lascia corrompere in ogni altra cosa, ma non in quella, perché in quella è la sua passione, il suo amore, la sua gloria, il fine sostanziale della sua vita. Allo stesso modo che il poeta, per vizioso e dissoluto che sia, se è poeta, transigerà su tutto ma non sulla poesia, e non si acconcerà a scrivere brutti versi. Il Mirabeau prendeva bensì danaro dalla corte, ma, servendosi del danaro per i suoi bisogni particolari, si serviva della corte, e insieme dell’Assemblea nazionale, per cercare di attuare in Francia la sua idea di una monarchia costituzionale di tipo inglese, di uno Stato non assolutistico e non demagogico. Vero è che questa disarmonia tra vita propriamente politica e la restante vita pratica non può spingersi tropp’oltre, perché, se non altro, la cattiva reputazione, prodotta dalla seconda, rioperando sulla prima, le frappone poi ostacoli, come il Mirabeau, sospirando, confessava, o l’ipocrisia morale degli avversari può valersene da un’arma avvelenata, come nel caso del Parnell. Ma questo è un altro discorso.

«E se, nonostante l’impulso del suo genio, nonostante l’amore per la propria arte, soggiacerà ai suoi cattivi istinti e farà cattiva politica?».
Allora, il presente discorso è finito, perché siamo rientrati nel caso in cui la disonestà coincide con la cattiva politica, con l’incapacità politica, da qualunque lontano motivo sia prodotta, virtuoso o vizioso, e in qualunque forma si presenti, cioè come incapacità abitudinaria e connaturata, o incapacità intermittente e accidentale. Può, altresì, il poeta geniale, talvolta, per compiacenza o a prezzo, comporre versi senza ispirazione e adulatori; senonché, in quel caso non è più poeta."


(Benedetto Croce, tratto da "Etica e politica", 1931)
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 4:19 pm

Cara Cloretta, la tua disamina sull'onestà/disonestà del politico (con tanto di citazioni di Machiavelli e di Benedetto Croce), mi ricorda tanto Nietzsche.
Anzi! Ogni volta che ti leggo e rifletto su quello che scrivi o di come attacchi chi pensi sia lento di comprendonio o ingenuo, mi ricordi Nietzsche.

Che dirti? Che hai ragione? Certo.
Quello che mi chiedo è se veramente non vi è altra via di interpretazione oltre questa che, giustamente, hai sottolineato tu.

Mi chiedo allora...e un De Gasperi? In cosa era diverso?
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 4:37 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Siamo ormai al 12/7, è del tutto evidente che non c'è spazio più neanche per un singolo passaggio in entrambe le camere per una legge rimaneggiata, quindi se Mattarella non firmasse si aprirebbero due scenari:

1) decreto legge minimale, con assunzioni in ruolo su posti già previsti dalla vecchia normativa (47476 o 36627 ?).

2) neanche il decreto legge, e nessuna assunzione.

Immagino si sceglierebbe la prima ipotesi, ma di sicuro a molti docenti rimarrebbe l'amaro in bocca.

Non so se Mattarella arriverà a tanto; più probabile che firmi e che sponsorizzi l'intervento selettivo della Corte Costituzionale, con un'azione legale verrebbero eliminati i pochi articoli/commi incostituzionali.
chi sono i docenti che rimarrebbero con l'amaro in bocca?
se approvassero un decreto per le immissioni vecchie sarebbero salvi coloro che sono in fase b e c. ci sarebbe solo da festeggiare!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 4:50 pm

carla75 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Siamo ormai al 12/7, è del tutto evidente che non c'è spazio più neanche per un singolo passaggio in entrambe le camere per una legge rimaneggiata, quindi se Mattarella non firmasse si aprirebbero due scenari:

1) decreto legge minimale, con assunzioni in ruolo su posti già previsti dalla vecchia normativa (47476 o 36627 ?).

2) neanche il decreto legge, e nessuna assunzione.

Immagino si sceglierebbe la prima ipotesi, ma di sicuro a molti docenti rimarrebbe l'amaro in bocca.

Non so se Mattarella arriverà a tanto; più probabile che firmi e che sponsorizzi l'intervento selettivo della Corte Costituzionale, con un'azione legale verrebbero eliminati i pochi articoli/commi incostituzionali.
chi sono i docenti che rimarrebbero con l'amaro in bocca?
se approvassero un decreto per le immissioni vecchie sarebbero salvi coloro che sono in fase b e c. ci sarebbe solo da festeggiare!

Concordo. Meglio le assunzioni da turn over e un precariato tutelato, piuttosto che un'immissione in ruolo fasulla.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 5:50 pm

http://www.tecnicadellascuola.it/item/12895-riforma-i-contestatori-s-aggrappano-a-mattarella-sel-vuole-incontrarlo-subito.html
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 6:16 pm

Cloretta ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Kkimba ha scritto:
[Se gli insegnanti che sostengono la riforma fossero tutti così, ci sarebbe da preoccuparsi ulteriormente.
Non mi risulta che sostenga la riforma.


Infatti non la sostengo e anzi la trovo ignobile. Ma trovo ancor più ignobile che persone che pretendono di fare i docenti (nei licei, addirittura! Affermando ciò nientepopodimeno come proprio diritto!) siano così totalmente a digiuno non solo dei complessi meccanismi del potere, ma perfino delle elementari procedure legislative su cui fondano le loro malriposte speranze.

Per ciò che attiene ai meccanismi del potere, è piuttosto ovvio che un Presidente della Repubblica, fosse anche ispirato dai più alti princìpi etici (e Mattarella non lo è di certo), non oserebbe sfidare i poteri internazionali che hanno caldeggiato questa riforma e di cui il governo Renzi, che tutti giustamente maledicono, non è che un mero esecutore.

Anche perché, se pure ci provasse e respingesse la legge alle Camere - e qui entra in gioco il comune iter d'approvazione legislativa, che la signorina "Mattarella, salvaci tu" mostra di ignorare totalmente - queste ultime potrebbero comunque rispedire la legge al PdR, senza modifiche o con modifiche del tutto marginali, e questa volta il Presidente non potrebbe rifiutare la firma. In questo modo, avendo rifiutato la firma la prima volta, si ritroverebbe a veder decurtata la propria autorità e indebolita la propria posizione a livello internazionale, che è oggi l'unico livello di potere che conti. Nessun uomo politico raziocinante correrebbe un rischio del genere.

Quante volte, all'epoca di Ciampi, abbiamo assistito alle stesse suppliche dei cittadini timorati di Dio, spesso ignorate dal PdR?
E anche in quei casi - rari, ma non rarissimi - in cui Ciampi si decise a rinviare alle Camere alcune norme particolarmente controverse (ricordo la legge sulla riforma TV o la c.d. "Legge Pecorella" sull'inappellabilità delle sentenze di assoluzione) lo fece in base a pressioni interne e internazionali, miranti ad indebolire l'allora governo Berlusconi per lasciar salire alle redini del paese un più malleabile governo di centro-sinistra; non certo a causa dei piagnistei e delle lamentele interessate di insegnanti che hanno in testa solo il proprio diritto a conservare il posticino di lavoro sotto casa e non riescono proprio a farsi entrare nel cervellino che la politica si muove in base a regole (scritte e non scritte) rispetto alle quali i microproblemi quotidiani dell'omarino della strada sono giustamente irrilevanti.

Cara la mia Kkimba, Mattarella firmerà.
Fattene una ragione, smetti di frignare e prepara pure la valigia per le scuole medie.
Le quali - detto da una che ci ha lavorato per diversi anni - sono meno brutte di come le si dipinge, a patto di sapersi rimboccare le maniche e saper lavorare con quel minimo di consapevolezza necessaria a non confondere il proprio mondo mentale con il mondo tout court. Anche la capacità di ascoltare ciò che gli altri hanno da dire - anziché pretendere sempre e soltanto che vengano zittiti quando esprimono opinioni che non condividiamo - può tornare utile, non solo alle medie, ma in ogni grado d'insegnamento, oltre che in ogni attività della vita.

Chi dimostra pochezza culturale sei tu: chi si augura che gli insegnanti vengano spazzati via e sostituiti da "manipoli di immigrati", definiti peraltro "analfabeti" non sono certo io. Se non è sottocultura la tua non so cosa sia. Evidentemente gli anni di insegnamento alle medie che tanto decanti non ti sono serviti a nulla, se parli di altri popoli in questi termini (e non venirmi a dire che alle medie non ci sono immigrati). Se offendere l'interlocutore di un forum o scrivere post deliranti, che incitano alla violenza (di macete impugnato dagli immigrati del Ghana hai parlato tu) e/o chillometrici è per te dimostrare di avere capacità dialettiche, siamo proprio messi bene. Per me sei e resti un troll, e anche dei peggiori. E non credo che tu sia un/un'insegnante (almeno me lo auguro). Quanto al termine interlocuore, visto che un'altra volta lo hai contestato: siamo in un mondo civile sai, e quando si parla (o si scrive in un forum, dove il dialogo è virtuale) la persona che si ha di fronte si chiama così. Con la differenza che interloquire si fonda su argomenti sensati, cosa che tu evidentemente non conosci. Quindi sì, hai ragione, definire te un interlocutore è davvero arduo. Se per te è motivo di orgoglio essere bannata, affari tuoi. Ma domandati perché ti si mette a tacere: forse sei semplicemente maleducata, offensiva, irrispettosa e non curante della netiquette. La tua arroganza e il disprezzo che nutri nei confronti degli altri e pure dei lavoratori (italiani o immigrati che siano, della scuola e non) mi inorridisce. E la richiesta ai moderatori di intervenire non è infantilismo, bensì è rispetto delle regole che tu, da bambina indisciplinata, non conosci. Ripeto, mi meraviglio che di fronte a esternazioni del genere non siano ancora intervenuti.


Ultima modifica di Kkimba il Dom Lug 12, 2015 8:19 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 6:30 pm

Kkimba ha scritto:
Per me sei e resti un troll, e anche dei peggiori.

A questo punto chiederei io ai moderatori di intervenire, essendo l'ennesima volta che mi insulti in questo modo, nonostante le spiegazioni fornite. Tra l'altro i moderatori mi conoscono bene da anni, probabilmente non mi hanno in simpatia, ma sanno anche che tutto sono meno che un troll.

Per me tu sei e resti una docente del liceo, di una tipologia umana e cerebrale che con gli anni ho imparato a conoscere a perfezione. Una di quelle alle quali un bel po' di anni d'insegnamento alle medie faranno solo bene.

Con questo passo e chiudo, non risponderò ad altri tuoi post. Tornerò però a farti gli auguri di buon viaggio appena Mattarella avrà firmato. E' una promessa. Ho l'hobby di essere vendicativa.

Mi/ti/ci risparmio l'analisi sugli infiniti errori ortografici presenti nel tuo ultimo post. Se insegni davvero italiano al liceo (e temo che sia davvero così) c'è da piangere. Altro che medie...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 6:36 pm

Cloretta ha scritto:
Kkimba ha scritto:
Per me sei e resti un troll, e anche dei peggiori.

A questo punto chiederei io ai moderatori di intervenire, essendo l'ennesima volta che mi insulti in questo modo, nonostante le spiegazioni fornite. Tra l'altro i moderatori mi conoscono bene da anni, probabilmente non mi hanno in simpatia, ma sanno anche che tutto sono meno che un troll.

Per me tu sei e resti una docente del liceo, di una tipologia umana e cerebrale che con gli anni ho imparato a conoscere a perfezione. Una di quelle alle quali un bel po' di anni d'insegnamento alle medie faranno solo bene.

Con questo passo e chiudo, non risponderò ad altri tuoi post. Tornerò però a farti gli auguri di buon viaggio appena Mattarella avrà firmato. E' una promessa. Ho l'hobby di essere vendicativa.

La capacità di questo utente di rigirare le cose rasenta l'indicibile. Si offende perché le si dà del troll ma, si badi, non in attacco, ma in difesa dalle sue provocazioni e dai suoi epiteti offensivi: gli altri sono di limitate capacità celebrali, hanno pochezza culturale e devono anche dirle grazie. Se i moderatori ripercorrono i post, compresi quelli razzisti dell'utente cloretta, sapranno decidere. Sulla firma di Mattarella, evidentemente sei dura di comprendonio e non ci posso fare niente.
Finalmente ti sei decisa a non rispondere....meglio tardi che mai. Almeno ci risparmi dal tuo profluvio di parole al vento.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 6:41 pm

Kimba, lascia perdere Cloretta.

Piuttosto io penso che bisogna in tutti i modi combattere e mai arrendersi.
Non lasciare nulla di intentato e comunque combattere combattere e combattere.

Abbiamo l'ultima flebile speranza in Mattarella, poi vi è la carta del referendum abrogativo degli articoli architrave.
Infine, vi è il bazooka voto che spero non vada mai più all'universo di sinistra e di destra (e neanche di centro).
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 6:46 pm

isula. ha scritto:
Cara Cloretta, la tua disamina sull'onestà/disonestà del politico (con tanto di citazioni di Machiavelli e di Benedetto Croce), mi ricorda tanto Nietzsche.
Anzi! Ogni volta che ti leggo e rifletto su quello che scrivi o di come attacchi chi pensi sia  lento di comprendonio o ingenuo, mi ricordi Nietzsche.

Esattamente in quale punto di quale testo di Nietzsche hai letto qualcosa che ti ricorda me?
Se mi dimostrerai di essere una lettrice di Nietzsche, la tua affermazione sarà per me una rara lusinga.
Temo purtroppo - e correggimi se sbaglio - che tu non abbia mai letto mezza riga del grande filosofo tedesco e che lo conosca solo per sentito dire, attraverso la becera propaganda "democratica" del dopoguerra.
Mi sbaglio?
Un grillino in grado di leggere anche solo dieci righe di Nietzsche e di capire ciò che c'è scritto non l'ho mai visto in natura e sarebbe una gradita sorpresa.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 6:48 pm

isula. ha scritto:
Kimba, lascia perdere Cloretta.

Piuttosto io penso che bisogna in tutti i modi combattere e mai arrendersi.
Non lasciare nulla di intentato e comunque combattere combattere e combattere.

Abbiamo l'ultima flebile speranza in Mattarella, poi vi è la carta del referendum abrogativo degli articoli architrave.
Infine, vi è il bazooka voto che spero non vada mai più all'universo di sinistra e di destra (e neanche di centro).

concrdo in pieno. Speriamo anche nell'azione sindacale. Hai visto che la Cgil incomincia a muoversi? ma anche l'Anief non starà a guardare...Sel ha chiesto un incontro con Mattarella per domani.
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 346
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 7:48 pm

isula. ha scritto:

Abbiamo l'ultima flebile speranza in Mattarella, poi vi è la carta del referendum abrogativo degli articoli architrave.
Infine, vi è il bazooka voto che spero non vada mai più all'universo di sinistra e di destra (e neanche di centro).

"Gli uomini fuggono non tanto il fatto di essere truffati, quanto il fatto di essere danneggiati attraverso la truffa.
In fondo non è l'inganno che in questo caso essi detestano, bensì le brutte e nocive conseguenze di certi generi di inganni.
Soltanto in un senso ristretto come questo l'uomo vuole anche la verità. Egli desidera gli effetti piacevoli, e atti a conservare la vita, della verità; verso la conoscenza pura, priva di conseguenze, egli è indifferente, ed ha addirittura un atteggiamento ostile verso le verità che possono essere dannose e distruttrici."


(F. Nietzsche, "Su verità e menzogna in senso extramorale")
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 7:56 pm

Cloretta ha scritto:
isula. ha scritto:
Cara Cloretta, la tua disamina sull'onestà/disonestà del politico (con tanto di citazioni di Machiavelli e di Benedetto Croce), mi ricorda tanto Nietzsche.
Anzi! Ogni volta che ti leggo e rifletto su quello che scrivi o di come attacchi chi pensi sia  lento di comprendonio o ingenuo, mi ricordi Nietzsche.

Esattamente in quale punto di quale testo di Nietzsche hai letto qualcosa che ti ricorda me?
Se mi dimostrerai di essere una lettrice di Nietzsche, la tua affermazione sarà per me una rara lusinga.
Temo purtroppo - e correggimi se sbaglio - che tu non abbia mai letto mezza riga del grande filosofo tedesco e che lo conosca solo per sentito dire, attraverso la becera propaganda "democratica" del dopoguerra.
Mi sbaglio?
Un grillino in grado di leggere anche solo dieci righe di Nietzsche e di capire ciò che c'è scritto non l'ho mai visto in natura e sarebbe una gradita sorpresa.

Ok. Accetto per un po' di parlare con te. Ma so che il risvolto della medaglia è il tuo tentativo di farmi cadere in un agguato e dimostrare LA MIA GRANDE DABBEDDAGGINE E IGNORANZA IN QUANTO GRILLINA.
Ma sappi che appena ti dimostrerai, nella quantità e nella qualità, maleducata oltre un certo limite che ho stabilito dentro di me, ti lascerò perdere. Oppure che potrei decidere di scrivere ora e poi non darti più conto.

Conosco diversi "grillini" e li ammiro perchè dimostrano una cultura economica, giuridica, letteraria e altro di alto livello e originalità. Quello che, penso, caratterizzi i grillini che ho conosciuto è l'apertura mentale e l'ecletticità. Una Barbara Lezzi, per esempio, è una fine giurista ed economista e ha sempre mandato all'aria chiunque ha avuto la pretesa di prenderla per "ignorante" in quanto grillina. Idem un DiMaio, ma anche tanti altri.
Le figure barbine che hanno fatto tanti giornalisti ed esimi politici ed economisti di fronte a grillini sono delle scenette da godersi con calma su TouTube e alla Tv. Adesso solo gli sprovveduti che non ci hanno avuto ancora a che fare (oppure i chiusi di mente) vanno con la sesta marcia con loro. Penso che per la situazione disastrosa dei nostri giorni è solo questione di tempo, ma i "grillini" ATTUALI saranno capiti da chi (intelligente e sano di mente) per adesso viene sistematicamente disinformato dalla stampa e da un'opinione pubblica favorevole ai politici machiavellici. I grillini diventeranno tanti perchè tanti si riconosceranno in certi sani principi POLITICI, con tanto di etica, che sono l'antitesi di quelli, enucleati correttamente da te, di natura prettamente machiavellica.

Ah! Il mio paragonarti a Nietzsche ha tagli positivi e negativi. Positivi perchè chi gli somiglia va oltre il conformismo.
Negativi perchè solo i pazzi vanno oltre tanti limiti conformistici e "dipingono" (come un certo Van Gogh ) aspetti inusuali della realtà molto "folkloristici". Io,però, non affiderei mai un popolo a un Nietzsche (tipo Hitler). Non vorrei un capo o un familiare così e neanche che mio figlio abbia un insegnante del genere. Li considero pericolosi dal punto di vista fisico e mentale. Spero, quindi, che la tua somiglianza si limiti all'essere un po' al di sopra delle righe nella realtà e magari rompiscatole per gioco (ossia una forma di troll) qui in forum.

Ho letto "La gaia scienza" (edizione Adelphi) (Anche seminario all'università); "Umano troppo umano"; "Genealogia della morale"; "Considerazioni inattuali"; "La nascita della tragedia" (Grandi Tascabili Economici Newton); "Ecce omo"; "L'anticristo"; "Crepuscolo degli idoli" (Edizione TEN in Millelire).

Mi risulta che nel tipo di pazzia di Nietzsche vi fosse anche quello che in letteratura psichiatrica viene detto "Disturbo narcisistico della personalità". Ripeto. Spero che non gli somigli fino a questo punto!
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 8:09 pm

Kkimba ha scritto:
isula. ha scritto:
Kimba, lascia perdere Cloretta.

Piuttosto io penso che bisogna in tutti i modi combattere e mai arrendersi.
Non lasciare nulla di intentato e comunque combattere combattere e combattere.

Abbiamo l'ultima flebile speranza in Mattarella, poi vi è la carta del referendum abrogativo degli articoli architrave.
Infine, vi è il bazooka voto che spero non vada mai più all'universo di sinistra e di destra (e neanche di centro).

concrdo in pieno. Speriamo anche nell'azione sindacale. Hai visto che la Cgil incomincia a muoversi? ma anche l'Anief non starà a guardare...Sel ha chiesto un incontro con Mattarella per domani.

Speriamo bene. Mentre fino a qualche giorno fa ero arrabbiata e anche un po' disillusa, adesso mi rendo conto che a lottare piano piano saranno sempre più larghi strati di popolazione e non solo una categoria (per esempio la nostra) e basta. Questo dobbiamo considerare: NON SIAMO SOLI. Man mano che la gente si rende conto, tanti sono disposti a lottare e a non farsi  mettere i piedi in testa.

Non è più un affare di sola legge sulla scuola, vi è in gioco tutta l'architettura di un paese dal punto di vista politico, economico, sociale e giuridico.


Ultima modifica di isula. il Dom Lug 12, 2015 8:31 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 8:23 pm

Cloretta ha scritto:
isula. ha scritto:

Abbiamo l'ultima flebile speranza in Mattarella, poi vi è la carta del referendum abrogativo degli articoli architrave.
Infine, vi è il bazooka voto che spero non vada mai più all'universo di sinistra e di destra (e neanche di centro).

"Gli uomini fuggono non tanto il fatto di essere truffati, quanto il fatto di essere danneggiati attraverso la truffa.
In fondo non è l'inganno che in questo caso essi detestano, bensì le brutte e nocive conseguenze di certi generi di inganni.
Soltanto in un senso ristretto come questo l'uomo vuole anche la verità. Egli desidera gli effetti piacevoli, e atti a conservare la vita, della verità; verso la conoscenza pura, priva di conseguenze, egli è indifferente, ed ha addirittura un atteggiamento ostile verso le verità che possono essere dannose e distruttrici."


(F. Nietzsche, "Su verità e menzogna in senso extramorale")

Ed io aggiungo questa citazione che calza a pennello a chi, come politico, truffa:
In tutti i grandi ingannatori è degno di nota un fenomeno al quale essi devono il loro potere. All’atto dell’inganno vero e proprio, fra tutti i preparativi, come l’orrendo nella voce, nell’espressione e nei gesti, in mezzo all’efficace messa in scena, sopravviene in loro la fede in se stessi: è questo che poi parla così miracolosamente e convincentemente a coloro che stanno intorno.
(Friedrich Nietzsche, "Al di là del bene e del male")
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 8:30 pm

isula. ha scritto:
Kkimba ha scritto:
isula. ha scritto:
Kimba, lascia perdere Cloretta.

Piuttosto io penso che bisogna in tutti i modi combattere e mai arrendersi.
Non lasciare nulla di intentato e comunque combattere combattere e combattere.

Abbiamo l'ultima flebile speranza in Mattarella, poi vi è la carta del referendum abrogativo degli articoli architrave.
Infine, vi è il bazooka voto che spero non vada mai più all'universo di sinistra e di destra (e neanche di centro).

concrdo in pieno. Speriamo anche nell'azione sindacale. Hai visto che la Cgil incomincia a muoversi? ma anche l'Anief non starà a guardare...Sel ha chiesto un incontro con Mattarella per domani.

Speriamo bene. Mentre fino a qualche giorno fa ero arrabbiata e anche un po' disillusa, adesso mi rendo conto che a lottare è un popolo e non solo una categoria (per esempio la nostra) e basta. Questo dobbiamo considerare: NON SIAMO SOLI. Man mano che la gente si rende conto, tanti sono disposti a lottare e a non farsi  mettere i piedi in testa.

Non è più un affare di sola legge sulla scuola, vi è in gioco tutta l'architettura di un paese dal punto di vista politico, economico, sociale e giuridico.

Infatti. E questa riforma va abrogata, perché annebbia le menti e la coscienza democratica dei cittadini. Va fatto x il bene delle future generazioni, a cui dobbiamo lasciare un Paese civile.
Tornare in alto Andare in basso
isula.



Messaggi : 795
Data d'iscrizione : 05.10.14

MessaggioOggetto: Re: firma Mattarella   Dom Lug 12, 2015 8:35 pm

Il silenzio e il non intervento di Mattarella non mi piacciono. E non vi è nessuna giustificazione politica e nessuna conoscenza della VERITA' "dannosa e distruttrice" nazionale e internazionale (ma che non vuole rendere palese a noi) che lo può assolvere.
Non è l'atteggiamento da uomo politico e la rimozione e/o il suo silenzio che salverà il popolo italiano.
Tornare in alto Andare in basso
 
firma Mattarella
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» [Caesar94] Firma e Avatar
» aggiornamento firma
» Battesimo, delucidazioni
» richiesta firma
» la religione nella dichiarazione universale dei diritti dell'uomo

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: