Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 tempi bui: classe di concorso sos

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 7:05 pm

Cari colleghi,
l'ultima bozza di regolamento classi di concorso va nella direzione opposta a quanto avrebbe senso per migliorare la qualità dell'inclusione scolastica. Ciò che temevamo è stato scritto sulla carta: abolizione aree disciplinari (poi mi spiegheranno come farò a sostenere chiunque in quinta superiore in matematica, io che sono di lettere...), ma soprattutto classe di concorso separata.

Nella bozza originaria c'era anche classe di concorso sos per infanzia ed elementare, che da questa bozza è sparita. Mi auguro fortemente che i sindacati non appoggino mai una differenza tra ordini di scuola rispetto a titolo, tipologia di posto e possibilità di mobilità, vincoli di permanenza, accumulo di punti per i precari...

Già in altri post ho dichiarato la mia forte contrarietà a una classe di concorso. Credo dobbiamo farci sentire prima possibile, contrattando ALMENO il mantenimento della tipologia di posto e dei diritti acquisiti dagli attuali titolari, se proprio si vuole SPERIMENTANDO l'area unica. Secondo me sarà un delirio e un fallimento, ma se sperimentiamo qualcosa prima di decidere definitivamente potrei anche essere d'accordo.

Se invece sarà così, non ho intenzione di fare l'insegnante di sostegno a forza, transitata su una classe di concorso che non ho scelto, a sostenere in materie che all'atto della mia assunzione non erano di mia competenza e che non sono in grado di (nè, sinceramente, voglio!) seguire.

Cosa possiamo fare? Credo sia una norma assolutamente deleteria sia per la qualità dell'inclusione dei ragazzi che per la qualità del lavoro dei docenti. Non può, inoltre, passare l'idea che "sostegno" possa essere un tipo di posto in un ordine di scuola e una classe di concorso in un'altra. Non può passare una linea che tuteli solo formalmente i docenti di sostegno e di fatto li vincoli a tempo "indeterminato"...
Spero di sentire le vostre voci, a presto
GiGi79
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 8:02 pm

Spero che la classe di concorso valga per i futuri ingressi nel sostegno.
Chi ha già un'abilitazione su di una classe di concorso non può essere obbligato al sostegno a vita.
Tutto questo, secondo me, otterrà i risultati opposti a quelli auspicati.
Nessuno vorrà più lavorare sul sostegno.
E l'inclusione scolastica diventerà una bella storia da raccontare ai nipotini...
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 8:37 pm

Una situazione terribile: stanno calpestando la dignità professionale delle persone.
Il sostegno non lo vorrà fare più nessuno: chi, infatti, dopo avere studiato tanto, si accontenterà di fare da "badante" e si metterà nella condizione di passare per "inetto", dovendo aiutare dei ragazzi ad apprendere materie che non conosce?
Invito tutti quelli che sono contrari alla classe unica per il sostegno a scrivere qui sotto un messaggio di dissenso. Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 608
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 9:43 pm

Ma io non ho capito...quindi il sostegno diventa una classe di concorso a sè, polivalente (tutto a tutti)?
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 10:02 pm

C'è una grande barriera tra gli insegnanti curricolari e gli insegnanti di sostegno... Una barriera fatta di incomunicabilità e di "questo è compito mio" e "questo è compito tuo"...
Me ne accorgo molto in questo periodo... ho qualche ora sulla mia materia affiancata alle ore su sos.... In altre parole sono "bis-abile"... come ho già detto a qualcuno... Non sono solo gli insegnanti curricolari a costruire la barriera... ma sono anche alcuni sos che sono "gelosi" degli alunni H... che non permettono ai curricolari di avvicinarsi o di partecipare alla programmazione... Hanno paura di sentirsi scavalcati...
E poi ci sono i curricolari che delegano tutto ai sos... questo è un luogo comune...?!?

Metteranno una classe di concorso a parte?!? Ebbene... questo muro diventerà sempre più robusto... a danno dell'integrazione...

Io invece ritengo che la "bis-abilità" cioè avere alcune ore su sos e alcune sulla propria materia un modo per avere più visuali della situazione....
E' un modo per poter comunicare con tutti... ed eventualmente farsi un'autocritica: "anch'io sono stata gelosa del mio alunno?!? Anch'io quando lavoro su materia non sono sufficientemente attenta ai bisogni educativi speciali?!?"...

Ci metteranno in una classe di concorso a parte... e quindi divisioni nette...

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
Cinderella



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 27.10.09

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 10:04 pm

dami ha scritto:
Una situazione terribile: stanno calpestando la dignità professionale delle persone.
Il sostegno non lo vorrà fare più nessuno: chi, infatti, dopo avere studiato tanto, si accontenterà di fare da "badante" e si metterà nella condizione di passare per "inetto", dovendo aiutare dei ragazzi ad apprendere materie che non conosce?
Invito tutti quelli che sono contrari alla classe unica per il sostegno a scrivere qui sotto un messaggio di dissenso. Grazie.

Non condivido quello che dici: io sto bene su sos perché ritengo che i ragazzi H mi arricchiscano...
Però ritengo che lavorare su sos NON debba escludere il poter lavorare sulla propria materia....

Ciao da Cindy
Tornare in alto Andare in basso
Marcos2k



Messaggi : 4249
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 10:18 pm

non ho capito una cosa però: migrando nell'area di sostegno unica si resterà bloccati a vita sul sostegno, senza nessuna possibilità di usufruire del passaggio sulla materia dopo il vincolo quinquennale?
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Gio Dic 06, 2012 11:16 pm

La bozza (che è appunto tale: una bozza, con anche qualche bel refuso dentro ancora presente) tratta della sola tabella A. Il sostegno infanzia e primaria non vi rientra perché sono una situazione a parte.

La cancellazione delle 4 aree, e la creazione dell'area unica, darà vita probabilmente alla "titolarità" su posto di sostegno anche alle superiori (cosa che è da sempre così alle medie e, a quanto mi risulta, anche all'infanzia e alla primaria) con la scomparsa della figura del DOS (docente di organico di sostegno).

Sul fatto che ci siano cambiamenti sulla mobilità, davvero mi dovete dire dove li leggete (e ribadisco il verbo: LEGGETE, non deducete).
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Ven Dic 07, 2012 1:17 pm

Preciso che non lavoro alle superiori. Ritengo però che avere le 4 aree dava comunque agli insegnanti la possibilità di insegnare la propria materia (e già così non sempre).
Secondo me, stare in classe solo per "tenere compagnia" all'alunno e supportarlo psicologicamente, senza poter predisporre in base alle proprie competenze una situazione didattica adeguata, in quanto magari non se ne è in grado (ad es. insegno italiano e devo aiutare per matematica o per economia), equivarrà a mortificare la professione.
Non c'entra niente la questione dello stare bene o meno coi ragazzi. Io, per es., trovo gratificante fare sostegno, quando il contesto non scarica su di me le proprie contraddizioni. Non trovo invece gratificante essere utilizzata come Jolly per ogni situazione anomala che possa accadere a scuola, come se fossi una tuttologa tuttofare sempre a disposizione per ogni esigenza altrui.
La divisione in aree secondo me giustificava tutto il percorso di studi che l'insegnante di sostegno doveva aver fatto in precedenza: già chi fa sostegno ha abbastanza problemi nella situazione attuale, figuriamoci quando sarà evidente che l'unico obbiettivo rimarrà quello di "integrare" il ragazzo dva nella classe, senza preoccuparsi più di ciò che realmente andrà ad apprendere...
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Ven Dic 07, 2012 3:57 pm

Albith ha scritto:

La cancellazione delle 4 aree, e la creazione dell'area unica, darà vita probabilmente alla "titolarità" su posto di sostegno anche alle superiori (cosa che è da sempre così alle medie e, a quanto mi risulta, anche all'infanzia e alla primaria) con la scomparsa della figura del DOS (docente di organico di sostegno).

Sul fatto che ci siano cambiamenti sulla mobilità, davvero mi dovete dire dove li leggete (e ribadisco il verbo: LEGGETE, non deducete).

Sono d'accordo che non si legge sulla bozza... ma chi arriva tardi, a bozza approvata, si trova a conti fatti e dovrà solo subire. La mobilità è materia sindacale, ma con una classe di concorso a livello di legge mi spieghi come faranno i sindacati a tutelare una mobilità per tipologia di posto?!

E poi, perdonami, non è difficile dedurre perchè abbiano fatto questa proposta. Forse si sono accorti che negli ultimi anni di tagli hanno assunto molto su sostegno e pochissimo sulle discipline (per colpa non certo nostra) e vogliono porre un freno ulteriore a chi, assunto senza possibilità di scelta tra sostegno e materia, è stato in fondo "costretto" a optare per il sostegno.

La deduzione (come la chiami tu) è molto semplice: finchè si chiamerà "tipologia di posto sostegno" (ma dalla classe di concorso di appartenenza) la mobilità è di seconda fase, cioè trasferimento.
Se diventa classe di concorso a sè, non si capisce perchè debba continuare a essere di seconda fase e non invece passaggio di cattedra. Alle medie si ha titolarità, ma nel tipo di posto, non su classe di concorso! alle superiori si è DOS, ma la titolarità è su classe di concorso!

Sono decisamente convinta che questa proposta è fatta PER vincolare ulteriormente i docenti di sostegno, non certo per valorizzarne la professionalità.
Ho speso mille parole altrove contro l'area unica e sono convinta che sia la fine del sostegno "didattico" nella scuola superiore, ma se la prospettiva è la classe di concorso è ancora peggio.
Meglio "sperimentare" l'area unica (sarà fallimentare, ma se qualcuno vuole far finta di tutelare così i diritti dei docenti specializzati... prego, avremo folle di docenti di arte, musica, tecnica, disegno, diritto nelle classi...) mantenendo però la tipologia di posto e non la classe di concorso.

Se lo fanno per le elementari, dobbiamo batterci perchè lo facciano anche alle medie e superiori. Non deve essere possibile che nei due ordini di scuola il sostegno abbia trattamenti diversi.

Io, che farei sostegno anche a vita nella prospettiva della bis-abilità e per qualche ora del mio orario di cattedra, a queste condizioni non sono disposta a lavorare. Non conosco meccanica, elettronica, matematica e non voglio assolutamente essere costretta a subire questa riforma.
Secondo me dovremmo sentire qualche avvocato del lavoro (a tutela del nostro contratto, per chi è di ruolo; a tutela dei propri diritti di punteggio, per chi è precario).


Ultima modifica di GiGi79 il Ven Dic 07, 2012 4:06 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Ven Dic 07, 2012 4:01 pm

Marcos2k ha scritto:
non ho capito una cosa però: migrando nell'area di sostegno unica si resterà bloccati a vita sul sostegno, senza nessuna possibilità di usufruire del passaggio sulla materia dopo il vincolo quinquennale?

la risposta è "chissà"... La verità è che anche oggi nessuno garantisce il passaggio alla materia dopo il vincolo quinquennale. Ti consentono solo di fare domanda, ottenerlo è un'altra storia.

Io credo che non "vieteranno" la possibilità di fare la domanda, metteranno però soglie di sbarramenti tali che sarà difficilissimo ottenerlo.
Non credo che il problema sia l'area unica (quella ha ricadute sulla qualità didattica e sulla gestione del personale precario, prevalentemente...). Il problema per la mobilità, a mio parere, si avrebbe con la classe di concorso.
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Ven Dic 07, 2012 6:24 pm

GiGi79 ha scritto:
Marcos2k ha scritto:
non ho capito una cosa però: migrando nell'area di sostegno unica si resterà bloccati a vita sul sostegno, senza nessuna possibilità di usufruire del passaggio sulla materia dopo il vincolo quinquennale?

la risposta è "chissà"... La verità è che anche oggi nessuno garantisce il passaggio alla materia dopo il vincolo quinquennale. Ti consentono solo di fare domanda, ottenerlo è un'altra storia.

Io credo che non "vieteranno" la possibilità di fare la domanda, metteranno però soglie di sbarramenti tali che sarà difficilissimo ottenerlo.
Non credo che il problema sia l'area unica (quella ha ricadute sulla qualità didattica e sulla gestione del personale precario, prevalentemente...). Il problema per la mobilità, a mio parere, si avrebbe con la classe di concorso.

Temo che tu abbia ragione. A parole insegnare sostegno è bellissimo e gratificante, di fatto si è "inchiodati" come Cristo sulla Croce (mi scuso per i toni tragici, ma oggi ho avuto proprio una giornataccia. Se chiedere di scrivere due righe di compiti al ragazzino in mia assenza sia chiedere troppo, non saprei!!!).
Se i nostri sapienti lumi del ministero fossero così convinti della bontà e dell' "appetibilità" di questo lavoro, toglierebbero il vincolo quinquennale. Così potrebbero lavorare con persone davvero motivate. Io non lo sono più.
Tornare in alto Andare in basso
Marcos2k



Messaggi : 4249
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Ven Dic 07, 2012 6:40 pm

anche a me il sostegno andrebbe bene a vita, se non fosse per le storture e le vessazioni che dobbiamo subire, tipo quando vedo che manca il docente pincopallo di altra sezione e io sul registro delle sostituzioni vedo il mio nome a sostituirlo quando dovrei essere in classe con il ragazzo che dovrei seguire e questo quasi ogni giorno. Per non parlare degli scambi d'orario per coprire i colleghi assenti: domani entra alla prima ora e esci poi prima. Ma io non ho un orario come tutti gli altri? alla fine siamo sempre noi di sostegno a pagarne le conseguenze e non è giusto e se rifiuti sei visto come uno scioperato che invece di aiutare la scuola vuole andarsi a riposare in classe grazie alla compresenza.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Sab Dic 08, 2012 9:34 am

Mi fa molto piacere che qualcuno abbia sollevato il problema dell'orario di servizio, poiché ci sono scuole in cui l'insegnante di sostegno può essere invitato a non venire al lavoro intere giornate (poiché risulta assente il bambino/ragazzo che segue), salvo poi recuperare l'orario non svolto non certo sul bambino/ragazzo dva, ma guardacaso per le supplenze in altre classi!
Invito caldamente i colleghi, laddove possibile, a provare a trasferirsi in altre scuole, allorquando si rendano conto che nel proprio contesto di lavoro viene calpestata la dignità degli insegnanti di sostegno, utilizzandoli come tappabuchi.
Altro che continuità didattica ed educativa... Ormai ci viene chiesto di essere gli ultimi degli ultimi, considerati meno dei supplenti di terza fascia delle G.I. con incarichi per le supplenze brevi... anche quando di ruolo e da diversi anni...
Naturalmente col vincolo dei 5 anni per gli insegnanti di sostegno (che potrebbe essere aumentato: infatti ci stanno già pensando) la scuola sembra essersi posta al riparo per ogni emergenza educativa: non più classi scoperte, bambini non certificati a carico comunque degli insegnanti di sostegno, L2 agli stranieri, programma differenziato per i DSA, etc.....E l'essere guardati male se si cerca di salvaguardare i propri diritti, con tanto di minacce velate e rimproveri in sedi collettive.... Che schifo!
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 608
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Sab Dic 08, 2012 4:12 pm

A me sta bene tutto, certo quando mi manderanno magari in un tecnico/geometra/ragioneria, ad aiutare un ragazzino H che fa la curricolare e che dovrà fare l'esame di stato, e mi chiederanno di dare una mano in economia aziendale, tecnologia delle costruzioni, estimo o altra roba simile ci sarà da ridere.
Ma tanto si sa, nel prossimo futuro i casi lievi (quelli da curricolare) non avranno più sostegno.
La norma e l'unificazione delle aree conferma che diventeremo dei badanti.
P.S. Ma allora, se è una classe di concorso a sè, il punteggio o lo carichi intero sul sostegno o lo carichi intero sulla materia, giusto?
Tornare in alto Andare in basso
chiarastella



Messaggi : 430
Data d'iscrizione : 31.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 12:11 am

GiGi79 ha scritto:
Cari colleghi,
l'ultima bozza di regolamento classi di concorso va nella direzione opposta a quanto avrebbe senso per migliorare la qualità dell'inclusione scolastica. Ciò che temevamo è stato scritto sulla carta: abolizione aree disciplinari (poi mi spiegheranno come farò a sostenere chiunque in quinta superiore in matematica, io che sono di lettere...), ma soprattutto classe di concorso separata.

Nella bozza originaria c'era anche classe di concorso sos per infanzia ed elementare, che da questa bozza è sparita. Mi auguro fortemente che i sindacati non appoggino mai una differenza tra ordini di scuola rispetto a titolo, tipologia di posto e possibilità di mobilità, vincoli di permanenza, accumulo di punti per i precari...

Già in altri post ho dichiarato la mia forte contrarietà a una classe di concorso. Credo dobbiamo farci sentire prima possibile, contrattando ALMENO il mantenimento della tipologia di posto e dei diritti acquisiti dagli attuali titolari, se proprio si vuole SPERIMENTANDO l'area unica. Secondo me sarà un delirio e un fallimento, ma se sperimentiamo qualcosa prima di decidere definitivamente potrei anche essere d'accordo.

Se invece sarà così, non ho intenzione di fare l'insegnante di sostegno a forza, transitata su una classe di concorso che non ho scelto, a sostenere in materie che all'atto della mia assunzione non erano di mia competenza e che non sono in grado di (nè, sinceramente, voglio!) seguire.

Cosa possiamo fare? Credo sia una norma assolutamente deleteria sia per la qualità dell'inclusione dei ragazzi che per la qualità del lavoro dei docenti. Non può, inoltre, passare l'idea che "sostegno" possa essere un tipo di posto in un ordine di scuola e una classe di concorso in un'altra. Non può passare una linea che tuteli solo formalmente i docenti di sostegno e di fatto li vincoli a tempo "indeterminato"...
Spero di sentire le vostre voci, a presto
GiGi79


GiGi79, nonostante il tuo grande impegno questa stortura va avanti. Ma mi domando come si possa anche solamente pensare di avere buoni insegnanti se l' insegnante di sostegno dovrà
"mediare" materie che non conosce. E NON MI VENISSERO A DIRE CHE MI DEVO STUDIARE LA LEZIONCINA PER POTER FARE LA MAPPA ALL' ALUNNO! Il docente curricolare d' italiano insegna le sue materie e non vedo perchè i docenti di sostegno devono diventare tuttologi.Io personalmente mi sentirò enormemente frustrata e demotivata a mediare per così dire per materie che non appartengono alla mia formazione. Ora sì che certe associazioni dovrebbero insorgere contro un provvedimento del genere: io non ci sto a fare un lavoro diverso da quello da quello nel quale sono stata assunta!
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 9:32 am

La discussione è complessa ma mi viene da dire una cosa: nel concorso che sta partendo sono stati banditi anche vari posti di sostegno a cui si accederà da elenchi incrociati.

I colleghi di materie non oggetto di concorso, ma specializzati sul sostegno, lamentano la disparità e chiedono che i posti di sostegno siano attribuiti secondo una diretta procedura concorsuale.

Questo per dire che il timore che NESSUNO vorrà più lavorare sul sostegno è una bella favola che racconterò ai miei nipoti...
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 6:46 pm

Albith ha scritto:

Questo per dire che il timore che NESSUNO vorrà più lavorare sul sostegno è una bella favola che racconterò ai miei nipoti...

Hai ragione, Albith, QUALCUNO che vorrà lavorare sul sostegno lo si troverà sempre. Il problema, secondo me, è motivazionale. Si vuole lavorare sul sostegno perchè è l'unica opportunità per lavorare? o lo si vuole fare perchè lo si ritiene un bel lavoro e lo si condivide? lo si vuole fare perchè gratifica? o perchè costa meno "fatica" nella preparazione didattica? Credo che ognuno possa avere la sua motivazione.
E' pur sempre un lavoro utile, onesto e retribuito meglio degli educatori, quindi ci credo che qualcuno lo voglia fare.

Mi pare, però, realistico pensare che la maggior parte (non tutti, senz'altro, ma la maggior parte) lavori su sostegno più per necessità che per scelta. Questo non significa nè farlo male nè essere irresponsabili o approfittatori, ma mi pare realistico che non siano moltissimi a scegliere per vocazione questo mestiere. Questa, almeno, è la mia percezione dai molti colloqui con colleghi e amici che frequento.

Visto che se ne stanno accorgendo e si stanno rendendo conto che 1) i docenti sos sono aumentati molto 2) spesso vogliono usare la mobilità come possibilità di crescita professionale, penso stiano cercando alcune strategie per 1) ridurre il personale 2) limitare la mobilità.

Spero di sbagliarmi, ma non credo di essere molto lontana...
G
Tornare in alto Andare in basso
Fedup



Messaggi : 580
Data d'iscrizione : 15.09.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 8:37 pm

GiGi79 ha scritto:
Albith ha scritto:

Questo per dire che il timore che NESSUNO vorrà più lavorare sul sostegno è una bella favola che racconterò ai miei nipoti...

Hai ragione, Albith, QUALCUNO che vorrà lavorare sul sostegno lo si troverà sempre. Il problema, secondo me, è motivazionale. Si vuole lavorare sul sostegno perchè è l'unica opportunità per lavorare? o lo si vuole fare perchè lo si ritiene un bel lavoro e lo si condivide? lo si vuole fare perchè gratifica? o perchè costa meno "fatica" nella preparazione didattica? Credo che ognuno possa avere la sua motivazione.
E' pur sempre un lavoro utile, onesto e retribuito meglio degli educatori, quindi ci credo che qualcuno lo voglia fare.

Mi pare, però, realistico pensare che la maggior parte (non tutti, senz'altro, ma la maggior parte) lavori su sostegno più per necessità che per scelta. Questo non significa nè farlo male nè essere irresponsabili o approfittatori, ma mi pare realistico che non siano moltissimi a scegliere per vocazione questo mestiere. Questa, almeno, è la mia percezione dai molti colloqui con colleghi e amici che frequento.

Visto che se ne stanno accorgendo e si stanno rendendo conto che 1) i docenti sos sono aumentati molto 2) spesso vogliono usare la mobilità come possibilità di crescita professionale, penso stiano cercando alcune strategie per 1) ridurre il personale 2) limitare la mobilità.

Spero di sbagliarmi, ma non credo di essere molto lontana...
G

Condivido tutte le parole di GiGi79.
Non tutti hanno la vocazione al sostegno. Per mia esperienza personale, credo che lavori con maggiore onestà e professionalità chi pur non amandolo, si sforza di dare il meglio di sè, piuttosto che chi, dichiarando di trovarsi benissimo, non lavora affatto.
Io trascorro i miei pomeriggi a lavorare per il ragazzino che mi hanno affidato. E sono certa di prodigarmi più di tanti altri colleghi.
Penso che non sia un delitto ambire al passaggio alla materia dopo aver sacrificato cinque anni della propria vita, che sono un tempo ragguardevole.
Non per essere polemica, ma ricordo che dallo scorso anno scolastico chi ha avuto l'immissione in ruolo ha potuto scegliere se accettare o meno il sostegno. Scientemente. Gli anni precedenti ciò non è accaduto.

Quindi, se si dovesse decidere di cambiare in itinere le regole del gioco, non si può pensare che chi ha dovuto subire il ruolo sul sostegno stia lì a rassegnarsi.
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 608
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 9:02 pm

Io credo che il sostegno sia un lavoro molto a rischio burnout, è una delle più rischiose professioni d'aiuto.
Siamo a 20 anni dalla legge 104, quindi attualmente non esistono docenti che hanno sulle spalle più di 20 anni di sostegno.
Io vi invito a riflettere su alcune cose:
1)Volenti o nolenti, il sostegno oramai è riservato, e sarà sempre peggio, a casi gravi;
2)Tutto il costrutto previsto dalla 104 che individuava il docente di sostegno come una sorta di coordinatore/regista delle varie figure si è molto molto deteriorato pertanto in molti casi il docente di sostegno non coordina e non dirige ma è diventato il "soldato" di prima linea, che in mezzo a difficoltà e latitanza delle istituzioni cerca di mettere una pezza un po' a tutto;
3)Le nuove modalità di certificazione e di assegnazione delle ore spesso costringono a lavorare su più casi, anche gravi, creando quella fastidiosa situazione di eterna rincorsa, di mancanza di tempo, di lavoro fatto sempre a metà (o meglio non si riesce mai a fare come si vorrebbe e come meriterebbe il caso);
4)L'aumento del numero di classe per gli alunni, e l'aumento delle ore di insegnamento (io oramai lo do per scontato) creeranno non proprio delle condizioni ideali per l'integrazione e l'inclusione (classi numerose e colleghi curricolari alla canna del gas).
Se il docente che oggi ha 20 anni di anzianità sul sostegno ha avuto la fortuna di lavorare in classi poco numerose, con colleghi non sull'orlo della disperazione, magari durante la sua carriera ha avuto la fortuna di "rilassarsi" (psicologicamente) gestendo dei casi lievi per interi anni, nel futuro non sarà così.
Ci aspettano anni di casi gravi, magari anni in cui i casi lievi non ce li daranno ma lavoreremo sempre su casi gravi (avete mai provato a passare 18 ore la mattina seguendo due schizofrenici, avete provato? bene moltiplicatelo per 20 anni...il risultato è il manicomio).
Questo mi spinge sempre più a sostenere che il sostegno (se ben fatto, certo se uno deve andare là, sedere l'autistico o lo schizofrenico davanti al pc e intanto farsi gli affari suoi il problema si pone meno), almeno per come è messo e come sarà messo, non può essere un "mestiere" per la vita (immaginate 40 anni sul sostegno a queste condizioni?).
Io vi invito a riflettere su questo.
Tempo fa parlavo con dei miei amici tecnici della riabilitazione psichiatrica (ed a scuola, se continua così il sostegno lo daranno solo a questa categoria), bene, loro hanno tutta una serie di tutele fortissime (rotazione dei turni, orari di lavori che impongono pause, rotazione dei casi, seminari sulla gestione dello stress, permessi speciali, una serie di pratiche per evitare un coinvolgimento affettivo, ecc...ecc...) per evitare lo stress correlato ad una tipica professione di aiuto.
Io credo che prima o poi questo argomento (specie se diventa una classe di concorso a sè con la prospettiva di gente che per 40 anni è impiegata a fare una delle più massacranti professioni d'aiuto) debba essere seriamente discusso.
Buona discussione colleghi.
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 9:49 pm

Fedup ha scritto:

Non per essere polemica, ma ricordo che dallo scorso anno scolastico chi ha avuto l'immissione in ruolo ha potuto scegliere se accettare o meno il sostegno. Scientemente. Gli anni precedenti ciò non è accaduto.
Quindi, se si dovesse decidere di cambiare in itinere le regole del gioco, non si può pensare che chi ha dovuto subire il ruolo sul sostegno stia lì a rassegnarsi.

Credo che questa debba essere una motivazione forte da far valere ai sindacati. In realtà ci sono state differenze nella modalità di reclutare sul sostegno dal 2009 in poi. Sul fatto che l'anno scorso hanno potuto farlo scientemente, "tecnicamente" è vero se avessero compilato il modulo di rinuncia preventiva, in realtà quanti l'hanno compilato davvero in quest'epoca di tagli furiosi, con la prospettiva di entrare di ruolo?... meditate, gente... questo non vuol dire essere motivati; essere "coscienti" un po' di più, ma pur sempre fino a un certo punto.
Intendo dire che noi, da vent'anni a questa parte compreso l'anno in corso, eravamo coscienti che il sostegno era un tipo di posto e non una cdc; che era articolato per le superiori in aree disciplinari; che avevamo un vincolo quinquennale e godevamo della mobilità di seconda fase. QUESTE NORME non possono cambiare per chi le ha accettate. Al limite solo per chi entrerà in futuro (e anche qui, mi sento di condividere con eragon le riflessioni, sarà davvero un mestiere massacrante). Spero di cuore che non costringano nessuno mai più a fare questo mestiere a queste condizioni, e che permettano a chi non condivide questa deriva del sostegno mascherata da valorizzazione di non farne parte.
Io, piuttosto che così, preferisco essere DOP, giuro...
GiGi79
Tornare in alto Andare in basso
GiGi79



Messaggi : 280
Data d'iscrizione : 17.05.12
Località : Milano

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Lun Dic 10, 2012 10:03 pm

Fedup ha scritto:

Penso che non sia un delitto ambire al passaggio alla materia dopo aver sacrificato cinque anni della propria vita, che sono un tempo ragguardevole.

Sono d'accordo, nel senso di interpretare il termine "sacrificio" nel senso più alto e nobile del termine.
Le polemiche di chi ci vede come approfittatori non hanno ragione d'essere, penso al contrario che solo chi è fortemente motivato a diventare insegnante e a trovare la prospettiva di avere una stabilità professionale e una futura "continuità" sia disposto a fare anche un sacrificio così, cioè a occuparsi nella scuola con dedizione e per anni, delle situazioni più problematiche, sentendosi spesso poco considerato da colleghi e da altri studenti...
Chi si lamenta delle "passerelle" dal sostegno, forse non ha lavorato mai sul sostegno, o forse non per un tempo continuativo così lungo o su casi troppo gravi, o con continuità.
Cinque anni sono tanti, credetemi, nella vita di qualcuno. Se lo si fa con impegno, non passano poi così velocemente, anzi...
E poi, scusate, chi non si è sentito di fare un sacrificio come questo penso possa anche mettere in conto di non avere un eguale "contraccambio"! Troppo facile fare i "duri e puri" della materia pensando che chi è su sostegno lavora poco o male! Proprio il contrario secondo me... chi passa dal sostegno capisce tanti di quei problemi sulla scuola e sulle classi (e anche sugli alunni cosiddetti normali) che spesso un curricolare standard non nota neanche...
Quanto migliori potremmo essere insegnando anche le nostre materie dopo qualche anno di questo bagaglio?
Non solo non è un delitto la speranza di insegnare finalmente, penso anzi dovrebbe essere incoraggiata e valorizzata...

Senza polemica, i colleghi che ho incontrato io (e ribadisco nella mia esperienza, non voglio generalizzare...) che stanno "felici" sul sostegno e che non ambiscono a insegnare... ecco... di loro forse non ho molta stima. Questi sono quelli, di solito, che lavorano poco, che non si sentono di lavorare con tutta la classe e "si imboscano col ragazzino", che stanno al computer mentre l'alunno fa altro perchè tanto, poverino, non ce la fa...
Ce ne sarà qualcuno motivatissimo che sta sul sostegno al meglio... senz'altro... ma siamo 98.000!
Tornare in alto Andare in basso
Marcos2k



Messaggi : 4249
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Mar Dic 11, 2012 9:14 am

Non so e avete letto il commento di bruschi alla creazione dell'area unica: in tal modo il sostegno non sara' piu per alcuni il canale un piu' rapido accesso alla cattedra.
Ma in quali termini?
Tornare in alto Andare in basso
Albith



Messaggi : 10574
Data d'iscrizione : 22.08.10

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Mar Dic 11, 2012 9:27 am

Ognuno ha le sue motivazioni per fare il lavoro che fa: il discorso "missionario" sull'insegnamento, e su quello si sostegno in particolare, l'ho sentito in continuazione.

Sento anche il termine "costringere" in relazione al nostro lavoro di insegnanti (costretto al sostegno, costretto alle medie, costretto alle superiori, ecc. ecc.).

Costrizione e missione sono due concetti antitetici: dovete decidervi.

Per me non è né l'una (ho SCELTO di fare l'insegnante) né l'altra (non è una missione ma una PROFESSIONE).

Poi chiaramente ognuno ha le sua aspirazioni, giuste e legittime, ma non è detto che si riescano a raggiungere, ossia che siano DOVUTE.
Tornare in alto Andare in basso
dami



Messaggi : 1159
Data d'iscrizione : 28.08.11

MessaggioOggetto: Re: tempi bui: classe di concorso sos   Mar Dic 11, 2012 3:25 pm

Anche se è vero che molte persone accettano di lavorare sul sostegno per essere sicure di lavorare tutti gli anni, non si può generalizzare...
Esistono realtà territoriali dove si lavora bene sia sul sostegno che su posto comune.
In realtà la scelta di fare sostegno ha sempre più di una motivazione.
Fare del sostegno una classe di concorso a sé, per me è cosa sbagliata e che non gioverà. Ma come? Hanno tolto le classi speciali per non fare i ghetti per i disabili e poi si ghettizzano gli insegnanti in una classe di concorso, proprio nel momento in cui si intende ridurre il personale scolastico e quindi vi sarà sempre meno possibilità di fare dei passaggi in altro ruolo?
Riguardo a chi è entrato in ruolo su sostegno negli anni scorsi, ritengo che non possa essere escluso che ci sia stata la volontà di molti insegnanti di utilizzare il sostegno come più comoda rampa di accesso alla professione di insegnante curricolare; ma è proprio per questo che non si può congelare a posteriori la situazione sul sostegno: le nuove regole devono valere solo per i nuovi arrivati. Molti hanno deciso di impegnarsi sul sostegno solo per 5 anni e se li si impegnasse sul sostegno in via definitiva, il patto iniziale verrebbe a essere rotto.
Si deve assolutamente lasciare che la professione di insegnante di sostegno rimanga una scelta con l'imposizione di vincoli piccoli. Non sono infatti così sicura che in caso diverso continuerebbero a esserci frotte di persone a offrirsi per questo lavoro: forse si continuerebbero ad offrire i laureati in psicologia e scienze dell'educazione, ma non più, con tanto zelo, i laureati in altre discipline... quindi o cambiano i requisiti di accesso alla professione o si deve continuare a tenere solo un piccolo vincolo per la permanenza sul sostegno.
L'unica cosa che può veramente spingere i legislatori a fare questa riforma è, secondo me, la consapevolezza che nei prossimi anni ci saranno numerosi tagli sul sostegno... Allora conterà poco il fatto che vi saranno poche persone disposte a candidarsi per il sostegno... C'è da chiedersi però a quale deriva della scuola si andrà incontro, visto l'aumentare delle problematicità dell'insegnamento nell'era della scuola a carattere obbligatorio.
Tornare in alto Andare in basso
 
tempi bui: classe di concorso sos
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 3Andare alla pagina : 1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» info tempi icsi
» Tempi per Fivet
» Embrioni classe b
» Sono cambiati i tempi per la liquidazione del TFR?
» Classe A40

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: