Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sud favorito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
sconcertato_1



Messaggi : 397
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Sud favorito   Lun Set 26, 2016 8:58 am

Promemoria primo messaggio :

http://m.tecnicadellascuola.it/item/24048-docenti-trasferiti-da-sud-a-nord-e-andata-bene-dovevano-essere-9mila-in-piu.html

Ci aspettiamo un significativo calo della dispersione scolastica nonché una preparazione media superiore degli studenti meridionali rispetto ai colleghi settentrionali.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 8:32 am

mordekayn ha scritto:
Il sud è stato favorito anche nei dimensionamenti.
La regione Campania che ha circa la metà della popolazione studentesca lombarda ha appena 100 istituti autonomi in meno della Lombardia. (1100 Lombardia vs 1000 Campania), il che implica un carico di lavoro decisamente maggiore per chi lavora al nord, anche grazie alla mobilità  senza senso praticamente unidirezionale grazie alla Buona Scuola.

Cmq provate a spiegare a delle persone "normali" (cioè che non lavorano a scuola) che si sono inventati la titolarità in un ambito/scuola ma che poi a ottobre gli stessi docenti otterranno di lavorare dall'altra parte d'Italia con le "assegnazioni provvisorie"  (che fregheranno i docenti meridionali rimasti nelle GAE e che non hanno partecipato al piano di immissione straordinario per loro scelta)...registrate le loro reazioni e poi riportatele pure su OS ... ^_^

Per una volta sono d'accordo con Zaia..quest'anno l'anno scolastico doveva partire ad ottobre.

Come al solito con la prima parte del discorso porti acqua al tuo mulino, potrei ribatterti dicendo che la situazione in Campania è un po' diversa quanto all'utenza, perché scontiamo un tasso di dispersione scolastica tra i più alti d'Italia, e qui si tratta di un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Ma sarebbe troppo facile, per cui vorrei spostare l'attenzione sulla seconda parte del tuo discorso, quando vorresti coinvolgere le cosiddette persone normali nella valutazione di quanto sia accadendo nella scuola, anche se non mi esprimerei con quei verbi perché, se permetti, mi vanto di non aver mai "fregato" nessuno.
Le regole erano scritte, chi accettava il ruolo avrebbe dovuto quasi sicuramente spostarsi, io l'ho fatto coerentemente alla mia scelta, poi si è aperta la possibilità di chiedere l' utilizzazione interprovinciale e l'assegnazione provvisoria, e le ho richieste rispettando i requisiti previsti.
Ragion per cui se chiedi all'uomo di strada se sia normale essere in esubero a Milano piuttosto che a Napoli, credo ti possa rispondere che si tratti della stessa cosa, per cui egli stesso non vedrebbe il motivo per cui debba trasferirmi a Milano. E lo direbbe anche se non sapesse che sono in esubero persino su cattedra!
Perché allora dobbiamo essere biasimati se abbiamo rispettato le regole?
Quanto alla partenza dell'anno scolastico, non darti pena insieme a avido, probabilmente per me non inizierà affatto e sto già cominciando a farne una malattia...
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7546
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 8:51 am

Francé ... Il problema non è il docente che onestamente e legalmente usufruisce di queste regole... Ma chi queste regole prima le toglie, poi fa partire tutta una nuova procedura di folle assunzione, poi ricambia le regole in corsa favorendo molti e fregandone (lui sì) altrettanti.
L'uomo comune di noi.. Meno sa e meglio sta.
L'uomo comune con le sue tasse ci paga lo stipendio.
Se, come spesso accade ultimamente, lui uno stipendio manco l'ha più... Meglio raccontare poco, fidatevi, anche se avendo l'uomo comune in casa, come compagno di vita, qualche aneddoto mi sfugge. .. Poi me ne pento. Sempre.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 10:47 am

tellina ha scritto:
Francé ... Il problema non è  il docente che onestamente e legalmente usufruisce di queste regole...  Ma chi queste regole prima le toglie,  poi fa partire tutta una nuova procedura di folle assunzione,  poi ricambia le regole in corsa favorendo molti e fregandone (lui sì)  altrettanti.
L'uomo comune di noi.. Meno sa e meglio sta.
L'uomo comune con le sue tasse ci paga lo stipendio.
Se,  come spesso accade ultimamente,  lui uno stipendio manco l'ha più... Meglio raccontare poco,  fidatevi,  anche se avendo l'uomo comune in casa,  come compagno di vita,  qualche aneddoto mi sfugge. .. Poi me ne pento.  Sempre.

Mi spiace per la situazione familiare e ti auguro volga al meglio :-)
Però resta il fatto che sono in esubero a Milano e forse potrei essere impiegata in maniera più produttiva a Napoli, credo che per l'uomo comune questo abbia un peso ed anche per il contribuente.
Onestamente per ora non so risponderti, se dovessero darmi l'u.i. o l'a.p. ti farò sapere, altrimenti resterò ancora nel mio limbo :-(
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 2:14 pm

Francesca4 ha scritto:
No non so come siano le prime prove di un TFA, anche se so cosa sia.
Non ho alcun timore di dire la verità, ma dimmi un po' c'era il computer a valutare anche tutte le prove finali,e presumibilmente intermedie, non saprei, oltre quella di ammissione?
O quella d'ammissione esauriva tutto lo scibile dei candidati ed era l'unica valutativa?
Dai, racconta un po', soddisfa la mia curiosità!
Certo che no, la prima prova è stata l'unica "computer based, ma è stata quella responsabile della maggior parte dei "decessi".

Nella mia cdc siamo partiti in 120 (circa) e la prima prova l'abbiamo superata in 60 (circa); di questi abbiamo superato in 40 la coppia scritto+pratica e poi tutti abbiamo superato l'orale.

Prima prova unica ? No; più importante ? Neanche, lo erano di più la coppia scritto-pratica; più selettiva ? Si, assolutamente sì, ed è stata quella che ha falciato di più al sud che al nord.

Il problema esiste, possiamo discutere su quale sia la causa, ma non sulla sua esistenza.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 2:19 pm

Francesca4 ha scritto:
Cosa vorresti farmi sostenere? Che siamo tutti ignoranti?
Se la cosa ti fa stare meglio e ti rassicura nelle tue incrollabili certezze, fai pure; ho imparato, a rimuovere i giudizi altrui, perché, se ci penso, non posso evitare di soffrirne. E' il mio modo per difendermi da attacchi gratuiti e senza senso!
Ma stai pur certo che mai esprimerò un giudizio comparativo tra docenti del sud e quelli del nord in termini di minore o maggiore preparazione, sarebbero azzardati, generici e non veritieri con un unico prevedibile risultato:lasciare a qualcuno l'amaro in bocca!
Tra tutti e nessuno ci sono molte vie di mezzo.

Non si discute della preparazione dei docenti ma di quella degli studenti; gli studenti sono più impreparati e lo dimostrano nei concorsi dove fanno figure peggiori; poi i concorsi li vincono i migliori e non ho elementi per ritenere che i migliori meridionali non siano bravi quanto i migliori settentrionali.

Il difetto dei docenti meridionali non è l'ignoranza diffusa ma il buonismo diffuso, superiore al buonismo settentrionale.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 2:21 pm

Francesca4 ha scritto:
E tu, mia cara, ti sei mai posta il problema che le differenze valutative, tanto sbandierate, siano indissolubilmente legate ai parametri dei sistemi di valutazione che scegliamo di adottare ed alla interpretazione finale dei dati che ne scaturiscono ?
Conosci davvero un sistema oggettivo di valutazione degli apprendimenti?
Ne esistono di oggettivamente incontrovertibili?
Esatto, elegante traduzione di "buonismo diffuso"
Tornare in alto Andare in basso
Online
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 2:39 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
E tu, mia cara, ti sei mai posta il problema che le differenze valutative, tanto sbandierate, siano indissolubilmente legate ai parametri dei sistemi di valutazione che scegliamo di adottare ed alla interpretazione finale dei dati che ne scaturiscono ?
Conosci davvero un sistema oggettivo di valutazione degli apprendimenti?
Ne esistono di oggettivamente incontrovertibili?
Esatto, elegante traduzione di "buonismo diffuso"

Mi dispiace avido, ma ognuno cerca di essere come vorrebbe essere, e per quel che mi riguarda, non saprei essere arcigna e spietata, ma esigo il rispetto delle regole alla base della civile convivenza. Da questo punto di vista sono piuttosto dura e intollerante, e mi si legge in viso, anche se l'aspetto non mi aiuta, perché ho un atteggiamento piuttosto dolce e serafico, sempre ben disposta verso il prossimo e sempre col sorriso sulle labbra tanto da continuare ad essere paragonata dai miei colleghi e parenti ad un angioletto, nonostante non sia più una bambina da tanto, troppo tempo.
Però conosco abbastanza bene le regole e le conseguenze legate alla loro violazione per cui, se potessi continuare ad insegnare, credo che la mia prima lezione sarebbe improntata proprio a quest'argomento, non mancando di esplicitare quali possano essere nell'ordine gli strumenti giuridici di cui intenderei avvalermi per il rispetto del mio status e della mia persona sul quale non intendo assolutamente transigere.
Poi ...sia quel che sia!


Ultima modifica di Francesca4 il Mar Set 27, 2016 3:16 pm, modificato 3 volte
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Set 27, 2016 2:44 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Il difetto dei docenti meridionali non è l'ignoranza diffusa ma il buonismo diffuso, superiore al buonismo settentrionale.

Su questo non concordo assolutamente, la mia visione delle cose non è improntata al buonismo diffuso ed è perfettamente speculare a quella di tanti miei colleghi settentrionali.
Questa volta sei tu a non avere l'esperienza del confronto con i docenti delle scuole meridionali! ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Erodoto



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Gio Set 29, 2016 5:32 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Voglio dire, come è possibile che al sud si lamentino (giustamente) una sistematica scarsità di risorse, la mancanza di tempo pieno alle elementari, la mancanza di attività integrative alle medie e alle superiori, il tasso di dispersione scolastica molto più alto rispetto al nord, tutte lamentele legittime e GIUSTE... e però alla fine vengano fuori comunque voti più alti?

Succede che nella mia regione del profondo nord, circa 520.000 abitanti, abbiamo avuto la stratosferica cifra di 24 studenti con il 100 e Lode. Vai a vedere come è andata in Puglia, dove sono poco più di 4 milioni, quindi 8 volte di più, e in base alla statistica te ne aspetteresti 200 o giù di lì ma siccome al risultato possono concorrere altri fattori e la statistica non è una scienza esatta stai largo e butti lì un generoso 400, per stare bello largo. E invece no, in Puglia con il 100 e Lode sono usciti in 945.
Metti pure che da noi sono stati particolarmente capre e là molto brillanti però i numeri comunque non reggono.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Gio Set 29, 2016 9:43 pm

Francesca4 ha scritto:
mordekayn ha scritto:
Il sud è stato favorito anche nei dimensionamenti.
La regione Campania che ha circa la metà della popolazione studentesca lombarda ha appena 100 istituti autonomi in meno della Lombardia. (1100 Lombardia vs 1000 Campania), il che implica un carico di lavoro decisamente maggiore per chi lavora al nord, anche grazie alla mobilità  senza senso praticamente unidirezionale grazie alla Buona Scuola.

Cmq provate a spiegare a delle persone "normali" (cioè che non lavorano a scuola) che si sono inventati la titolarità in un ambito/scuola ma che poi a ottobre gli stessi docenti otterranno di lavorare dall'altra parte d'Italia con le "assegnazioni provvisorie"  (che fregheranno i docenti meridionali rimasti nelle GAE e che non hanno partecipato al piano di immissione straordinario per loro scelta)...registrate le loro reazioni e poi riportatele pure su OS ... ^_^

Per una volta sono d'accordo con Zaia..quest'anno l'anno scolastico doveva partire ad ottobre.

Come al solito con la prima parte del discorso porti acqua al tuo mulino, potrei ribatterti dicendo che la situazione in Campania è un po' diversa quanto all'utenza, perché scontiamo un tasso di dispersione scolastica tra i più alti d'Italia, e qui si tratta di un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Ma sarebbe troppo facile, per cui vorrei spostare l'attenzione sulla seconda parte del tuo discorso, quando vorresti coinvolgere le cosiddette persone normali nella valutazione di quanto sia accadendo nella scuola, anche se non mi esprimerei con quei verbi perché, se permetti, mi vanto di non aver mai "fregato" nessuno.
Le regole erano scritte, chi accettava il ruolo avrebbe dovuto quasi sicuramente spostarsi, io l'ho fatto coerentemente alla mia scelta, poi si è aperta la possibilità di chiedere l' utilizzazione interprovinciale e l'assegnazione provvisoria, e le ho richieste rispettando i requisiti previsti.
Ragion per cui se chiedi all'uomo di strada se sia normale essere in esubero a Milano piuttosto che a Napoli, credo ti possa rispondere che si tratti della stessa cosa, per cui egli stesso non vedrebbe il motivo per cui debba trasferirmi a Milano. E lo direbbe anche se non sapesse che sono in esubero persino su cattedra!
Perché allora dobbiamo essere biasimati se abbiamo rispettato le regole?
Quanto alla partenza dell'anno scolastico, non darti pena insieme a avido, probabilmente per me non inizierà affatto e sto già cominciando a farne una malattia...

A me personalmente piacerebbe lavorare in una realtà razionale, organizzata in modo razionale e gestita in modo logico..finchè non vedrò questo..continuerò a ragione a lamentarmi.
Io ho riportato due fatti:
Il primo è che in Lombardia il dimensionamento degli istituti scolastici è andato ben oltre quanto previsto per legge e infatti abbiamo circa 1100 istituti contro i circa 1000 della Campania nonostante in Campania vi sia circa la metà della popolazione. Delle due l'una: c'è qualcosa che non va con i dimensionamenti lombardi (che personalmente ritengo scriteriati..istituti troppo grandi da gestire sia per i Dirigenti che per le segreterie) o con i dimensionamenti campani..considerando anche che noi siamo terra di passaggio e questo comporta indubbiamente più lavoro gestionale. (da contratti, ai decreti, alle ricostruzioni, etc,etc)

Il secondo (ben più importante anche perchè i problemi della scuola non devono risolversi in una battaglia del sud vs il nord) è che il governo dei parameci e dell'abbiamo sbagliato un pò troppo con una mobilità folle e scriteriata (al 29 settembre CONTINUA l'emorragia dei docenti con le AP..oggi ad es. abbiamo perso l'unico docente specializzato di sostegno incaricato triennale per AP giù in Sicilia)  ha riempito gli ambiti milanesi fino all'orlo e nel caso del mio istituto anche oltre, tanto che delle tre docenti immesse in ruolo dopo i differiti del 1 settembre una è stata piazzata (scientemente) su posto in organico di fatto, perchè qualcuno ha sbagliato i conti e non c'erano altri posti da nessun altra parte.
E questo con una classe a tempo NORMALE, quando ovviamente la richiesta in organico era di avere una classe (come tutte le altre) a tempo PIENO, perchè a Milano serve il TEMPO PIENO dato che le donne LAVORANO.
In un mondo normale la docente di ruolo da gae non verrebbe piazzata a muzzo su OF ma direttamente in OD per avere classe a tempo pieno. In questo modo potremmo nominare sull'assegnazione e avere la docente titolare sulla classe a tempo pieno, liberando il posto per un supplente.
MA dato che abbiamo dei PARAMECI (oggettivamente parlando) le cose vanno in questo modo: con il provveditorato sfasciato, con le scuole DEVASTATE da titolari triennali di ufficio assenti su cui c'è da fare un fottuto caledoscopio di contratti brevi e saltuari  e che alla spicciolata stanno ottenendo AP  e con una didattica da far west dovuta a contratti N14 (cioè provvisori) in attesa di poterli fare definitivi.
Ho la media con circa 17  DOCENTI con N14 che non si sa quando (a metà ottobre? a novembre?) rischiano di saltare o di cambiare scuola...docenti di classi di concorso strategiche..(tra cui ad es. matematica)
in primaria tra sostegni e posti comuni andiamo a circa 20 contratti "provvisori"
MA che bella la buona scuola..

NOn essere incazzati da questa assurda situazione è impossibile, perchè abbiamo un cucchiaino con cui svuotare un oceano di casini creati da un governo di letterali inetti e incapaci, più dannosi di Tamerlano e Gengis Khan.

Infatti che dicevo ai fine agosto primi  di settembre con la seconda fase della chiamata diretta?
Ci fanno cazzeggiare con queste operazioni, ma qui la scuola inizia a breve..ecco..siamo ad ottobre e ancora il provveditorato (sottolineo per colpe NON SUE) non ha neanche iniziato a scorrere le GAE per i TD..

Se poi per alcuni questo è normale..alzo le braccia e mi arrendo.
Qualcuno però in un modo o nell'altro dovrà pagare per quello che ha combinato.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Gio Set 29, 2016 10:30 pm

tellina ha scritto:
Francé ... Il problema non è  il docente che onestamente e legalmente usufruisce di queste regole...  Ma chi queste regole prima le toglie,  poi fa partire tutta una nuova procedura di folle assunzione,  poi ricambia le regole in corsa favorendo molti e fregandone (lui sì)  altrettanti.
L'uomo comune di noi.. Meno sa e meglio sta.
L'uomo comune con le sue tasse ci paga lo stipendio.
Se,  come spesso accade ultimamente,  lui uno stipendio manco l'ha più... Meglio raccontare poco,  fidatevi,  anche se avendo l'uomo comune in casa,  come compagno di vita,  qualche aneddoto mi sfugge. .. Poi me ne pento.  Sempre.

Non ha nessun senso spostare "fittiziamente" un docente dalla Sicilia dandogli un incarico triennale a Milano per poi concedergli una assegnazione provvisoria (dopo avergli fatto differire l'anno scorso grazie a vari emendamenti il ruolo) scontata un mese (cosa di cui sono contento anch'io, oltre che l'interessato) dopo perchè a torto o a ragione gli AT siciliani stanno dando addirittura ai non specializzati i posti di sostegno per le ap. (fanno bene, a brigante, brigante e mezzo).
Tralasciamo il neurodelirio cui sono soggetto visto che mi ritrovo a dover fare  il personale, cosa che giustamente frega poco..
E il bambino che ha diritto ad un docente  specializzato di sostegno e che ai primi di ottobre sarà letteralmente introvabile?
Ci va Renzi adesso?

Che senso ha una cosa del genere?
Nessuna.

Il governo (parlo del governo perchè oramai con l'escamotage dell'urgenza e della necessità ha in mano l'iniziativa legislativa, il parlamento è svuotato) quando ha in mente di fare le solite riforme contro la povera scuola pubblica (o ciò che rimane) non deve legiferare con il solo intento di far propaganda, ma DEVE avere ben chiaro come funziona fattivamente la scuola, che è macchina amministrativa complessa, dato che coinvolge circa 1 milione di lavoratori.

Ste cose la Puglisi e Faraone non le sapevano?
Certo che le sapevano benissimo. (non sono così stupidi, non fino a questo punto)..ma sono andati avanti lo stesso a colpi di fiducia, contro l'opinione di tutti (appellandosi genericamente agli stakeholder al dibattico sulla scuola) perchè dovevano assolutamente passare alla storia con la loro cavolo di riforma epocale.
Tornare in alto Andare in basso
Green.Golden



Messaggi : 301
Data d'iscrizione : 26.10.14

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 6:41 am

Nessuno pensa che forse sono i 100 alle maturità nel nord ad essere troppo pochi, e non quelli al sud ad essere troppi?

Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 9:29 am

mordekayn ha scritto:


A me personalmente piacerebbe lavorare in una realtà razionale, organizzata in modo razionale e gestita in modo logico..finchè non vedrò questo..continuerò a ragione a lamentarmi.

Anche a me piacerebbe vivere in quel mondo lì, e capisco le ragioni delle tue doglianze, ma col tempo scoprirai che si tratta di una prospettiva utopica, che non vuol dire non lottare per realizzarla, ma fare, in coscienza e diligenza, tutto il possibile per avvicinarci ad essa, ben consapevoli dei nostri limiti. Paradossalmente sono contenta che la pensi così, hai dalla tua parte tutta la forza della gioventù, e se non proviamo a coltivare questi desideri, almeno alla tua età, il mondo sarebbe condannato alla staticità.
Ma veniamo ai fatti.


mordekayn ha scritto:


Io ho riportato due fatti:
Il primo è che in Lombardia il dimensionamento degli istituti scolastici è andato ben oltre quanto previsto per legge e infatti abbiamo circa 1100 istituti contro i circa 1000 della Campania nonostante in Campania vi sia circa la metà della popolazione. Delle due l'una: c'è qualcosa che non va con i dimensionamenti lombardi (che personalmente ritengo scriteriati..istituti troppo grandi da gestire sia per i Dirigenti che per le segreterie) o con i dimensionamenti campani..considerando anche che noi siamo terra di passaggio e questo comporta indubbiamente più lavoro gestionale. (da contratti, ai decreti, alle ricostruzioni, etc,etc)

Vedi, la realtà non è fatta solo di numeri, ma di situazioni che sfuggono al computo numerico e di cui i numeri non sono che la punta dell'iceberg.
Tu mi parli di dimensionamento, io ti parlo di dispersione scolastica, ma anche volendo escludere la problematica relativa allo stato, l'efficienza e le dimensioni delle scuole campane, che, se permetti,  ha un suo peso nel computo meramente matematico che proponi, resta il fatto che troppi studenti campani non arrivano al diploma ed alcuni di loro  si perdono nelle strade della criminalità diffusa, macro e micro, organizzata e non.
Questo è un fatto incontrovertibile, rispetto al quale, come istituzione scolastica siamo chiamati ad almeno tentare una risposta, e senza la quale non abbiamo ragione di continuare nella nostra missione formativa.  

mordekayn ha scritto:


Il secondo (ben più importante anche perchè i problemi della scuola non devono risolversi in una battaglia del sud vs il nord) è che il governo dei parameci e dell'abbiamo sbagliato un pò troppo con una mobilità folle e scriteriata (al 29 settembre CONTINUA l'emorragia dei docenti con le AP..oggi ad es. abbiamo perso l'unico docente specializzato di sostegno incaricato triennale per AP giù in Sicilia)  ha riempito gli ambiti milanesi fino all'orlo e nel caso del mio istituto anche oltre, tanto che delle tre docenti immesse in ruolo dopo i differiti del 1 settembre una è stata piazzata (scientemente) su posto in organico di fatto, perchè qualcuno ha sbagliato i conti e non c'erano altri posti da nessun altra parte.
E questo con una classe a tempo NORMALE, quando ovviamente la richiesta in organico era di avere una classe (come tutte le altre) a tempo PIENO, perchè a Milano serve il TEMPO PIENO dato che le donne LAVORANO.

Ne convengo con te, i problemi della scuola non dovrebbero vedere schierati nord e sud su due fronti contrapposti, ma ti prego, non me ne volere, se ritengo che la distensione non sia certamente favorita se si insinua, col verbo in maiuscolo, che le donne al sud non lavorino: quasi tutte le mie conoscenti lo fanno, molte purtroppo sono costrette al nero, ed è per questo che non entrano nelle statistiche nazionali, ma hanno le stesse necessità delle altre mamme, te lo assicuro.

mordekayn ha scritto:


In un mondo normale la docente di ruolo da gae non verrebbe piazzata a muzzo su OF ma direttamente in OD per avere classe a tempo pieno. In questo modo potremmo nominare sull'assegnazione e avere la docente titolare sulla classe a tempo pieno, liberando il posto per un supplente.
MA dato che abbiamo dei PARAMECI (oggettivamente parlando) le cose vanno in questo modo: con il provveditorato sfasciato, con le scuole DEVASTATE da titolari triennali di ufficio assenti su cui c'è da fare un fottuto caledoscopio di contratti brevi e saltuari  e che alla spicciolata stanno ottenendo AP  e con una didattica da far west dovuta a contratti N14 (cioè provvisori) in attesa di poterli fare definitivi.
Ho la media con circa 17  DOCENTI con N14 che non si sa quando (a metà ottobre? a novembre?) rischiano di saltare o di cambiare scuola...docenti di classi di concorso strategiche..(tra cui ad es. matematica)
in primaria tra sostegni e posti comuni andiamo a circa 20 contratti "provvisori"
MA che bella la buona scuola..

Effettivamente gli effetti della riforma sarebbero dovuti essere gestiti meglio, con una programmazione ed una pianificazione che sono state praticamente inesistenti. Eppure il tempo c'era tutto, non era una novità il fatto che la sede dello scorso anno fosse provvisoria e pertanto potevano essere trovate le soluzioni alle disfunzioni che segnali, e mi dispiace che le segreterie delle scuole siano oberate di problematiche che, con un minimo di raziocinio, potevano essere evitate.

mordekayn ha scritto:

NOn essere incazzati da questa assurda situazione è impossibile, perchè abbiamo un cucchiaino con cui svuotare un oceano di casini creati da un governo di letterali inetti e incapaci, più dannosi di Tamerlano e Gengis Khan.

Infatti che dicevo ai fine agosto primi  di settembre con la seconda fase della chiamata diretta?
Ci fanno cazzeggiare con queste operazioni, ma qui la scuola inizia a breve..ecco..siamo ad ottobre e ancora il provveditorato (sottolineo per colpe NON SUE) non ha neanche iniziato a scorrere le GAE per i TD..

Se poi per alcuni questo è normale..alzo le braccia e mi arrendo.
Qualcuno però in un modo o nell'altro dovrà pagare per quello che ha combinato.

Hai tutte le ragioni per essere adirato per come sia stata gestita operativamente la situazione, se la cosa può confortarti, lo sono anch'io, anche se penso che, alla fine della fiera, al  ministero cadrà più di una testa.
Il governo non potrà girarsi dall'altra parte e non assumersi le sue responsabilità,  individuando i dirigenti ministeriali che non hanno fornito le opportune specifiche dei decreti attuativi ed hanno lasciato le scuole precipitare nella situazione di caos di cui non posso che prendere atto.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 9:21 pm

Ma che c'entrano i dirigenti?
Volontè dell'USR Lombardia (persona degnissima e capacissima) è colpevole del casino immane creato in Lombardia?
O è forse colpevole Marco Bussetti del bordello che han creato a Milano?
O è colpevole l'USP di Milano soderini che ad agosto è stato assediato dai docenti inferociti causa algoritmo impazzito con le istanze che sono state dovute essere mandate in fretta e furia al ministero per cercare di non far scoppiare il bubbone di una modalità malfatta e con numeri letteralmente ingestibili?

E' la testa che ha voluto fare un'operazione del genere, volta a svuotare le GAE. Perchè a REnzi chissà perchè gli han detto che il male della scuola italiana sono i supplenti, mica i cattivi docenti. Peccato che proprio i supplenti CI hanno salvato l'inizio dell'anno scolastico (a noi e alle altre scuole), non certo gli incaricati triennali d'ufficio degli ambiti.
I padrini sono stati Faraone e sopratutto Puglisi, una donna chiamata disastro (già con la questione docenti inidonei l'ho vista all'opera)
E per svuotare le gae in ogni modo e con ogni mezzo NON potevi non fare quello che hanno fatto, cioè creare le condizioni per uno tsunami di una mobilità di centinaia di migliaia di docenti in una finestra temporale ridottissima da mandare "dove c'erano i posti come se fossero mazzi di cavoli cioè nel nord italia.
Poi i magistrati negli ambiti già riempiti e stipati fino all'orlo da gente che tutto vuol fare fuorchè insegnare al nord hanno fatto per giunta tracimare l'acqua dal bicchiere infilando i docenti con magistrale nelle gae con riserva. E ad ottobre quasi inoltrano a scuola ci ritroviamo con decine di docenti avventizi con contratti n14 e con posti vacanti ma non disponibili su cui tocca ancora nominare (ap della Puglisi), con gravissimi danni nei confronti dell'utenza.
Etc,etc.


Il dimensionamento però nulla c'entra con il problema della dispersione scolastica, sono due variabili indipendenti.

Diciamo le cose come stanno: al nord sono sempre bravissimi nell'efficient... spararsi nei coglioni.


Ultima modifica di mordekayn il Ven Set 30, 2016 9:39 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 9:36 pm

Francesca4 ha scritto:


Hai tutte le ragioni per essere adirato per come sia stata gestita operativamente la situazione, se la cosa può confortarti, lo sono anch'io, anche se penso che, alla fine della fiera, al  ministero cadrà più di una testa.
Il governo non potrà girarsi dall'altra parte e non assumersi le sue responsabilità,  individuando i dirigenti ministeriali che non hanno fornito le opportune specifiche dei decreti attuativi ed hanno lasciato le scuole precipitare nella situazione di caos di cui non posso che prendere atto.

Non adirato.
Incazzato come una bestia.
Come lavoratore e sopratutto come cittadino.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 10:08 pm

mordekayn ha scritto:
Ma che c'entrano i dirigenti?
Volontè dell'USR Lombardia (persona degnissima e capacissima) è colpevole del casino immane creato in Lombardia?
O è forse colpevole Marco Bussetti del bordello che han creato a Milano?
O è colpevole l'USP di Milano soderini che ad agosto è stato assediato dai docenti inferociti causa algoritmo impazzito con le istanze che sono state dovute essere mandate in fretta e furia al ministero per cercare di non far scoppiare il bubbone di una modalità malfatta e con numeri letteralmente ingestibili?

E' la testa che ha voluto fare un'operazione del genere, volta a svuotare le GAE.
I padrini sono stati Faraone e sopratutto Puglisi.
E per svuotare le gae in ogni modo e con ogni mezzo NON potevi non fare quello che hanno fatto, cioè creare le condizioni per uno tsunami di una mobilità di centinaia di migliaia di docenti in una finestra temporale ridottissima da mandare "dove c'erano i posti" i docenti come se fossero mazzi di cavoli cioè nel nord italia.
Poi i magistrati negli ambiti già riempiti e stipati fino all'orlo da gente che tutto vuol fare fuorchè insegnare al nord hanno fatto per giunta tracimare l'acqua dal bicchiere infilando i docenti con magistrale nelle gae con riserva. E ad ottobre quasi inoltrano a scuola ci ritroviamo con decine di docenti avventizi con contratti n14 e con posti vacanti ma non disponibili su cui tocca ancora nominare, con gravissimi danni nei confronti dell'utenza.
Etc,etc.

Scusami, ma pensi davvero che il Ministero dell'istruzione non abbia dirigenti ed abbia contato solo su Faraone ?
Il sottosegretario avrà tutti i difetti del mondo, compreso un malinteso senso di campanilismo quando ha spinto perché in Sicilia fossero dati in a.p.  i posti di sostegno a chi non aveva il titolo, ma non credo davvero che non possa far affidamento su una pletora di dirigenti il cui compito era rendere operative le istruzioni di politica scolastica da lui fornite, pianificando nei dettagli la tempistica ed il modus operandi degli U.S.R. e degli U.S.P., evitando che ognuno di essi procedesse senza bussola in un mare a loro sconosciuto, quello della riforma, che pure avranno contribuito a partorire. Non credo abbia concepito tutto da solo  chiuso in una stanza assieme a Renzi ed alla Puglisi, anche perché sono la prima a dubitare della sua competenza e padronanza della materia scolastica, e non solo di quella, però penso ne sia pienamente consapevole anche lui;-)

mordekayn ha scritto:

Il dimensionamento però nulla c'entra con il problema della dispersione scolastica, sono due variabili indipendenti.

Diciamo le cose come stanno: al nord sono sempre bravissimi nell'efficient... spararsi nei coglioni.

Questa storia dell'efficientismo del nord rispetto alla pigrizia del sud è davvero stancante e non rende giustizia  a tutte  quelle famiglie meridionali che  si spendono da generazioni lavorando onestamente ed alacremente.
Ultimamente ho ricevuto degli apprezzamenti da alcune mie colleghe di Torino che scherzosamente mi hanno invitato a rivedere la mia genealogia per verificare se nelle mie vene scorresse sangue nordico, tanto siamo in sintonia nel modo di pensare e di agire. Se devo essere sincera da un lato ho apprezzato il fatto di essere assimilata a loro, che stimo moltissimo, dall'altro non ho potuto far a meno di pensare al motivo per il quale il mio modo di essere ed il mio comportamento non possano essere considerati ordinari per la maggior parte dei miei concittadini che pure lo condividono.
E un velo di tristezza, che non ho potuto nascondere, ha attraversato i miei occhi.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 10:30 pm

A me interessano i numeri, da cui poi cerco di fare delle considerazioni più o meno condivisibili.


Se aumenti la dimensione dei comprensivi (con vertificalizzazioni folli ed eliminando tutte le direzioni didattiche) fai sicuramente lavorare di più i Dirigenti Scolastici (in grave affanno visto che dovrebbero ANCHE essere leader didattici, mentre oramai devono gestire una realtà che è analoga in complessità a quella di un'azienda privata) e i DSGA...perchè da noi in Regione han voluto fare i "primi della classe" (per risparmiare) e tagliare oltre 60 ics rispetto a quelli dovuti.
E' matematico, visto che sono figure unitarie che non crescono proporzionalmente con l'aumentare del gestito.
Taglia che ti tagli e con le follie del governo poi la macchina si inceppa..e rischi di erogare un servizio pessimo (a livello di macchina burocratica e direttiva..entrambe strettamente legate).

Per gli AA il discorso è più complesso, ma personalmente cercherò sempre di non lavorare in comprensivi che hanno oltre i 1800 alunni e i 150 docenti e oltre, perchè se manca una perfetta organizzazione rischi di avere carichi di lavoro massacranti su poche persone e se quella persona sei tu..o sei masochista o fai una brutta vita, ah,ah,ah.

Io con sto casino di settembre mi sono sciroppato più di 40 contratti.

E siamo a settembre...mese sempre duro..ma mai a questo livello.
Sto casino non c'è nella piccola direzione didattica di Potenza.
E nonostante l'iperlavoro sono in ARRETRATO (mica ho fatto tutti i CTD brevi e saltuari), perchè quotidianamente devo decidere di dar priorità all'urgenza rimandando al momento successivo il meno urgente .
So già chi ringraziare per questo...il 4 dicembre.
E mi auguro che anche i genitori della primaria a cui manca il docente di sostegno (non c'è più! ha ottenuto assegnazione provvisoria) faccia lo stesso.
Che puniscano la pervicacia protervia e arroganza di chi ha ridotto la scuola in questo stato, faticosamente sistemata solo perchè dentro ci sono dei matti che cercano di salvare il salvabile, tra docenti, ds, dsga, amministrativi e via di questo passo.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Ven Set 30, 2016 11:13 pm

La Puglisi capisce ANCORA DI MENO di Faraone.

E credo che la definizione basti.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Sab Ott 01, 2016 3:22 pm

No, la Puglisi è una che capisce.
Infatti il suo piano di assunzione è tutto giocato nel non voler favorire "quelli del nord".
Quando poi era all'apposizione (e si occupava del settore scuola) promise agli inidonei (obbligati coattivamente a trasferirsi in segreteria, rovinando i primi e danneggiando gli uffici amministrativi delle scuole) l'impossibile salvo NON mantenere niente di quanto promesso una volta al governo (nonostante per sistemare la vicenda ci volessero pochi milioni di euro)

Faraone invece non capisce proprio una mazza andando nel concreto della riforma fatta, è uno della sinistra giovanile palermitana, eterno fuoricorso, ultimamente i professori universitari per sfinimento lo hanno fatto laureare a quarant'anni..ma solo per levarselo di torno.

Chi capisce di scuola (ad es. un Volontè) non ha ruoli decisionali..e mai li avrà ovviamente ah,ah,ah.

Poi abbiamo i politici del nord (gli Zaia della situazione) che latrano al vento dicendo *anche* cose giuste (condivido con Zaia l'idea provocatoria di far partire la didattica ad ottobre, visto la condizione indecente in cui ci hanno fatto lavorare a settembre e la situazione disastrosa dell'organico con troppi assenti e troppe cattedre vacanti che SOLO ORA si sta stabilizzando a suon di contratti a tempo determinato, peraltro provvisori, perchè l'USP ancora deve operare sulle nomine GAE TD, almeno a Milano) ma anche loro da destra hanno contribuito (principalmente con i dimensionamenti fatti in modo selvaggio e togliendo quanto più fondi possibile all'istruzione) allo sfascio.
Poi è arrivato il partito della Nazione a completare l'opera, con le solenni cazzate degli ambiti, dei vincoli triennali e della mobilità con aiutino (differimenti/assegnazioni provvisorie) su oltre 100'000 docenti. Più tutto il resto, profondamente regressivo e con idee campate in aria fatte solo per buttare fumo negli occhi all'elettorato, che purtroppo per loro inizia a svegliarsi.

Perchè hai voglia a sparare stronzate in tv ..ma i genitori senza sostegni  (e quelli che li hanno con persone con contratto provvisorio N14) a ridosso di ottobre difficilmente li incanti con le parole.
Idem i genitori che magari per una decina di giorni hanno avuto i loro figli senza docente di posto comune o senza matematica o con l'uscita anticipata perchè magari il docente di italiano è evaporato con le assegnazioni provvisorie.
Nel privato uno (Renzi&co)così lo avrebbero diffidato a vita dal fare qualunque cosa superiore al disegno dei cerchi con un bicchiere...anche perchè nonostante tutto quello che ha combinato DIMOSTRA di non aver capito nulla del casino che ha provocato (o fa finta di non capire).
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Sab Ott 01, 2016 3:42 pm

Francesca4 ha scritto:


Scusami, ma pensi davvero che il Ministero dell'istruzione non abbia dirigenti ed abbia contato solo su Faraone ?
.

Se hai dei propositi FOLLI, le conseguenze non possono che essere quelle che vediamo.
Dato che insiti sui dirigenti (che per lo più NON hanno colpe, specialmente se ti riferisci ai dirigenti degli ambiti territoriali, USP e USR delle varie provincie/regioni italiane) chi li sceglie queste persone?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/15/ex-deputata-nominata-dirigente-al-miur-per-la-regione-toscana-non-aveva-i-titoli/1779795/

Io di certo no.

Non difendere l'indifendibile, per favore.
Le scuole milanesi (e non solo) sono state costrette (e lo saranno ancora per almeno un altro mese) al superlavoro per mitigare lo scempio fatto da queste persone, che neanche chiedono scusa dello stato miserabile in cui hanno fatto piombare le scuole a settembre..altro che ciambelle senza buchi.
L'unica soluzione per riempire il buco è che se ne vadano via..il prima possibile..l'intero giglio magico possibilmente a Sant'Elena, in mezzo all'oceano atlantico, dove forse non avranno modo di fare altri danni.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Sab Ott 01, 2016 10:03 pm

mordekayn ha scritto:
Francesca4 ha scritto:


Scusami, ma pensi davvero che il Ministero dell'istruzione non abbia dirigenti ed abbia contato solo su Faraone ?
.

Se hai dei propositi FOLLI, le conseguenze non possono che essere quelle che vediamo.
Dato che insiti sui dirigenti (che per lo più NON hanno colpe, specialmente se ti riferisci ai dirigenti degli ambiti territoriali, USP e USR delle varie provincie/regioni italiane) chi li sceglie queste persone?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/15/ex-deputata-nominata-dirigente-al-miur-per-la-regione-toscana-non-aveva-i-titoli/1779795/

Io di certo no.

Non difendere l'indifendibile, per favore.
Le scuole milanesi (e non solo) sono state costrette (e lo saranno ancora per almeno un altro mese) al superlavoro per mitigare lo scempio fatto da queste persone, che neanche chiedono scusa dello stato miserabile in cui hanno fatto piombare le scuole a settembre..altro che ciambelle senza buchi.
L'unica soluzione per riempire il buco è che se ne vadano via..il prima possibile..l'intero giglio magico possibilmente a Sant'Elena, in mezzo all'oceano atlantico, dove forse non avranno modo di fare altri danni.

Non difendo l'indifendibile, parlo del modo in cui è strutturato un ministero e dei vari gradi e livelli di responsabilità: sono troppo grande e smaliziata per credere ancora all'uomo forte che decide tutto senza la necessaria collaborazione di un entourage altrettanto responsabile delle modalità di attuazione di quelle scelte politiche. Ma  se vuoi continuare a crederlo fai pure, però ti prego, non se ne può più di sentire che solo l' U.S.R. della Lombardia ed in particolare  l'U.S.P. di Milano lavorino alacremente, mentre gli altri stiano a grattarsi la pancia. Sono infatti convinta che quelli delle regioni meridionali lavorino altrettanto, costretti come sono a gestire domande di utilizzazioni ed assegnazioni di gran lunga maggiori rispetto a quelle pervenute negli uffici del nord. Se poi ti vuoi ostinare a negare questa verità inoppugnabile, procedi pure, ma ritengo sia piuttosto difficile... visto che a te interessano solo i numeri.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Dom Ott 02, 2016 9:16 pm

Buttarla nella questione dell'attuazione è voler nascondere che il piano di mobilità straordinario voluto da questo governo è ipso facto stato una sciocchezza immane ANCHE se fosse stato attuato col miglior algoritmo possibile, semplicemente perchè si basa su presupposti errati, nello specifico che alle scuole italiane conviene avere tutti docenti di ruolo con incarichi triennali (si badi bene: titolare è diverso da docente che poi lavora in sede) con gli unici supplenti da utilizzare per incarichi brevi e saltuari per le supplenze lunghe, svuotando o cercando di svuotare le gae e facendo fare un concorso molto selettivo ai precari delle seconde fasce (che rischiano di non essere neanche assunti, ma questo è un altro problema)
Finchè i politici e qualche utente non capiranno questo, è tutto tempo perso.
Alle scuole NON servono docenti di ruolo che per motivi anche giustificati stanno facendo (e faranno di tutto) per NON lavorare nelle scuole in cui sono stati assegnati: anzi sono solo un grave intralcio per le nomine dei precari, per l'organizzazione scolastica e la stessa didattica.
E' così difficile da capirlo?
Solo Renzi non ha ancora capito che le assegnazioni provvisorie della Puglisi non sono affatto una SCIAGURA, ma la SALVEZZA per gli istituti che si sono trovati tutti i posti occupati per tre anni da gente che NON vuole lavorare in quella sede.

I numeri danno una valutazione quantitativa dei fenomeni, altrimenti si può dire tutto quello che si vuole a casaccio.
E' ovvio che se un DS ha una scuola più grande dovrà lavorare di più..e gli istituti più grandi li trovi al nord, per effetto dei dimensionamenti.

Secondo me tu neanche leggi quello che viene scritto, è chiaro che la porcata della buona scuola ha colpito tutti, ma i danni maggiori vi sono stati al nord, dove si concentrano i posti vacanti occupati dagli incaricati triennali d'ufficio e nei territori che di fatto sono zone di passaggio (Milano ad es.), con i docenti e il personale ata che appena possono chiedono trasferimento (da qui il gran numero di posti vacanti che Renzi ha voluto far occupare dai docenti delle gae del sud con un piano che non solo io ma anche lo stesso Renzi ha ammesso non essergli uscito benissimo )

Sei arrivata a dire persino che per quanto concerne i dimensionamenti va considerata anche la dispersione scolastica, chissà per quale motivo...poi ci ritroviamo con una Lombardia che ha quasi lo stesso numero degli istituti campani, ma col doppio della popolazione, lol.

C'è un gravissima responsabilità del vertice del MIUR, Faraone e Puglisi in primis.
La buona scuola è praticamente una creazione della Puglisi.
I Dirigenti sono di nomina politica, vedere ad es. Rosa de Pasquale.


Il sidi e l'algoritmo sidi dovrebbe essere gestito da Almaviva (ma sono informazioni de relato, è difficile avere fonti sicure)..
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Dom Ott 02, 2016 9:53 pm

mordekayn ha scritto:
Buttarla nella questione dell'attuazione è voler nascondere che il piano di mobilità straordinario voluto da questo governo è ipso facto stato una sciocchezza immane ANCHE se fosse stato attuato col miglior algoritmo possibile, semplicemente perchè si basa su presupposti errati, nello specifico che alle scuole italiane conviene avere tutti docenti di ruolo con incarichi triennali (si badi bene: titolare è diverso da docente che poi lavora in sede) con gli unici supplenti da utilizzare per incarichi brevi e saltuari per le supplenze lunghe, svuotando o cercando di svuotare le gae e facendo fare un concorso molto selettivo ai precari delle seconde fasce (che rischiano di non essere neanche assunti, ma questo è un altro problema)
Finchè i politici e qualche utente non capiranno questo, è tutto tempo perso.
Alle scuole NON servono docenti di ruolo che per motivi anche giustificati stanno facendo (e faranno di tutto) per NON lavorare nelle scuole in cui sono stati assegnati: anzi sono solo un grave intralcio per le nomine dei precari, per l'organizzazione scolastica e la stessa didattica.
E' così difficile da capirlo?
Solo Renzi non ha ancora capito che le assegnazioni provvisorie della Puglisi non sono affatto una SCIAGURA, ma la SALVEZZA per gli istituti che si sono trovati tutti i posti occupati per tre anni da gente che NON vuole lavorare in quella sede.

I numeri danno una valutazione quantitativa dei fenomeni, altrimenti si può dire tutto quello che si vuole a casaccio.
E' ovvio che se un DS ha una scuola più grande dovrà lavorare di più..e gli istituti più grandi li trovi al nord, per effetto dei dimensionamenti.

Secondo me tu neanche leggi quello che viene scritto, è chiaro che la porcata della buona scuola ha colpito tutti, ma i danni maggiori vi sono stati al nord, dove si concentrano i posti vacanti occupati dagli incaricati triennali d'ufficio e nei territori che di fatto sono zone di passaggio (Milano ad es.), con i docenti e il personale ata che appena possono chiedono trasferimento (da qui il gran numero di posti vacanti che Renzi ha voluto far occupare dai docenti delle gae del sud con un piano che non solo io ma anche lo stesso Renzi ha ammesso non essergli uscito benissimo )

Sei arrivata a dire persino che per quanto concerne i dimensionamenti va considerata anche la dispersione scolastica, chissà per quale motivo...poi ci ritroviamo con una Lombardia che ha quasi lo stesso numero degli istituti campani, ma col doppio della popolazione, lol.

C'è un gravissima responsabilità del vertice del MIUR, Faraone e Puglisi in primis.
La buona scuola è praticamente una creazione della Puglisi.
I Dirigenti sono di nomina politica, vedere ad es. Rosa de Pasquale.


Il sidi e l'algoritmo sidi dovrebbe essere gestito da Almaviva (ma sono informazioni de relato, è difficile avere fonti sicure)..

E invece qualche utente legge, capisce e valuta, ma non si può pretendere di cavarsela con insulti più o meno velati, perciò ti prego di restare sul tema e di rispettare anche altre logiche di ragionamento. Pertanto la tua conclusione è che tutte le responsabilità facciano capo esclusivamente a Faraone e Puglisi; la mia è diversa, e ti chiedo di fartene una ragione, ossia che un progetto risente inevitabilmente delle sue modalità di esecuzione, non si tratta di una variabile indipendente, ma di uno degli elementi essenziali per la buona riuscita dell'impostazione iniziale.
Poi possiamo entrare nei dettagli, ma in quelli non ho intenzione di negare che sia più ferrato tu, visto che nella scuola lavori da più tempo di me, ma resta il fatto che sull'alta percentuale di dispersione scolastica al sud non mi abbia ancora dato una risposta e nemmeno sui numeri del tempo pieno nelle scuole meridionali. Ed è perfettamente inutile che sposti l'attenzione sui dimansionamenti o sul nome del dirigente senza titoli di turno.
Prendi semplicemente atto che le nostre posizioni sono assai distanti.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Dom Ott 02, 2016 10:11 pm

Non serve a niente leggere quello che scrivo io o te, basta essere stati nelle scuole milanesi a inizio d'anno, come genitore o come insegnante, per rendersi conto dell'aborto che  i nostri eroi han partorito. Lo schifo è stato così evidente che persino il "Bomba" ha dovuto abbozzare delle scuse parziali.
Fatto epocale per uno della sua risma.
Dimansionamenti ^_^

Chiaro che abbiamo delle idee diverse: io reputo il piano della buona scuola MARCIO nei propositi e nella fase attuativa, oltre che pericoloso per l'impostazione di base. Una riforma fatta e pensata da ignoranti e gente in malafede non può che portare al caos, è accademico.
Lo sapevano ANCHE i Dirigenti solo che non potevano dirlo esplicitamente...erano TUTTI preoccupati per il numero abnorme di mobilitandi causa piano del Bomba. (e come non esserlo, a meno di non farsi di ganja?)
Lo sapevamo, lo sapevano ma l'han voluto fare lo stesso, a colpi di fiducia, visto che oramai tutto è necessario e urgente e il dibattito (quello vero) è quindi vietato per "legge".

Per fortuna Puglisi& Faraone NON Hanno potuto spostare al nord docenti specializzati di sostegno in maniera significativa, perchè altrimenti avremmo potuto chiudere direttamente le scuole, qui a Milano.
Lo spostamento senza criterio degli incaricati avrebbe costretto i Dirigenti Scolastici a  far lavorare i bravissimi precari specializzati di sostegno (che fortunatamente stanno passando o sul comune o sul sostegno il difficilissimo concorso con bocciature medie dell'80%, visto che per loro la sanatoria la Puglisi non l'ha prevista..ragionevolmente verranno assunti TI dall'anno 17-18) sulle assenze dei deportati, ovviamente.
Pensa che peccato non aver anche i sostegni pieni zeppi di titolari triennali by Renzi&Puglisi.
L'unico che ci han graziosamente donato, per fortuna nostra (e sua) ha ottenuto assegnazione provvisoria.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 10:08 am

mordekayn ha scritto:
Non serve a niente leggere quello che scrivo io o te, basta essere stati nelle scuole milanesi a inizio d'anno, come genitore o come insegnante, per rendersi conto dell'aborto che  i nostri eroi han partorito. Lo schifo è stato così evidente che persino il "Bomba" ha dovuto abbozzare delle scuse parziali.
Fatto epocale per uno della sua risma.
Dimansionamenti ^_^

Chiaro che abbiamo delle idee diverse: io reputo il piano della buona scuola MARCIO nei propositi e nella fase attuativa, oltre che pericoloso per l'impostazione di base. Una riforma fatta e pensata da ignoranti e gente in malafede non può che portare al caos, è accademico.
Lo sapevano ANCHE i Dirigenti solo che non potevano dirlo esplicitamente...erano TUTTI preoccupati per il numero abnorme di mobilitandi causa piano del Bomba. (e come non esserlo, a meno di non farsi di ganja?)
Lo sapevamo, lo sapevano ma l'han voluto fare lo stesso, a colpi di fiducia, visto che oramai tutto è necessario e urgente e il dibattito (quello vero) è quindi vietato per "legge".

Per fortuna Puglisi& Faraone NON Hanno potuto spostare al nord docenti specializzati di sostegno in maniera significativa, perchè altrimenti avremmo potuto chiudere direttamente le scuole, qui a Milano.
Lo spostamento senza criterio degli incaricati avrebbe costretto i Dirigenti Scolastici a  far lavorare i bravissimi precari specializzati di sostegno (che fortunatamente stanno passando o sul comune o sul sostegno il difficilissimo concorso con bocciature medie dell'80%, visto che per loro la sanatoria la Puglisi non l'ha prevista..ragionevolmente verranno assunti TI dall'anno 17-18) sulle assenze dei deportati, ovviamente.
Pensa che peccato non aver anche i sostegni pieni zeppi di titolari triennali by Renzi&Puglisi.
L'unico che ci han graziosamente donato, per fortuna nostra (e sua) ha ottenuto assegnazione provvisoria.

Bene, i toni di questo post mi piacciono di più, anche se non sapevo che il termine ganja significasse marijuana, ma l'avevo intuito, poi ho avuto conferma. Ebbene sì, non ho mai fatto esperienza di droghe di alcun tipo,  del resto non ho neanche mai fumato una ordinaria sigaretta...figuriamoci il resto! Ma bando alle sciocchezze, anche perché non ti riferivi a me,  convieni che gli effetti della mobilità erano ampiamente prevedibili e che i dati relativi alla stessa erano nella piena disponibilità di chi doveva fornire istruzioni operative, anche prima di maggio, perché, giocoforza, la stragrande maggioranza dei docenti neoimmessi avrebbe chiesto di tornare a casa, e non c'era bisogno della zingara per indovinare, come diciamo a Napoli, anche se non si chiamavano Concetta.
Allora, se nelle stanze del Ministero già sapevano, non è comprensibile il motivo per cui abbiano gettato nello scompiglio i vari U.S.R. , U.S.P. e i dirigenti scolastici, che è doveroso dirlo, quest'anno hanno pressoché rinunciato ad un periodo di ferie decente. Esiste, ed è tangibile, un problema di assenza di pianificazione, non puoi negarlo. Poi possiamo discutere sui motivi ispiratori della riforma e se fosse stato più opportuno procedere ad un piano quinquennale di immissione in ruolo che ricomprendesse anche tutti coloro che avessero già insegnato, e, con me, sfondi una porta aperta, tante volte l'ho scritto. Ma sul fatto che il sistema di reclutamento andasse riformato, secondo me, non ci piove.
Sarà per il fatto di essere venuta a conoscenza di troppi imbrogli legati allo scorrimento delle gae: punteggi fittiziamente procurati, certificazioni farlocche  delle quali gli stessi docenti beneficiari non conoscevano nemmeno il nome, senza pensare alla mole dei ricorsi di chi si riteneva leso da una illegittimo scavalcamento ad opera dei soliti noti, gentaglia che aveva cercato di fare delle sue conoscenze personali privilegi insuperabili. E non finisce qui: penso alla continua emorragia degli insegnanti di sostegno che, alla prima occasione, scappavano  sulle materie curricolari, prassi quest'ultima persino legittima.  Poi possiamo parlare delle difficoltà legate ai concorsi, ma quella è un'altra storia, sta di fatto che ad oggi decine di migliaia di precari sono stati stabilizzati, e certamente si poteva fare ancora di più, ma almeno, sebbene addolorata per la sorte di chi sia stato escluso dal piano d'immissione in ruolo, piango con un occhio solo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Sud favorito
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: