Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Contatti
Ultimi argomenti
Link sponsorizzati

Condividi
 

 Calo delle nascite: un problema del cavolo.

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... , 10, 11, 12  Seguente
AutoreMessaggio
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptyMar Lug 30, 2019 10:21 am

Promemoria primo messaggio :

https://www.campagnadelcavolo.it/
La sensazione è di aver trovato in una discarica un anello d oro.
Qualcosa resiste a tutela della famiglia e della nostra stessa sopravvivenza.
Meno alunni, calo delle nascite, accorpamenti e diminuzione delle nascite? Esiste UNA ED UNA SOLA soluzione. Incentivare le nascite.
Prossimo anno sul 730 la scelta del 5 per mille finalmente avrà un senso..
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Kuru-nee



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 27.07.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 12:45 pm

[quote:010f="franco71"][b]La teoria di Paddington consiste nell'affermare che la gente rinuncia a fare ed allevare figli per curarsi dei cani [/b](ho invertito i verbi per caso).
Nelle famiglie dove ci sono figli possono esserci anche cani e/o altri quadrupedi. Anzi per i bambini, con bisogni speciali o meno. la pet therapy aiuta anche a relazionarsi, è stato così dall'alba dei tempi. Quelli che non hanno figli ma pets non è che lo facciano necessariamente perchè costa meno un cane di un figlio o un cane vlga più di un figlio.
Che ci siano mode spesso esagerate anche nella cura degli animali domestici posso condividerlo come fatto di costume però rientra nel concetto di benessere delle nostre società così come possedere un camper.[/quote]

Ed è sbagliata. Conosco molte più famiglie che hanno bambini e animali domestici, che quelle solo con animali domestici senza bambini. Chi non fa bambini per motivi di carriera o perché non ha una relazione stabile spesso non tiene nemmeno un animale domestico. Fra le mie conoscenze, dei ragazzi della mia età indipendenti a livello economico pochissimi sono sposati e hanno figli e [b]nessuno[/b] ha un animale domestico.
Che ci siano mode esagerate è vero, ma non sono prerogativa di chi non ha figli, anzi. Vedo più cani nei passeggini insieme ai bambini, che senza bambini. Chi si porta il cane in hotel o al ristorante ha quasi sempre pure dei bambini. Quindi la teoria "cani al posto dei bambini" è proprio sbagliata. Non so che conoscenze abbia Paddington.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 48

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:00 pm

Al prossimo censimento aggiungiamo anche la domanda:
20) Possiedi animali domestici (anaconde comprese);
21) Quanti?

Giusto per avere qualche dato scientifico e far risalire l'indice di natalità.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:04 pm

https://www.periodofertile.it/fertilita/le-donne-italiane-preferiscono-adottare-un-cane-al-posto-di-avere-un-figlio
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3599
Data d'iscrizione : 26.12.14

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:13 pm

Scusa eh, Paddington, ma tu quanti figli hai? Cosa fai nel concreto per porre un freno a questa denatalità selvaggia?
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 3959
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 48

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:15 pm

[quote:3f3f="Paddington"]https://www.periodofertile.it/fertilita/le-donne-italiane-preferiscono-adottare-un-cane-al-posto-di-avere-un-figlio[/quote]

"Le statistiche parlano chiaro. In Italia diminuiscono le nascite e aumentano i cani adottati."
Qualcuno (mi pare paniscus) ha già parlato esaurientemente delle fallacie causali
Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 23.08.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:17 pm

Di recente ha raccontato di essere stato in vacanza. E che diamine! Poteva evitare la vacanza e mettere in cantiere un altro figlio!
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 69434
Data d'iscrizione : 23.08.10

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:18 pm

[quote:c91f="Nera"]Ti assicuro che il mio non è un caso singolo. Dalle mie parti le persone della mia età hanno tutte 10/15 zii. Naturalmente sto parlando del profondo sud.I miei nonni sono nati tutti nell'800...  e i miei genitori e gli zii tra gli anni '30 e '40. Dai racconti degli adulti... ho appreso una realtà lontana anni luce da quella attuale. Impossibile metterle sullo stesso piano.
[/quote]

Io invece parlo del nord e i miei nonni, nati ai primi del Novecento, avevano anche loro una decina di fratelli ciascuno. Si parla di famiglie contadine o artigiane in cui nessuno studiava. Da piccolo mi stupivo (e mi divertivo) quando mi raccontavano che erano arrivati alla terza elementare o cose del genere. Tra l'altro negli anni in cui alcuni di loro avrebbero dovuto andare a scuola c'era la prima guerra mondiale, quindi avevano altro a cui pensare.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:31 pm

In che senso dec? La prima guerra mondiale fu combattuta esclusivamente sui fronti Alpini delle Alpi centro orientali. Non coinvolse le popolazioni civili se non quelle vicine ai fronti e quelle occupate dopo caporetto.
Non ci furono quei coinvolgimenti della popolazione civile come invece nella seconda (bombardamenti, occupazioni, sistema economico, trasporti, ferrovie e fabbriche devastati , crimini dei partigiani, rappresaglie tedesche ).
Chi viveva al nord ovest, al centro, al sud , a parte la chiamata alle armi, non fu coinvolto dalla prima guerra mondiale
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 69434
Data d'iscrizione : 23.08.10

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:35 pm

Questo lo so, ma ci sono stati dei parenti che sono andati a combattere. Poi i dettagli non li so perché ero troppo piccolo per farmeli raccontare o forse li ho dimenticati, ma non credo che in quegli anni ci fosse un benessere diffuso e che i servizi dello stato funzionassero perfettamente, soprattutto per chi se la passava male anche prima. Tra l'altro i miei nonni vivevano nel nord-est (non sulle Alpi), proprio la zona che non hai nominato.
Torna in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 3599
Data d'iscrizione : 26.12.14

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 1:49 pm

[quote:1a98="Dec"][quote:1a98="Nera"]Ti assicuro che il mio non è un caso singolo. Dalle mie parti le persone della mia età hanno tutte 10/15 zii. Naturalmente sto parlando del profondo sud.I miei nonni sono nati tutti nell'800...  e i miei genitori e gli zii tra gli anni '30 e '40. Dai racconti degli adulti... ho appreso una realtà lontana anni luce da quella attuale. Impossibile metterle sullo stesso piano.
[/quote]

Io invece parlo del nord e i miei nonni, nati ai primi del Novecento, avevano anche loro una decina di fratelli ciascuno. Si parla di famiglie contadine o artigiane in cui nessuno studiava. Da piccolo mi stupivo (e mi divertivo) quando mi raccontavano che erano arrivati alla terza elementare o cose del genere. Tra l'altro negli anni in cui alcuni di loro avrebbero dovuto andare a scuola c'era la prima guerra mondiale, quindi avevano altro a cui pensare.[/quote]

Allora sono io che sbaglio, ma ho conosciuto (in base alla struttura della mia famiglia sia materna sia paterna ed alle mie amicizie) proprio un altro mondo. Un mondo in cui, già nei primi decenni del '900, una famiglia con 4 figli era considerata numerosa, anche troppo numerosa.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2542
Data d'iscrizione : 21.09.13

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 2:13 pm

[quote:212c="Nera"]Di recente ha raccontato di essere stato in vacanza. E che diamine! Poteva evitare la vacanza e mettere in cantiere un altro figlio![/quote]

Chi lo sa, magari si e' dato da fare anche in vacanza:un uomo può avere centinaia , anzi migliaia di figli.La Buonanima, il faro illuminante di tanti hater, da solo ripopolo'' mezzo paese dopo le carneficine della Grande Guerra.Vero è che in seguito penso' bene di sfoltire un pochino, merce' le sue napoleoniche campagne militari, che , tra le altre cose, portarono le fortezze volanti sopra la testa dei nostri maggior e le truppe di millanta nazioni nelle nostre contrade.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 2:23 pm

Ovvio che nei primi anni 10 parlare di benessere economico diffuso non aveva senso, in un Italia ancora prevalentemente rurale di pura sussistenza o quasi.
Esistevano già piccole officine meccaniche e grandi industrie nelle città più grandi, ma si di fuori di queste carretto, podere e due vitelli mingherlini.
Quello che voglio dire è che il territorio italiano non fu né occupato né bombardato, fatte salve appunto zone limitate dell Italia nord orientale. Niente sfollati, niente città rase al suolo (ripeto escludendo quelle prese dopo caporetto).
Torna in alto Andare in basso
Nera



Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 23.08.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 2:25 pm

Non si tratta di sbagliare. Ognuno di noi ha conosciuto situazioni diverse. Siccome qualche pagina fa Paddington ci ha invitati a riflettere sul fatto che se i nostri genitori fossero stati egoisti noi non esisteremmo.... io ho fatto la mia analisi confrontando l'essere genitore oggi con l'essere genitore ai tempi di mia madre e mio padre e anche ai tempi dei miei nonni. Per tutta risposta lui mi ha detto: Lasciamo perdere gli anni '40 o '50.... parliamo piuttosto di cani :-). Ammetto che è difficile portare avanti un dialogo costruttivo in questo modo. In ogni caso io resto della mia idea. Per migliorare il tasso di natalità lo Stato dovrebbe intervenire con sostegni economici e asili nido. Non si tornerebbe mai.. ovvio... ai 10 figli di una volta. Ma forse le donne che hanno un figlio farebbero pure il secondo.. e quelle che
ne hanno due penserebbero al terzo.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 2542
Data d'iscrizione : 21.09.13

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 2:26 pm

[quote:5409="Paddington"]In che senso dec? La prima guerra mondiale fu combattuta esclusivamente sui fronti Alpini delle Alpi centro orientali.  Non coinvolse le popolazioni civili se non quelle vicine ai fronti e quelle occupate dopo caporetto.
Non ci furono quei coinvolgimenti della popolazione civile come invece nella seconda (bombardamenti,  occupazioni, sistema economico,  trasporti, ferrovie e fabbriche devastati , crimini dei partigiani,  rappresaglie tedesche ).
Chi viveva al nord ovest, al centro, al sud , a parte la chiamata alle armi, non fu coinvolto dalla prima guerra mondiale[/quote]

" Crimini dei partigiani".

La lingua batte dove il dente duole.

Questa storia del porcello che i "banditen" cercarono di sgraffignare ai nonno deve avere segnato la tua esistenza.

E pensare che tra 40 - 50 anni fa ,tra fuochi d' artificio e logge deviate , quei "bei tempi "stavano per tornare! Ma abbi fede: sembra che stiano tornando comunque, seppure in modo strisciante.
Torna in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 27.07.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 2:41 pm

[quote:6df5="chicca70"]Allora sono io che sbaglio, ma ho conosciuto (in base alla struttura della mia famiglia sia materna sia paterna ed alle mie amicizie) proprio un altro mondo. Un mondo in cui, già  nei primi decenni del '900, una famiglia con 4 figli era considerata numerosa, anche troppo numerosa.[/quote]

Perché appunto, credo fosse una questione di sviluppo economico e culturale della zona. Dalle mie parti, zona rurale marchigiana, questo sviluppo è arrivato con 60 anni di ritardo almeno rispetto alla zona di dove è originaria la tua famiglia.
Mia madre, negli anni '60 non aveva nemmeno ancora il bagno e l'acqua corrente in casa. C'era il pozzo e il bagno si faceva chissà quando in una tinozza nella stalla, dopo averla scaldata un po' vicino al fuoco.
Sembra di sentir parlare di un altro universo, ma è stato in un'epoca recentissima. E non credo che le zone rurali del resto d'Italia, almeno nel centro e nel sud, stessero messe tanto meglio.

Un contesto di sottosviluppo porta ad avere famiglie molto numerose, per ignoranza, per necessità di forza lavoro nei campi, e perché i bambini, anche abbastanza piccoli, non erano curati, non avevano esigenze di nessun tipo, a parte sfamarsi. Niente libri, niente giochi, niente vacanze, niente scuola, nessun bel vestito, nessuna visita medica, niente uscite.

O diciamo che si può tornare a crescere i bambini di oggi come si faceva una volta (e quindi qualsiasi famiglia potrebbe permettersi almeno 5 o 6 bambini), oppure è il caso che a livello politico si trovino soluzioni per rendere fattibile avere almeno 2 bambini e vivere lo stesso in una situazione di benessere per gli standard odierni.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 3:00 pm

Si ma qua non si parla di invitare le coppie a sfornare una squadra di calcio intera. Ma a fare figli. 1 qualcuno centomila.
Caro balanzone, il periodo buio tra 43 e 45 lentamente si appresta all esame della storia."ai posteri l ardua sentenza", ora dopo quasi 80 anni siamo "abbastanza posteri " da poter iniziare a valutare con maggior distacco certi eventi.
Terminata per fortuna l era che "se eri ex partigiano ti si aprivano le porte del paradiso," addirittura dal tramutarne un campione di codesti in presidente della repubblica, oggi grazie anche alla rete iniziano a diffondersi tracce storiche in grado non già, ovviamente, di riabilitare pelatone &c ma di gettare ombre sulla guerra partigiana.
Per dovere di cronaca devo precisare che era un po un"vizietto" dei partigiani nelle valli del Canavese quello di entrare senza bussare.
Buonanima della zia mi raccontò che fu proprio gente della zona di levone- forno Canavese, nel 44, esasperata dalle continue incursioni e furti dei nostri eroi, ad informare il comando tedesco di rivarolo della posizione degli stessi sui monti .purtroppo finì male, e se ne legge la storia in località "cappella del bandito" (termine molto più antico ovviamente) sul muro della chiesetta immersa nel bosco..
Tutto questo appoggio alla lotta partigiana da parte della popolazione e' uno dei miti "dei vincitori"..falso.

Chi fu senza peccato all epoca...dice il proverbio.
Torna in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 27.07.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 3:29 pm

[quote:2203="Paddington"]Si ma qua non si parla di invitare le coppie a sfornare una squadra di calcio intera. Ma a fare figli. 1 qualcuno centomila.[/quote]

Se il numero di figli per donna è di 1,32 vuol dire che la maggior parte delle coppie un figlio lo fa, e circa un terzo delle coppie ne fa due. Di che ti lamenti, se ti basta che ogni coppia faccia un figlio?
Il problema è che 1 bambino solo non basta a scongiurare il calo demografico, soprattutto quando c'è già un numero troppo elevato di persone mature e anziane.
Con gli standard odierni, mantenere due bambini senza obbligare la famiglia a rinunce importanti non è possibile con un reddito medio-basso, o, ancora peggio, con lavori precari e malpagati.
Anni fa i neosposi rimanevano in casa con i genitori/suoceri e già il costo di una nuova casa non c'era.
Adesso la coppia vive generalmente per conto suo e si deve comprare una casa da nuovo.
Se una coppia ha un reddito di 3000 euro (e sono generosa), e 1000 li spende di mutuo, con 2000 euro al mese quanti figli si è sicuri di poter mantenere senza doverli obbligare a rinunciare a uscite, vacanze, università, sport, visite mediche, sfizi e piccoli piaceri? Sempre che poi i 2000 euro al mese siano stabili, cioè che si abbia un lavoro fisso.
Far bene i conti prima di mettere al mondo delle creature è soltanto segno di responsabilità e amore verso i figli, non certo di egoismo.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 3:35 pm

Io sono felicemente in affitto. Precario anche nella "domus" e contento. Pago 370 euro/mese. 1000 euro al mese di mutuo? Elamaddona direbbe pozzetto. 1000 euro al mese di affitto vuol dire villa. E che te ne fai della villa? Io dico che dei 3000 ne rimangono 2400-2500. Che i nonni diano una mano lo spero..percge dovrebbero solo farsi spennare dal gioco d azzardo? Caccino la grana che ne hanno.
Poi non è che devi pagare in anticipo ,in unica soluzione, le spese dalla culla all universita
Sono spalmate su 20 anni eh..
..che poi basta sposarsi e il parentame ti compra in lista nozze tutto quello che ti serve. Chiaramente per l uomo è una scelta kamikaze..però dal punto di vista familiare è un ottima idea, solitamente in attivo. A patto di non trovare uno come me che si fa invitare al pranzo di nozze ma mette solo 30 euro nella bustarella;)
Torna in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 27.07.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 3:42 pm

I soldi dell'affitto per me son soldi buttati, dopo 30 anni non lasci nemmeno un tetto a un figlio.
I nonni se sono giovani la grana la devono cacciare per pagare la badante ai bisnonni, e con la pensione che hanno ce la fanno a stento. Se sono vecchi devono pagarsi la badante per sé stessi e con la pensione che hanno ce la fanno a stento.
E non vedo perché poi i nonni dovrebbero contribuire e non spenderseli per sé stessi dopo una vita di lavoro e aver mantenuto i propri figli. Se vuoi fare più figli fai i conti prima di farli e te li mantieni, non che bussi alla porta di babbo e mamma. Sennò non li fai. Tutti buoni a fare i figli con i soldi degli altri.
Torna in alto Andare in basso
Cozza

Cozza

Messaggi : 10021
Data d'iscrizione : 08.11.10

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 3:54 pm

Paddington...i prezzi degli affitti a Milano sono llllllegggggggermente differenti. Ma di pocopocopoco eh
Torna in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 27.07.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 4:07 pm

[quote:2952="Cozza"]Paddington...i prezzi degli affitti a Milano sono llllllegggggggermente differenti. Ma di pocopocopoco eh[/quote]

Ma persino qua da me, dove la cittadina più grossa conta 40mila anime, non ci sono affitti così bassi a meno di andare a vivere in una zona disagiata o un appartamento di 50/60 metri. Oppure nelle campagne, dove poi serve una macchina a testa perché i mezzi pubblici praticamente non esistono e andare a lavorare sarebbe impossibile.
Paddington evidentemente vive una situazione rosea, ed è l'unico che infatti non si lamenta di essere precario. Da quanto ha scritto deduco anche che ci sia qualcuno che paga dove lui non arriva. Non hanno tutti questa fortuna.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 5:01 pm

Si rigorosamente lontano dalla città.. mezza montagna, sui bricchi diciamo. La macchina serve in ogni caso in questa zona
Torna in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1909
Data d'iscrizione : 25.11.11

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 5:19 pm

Nella mia zona con 600 euro prendi a stento un bilocale. E non abito a Milano zona Brera.
Netflix dovrebbe creare una serie su Paddington. Ma seriamente. E la guarderemo con accanto i nostri pelosetti, senza alcun rimorso.
Torna in alto Andare in basso
Paddington



Messaggi : 744
Data d'iscrizione : 10.01.19

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 5:22 pm

I pelosetti-badante..
Torna in alto Andare in basso
Kuru-nee



Messaggi : 549
Data d'iscrizione : 27.07.17

Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 EmptySab Ago 03, 2019 5:26 pm

E due macchine sono gratis per te e consorte? Io ho un'utilitaria a metano e fra rata, carburante (che costa pure poco, per fortuna) bollo, assicurazione, gomme termiche, olio, tagliando e qualche piccola riparazione (uno specchietto, un faro, etc.) di spese su un anno troppe ne porta.

Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty
MessaggioTitolo: Re: Calo delle nascite: un problema del cavolo.    Calo delle nascite: un problema del cavolo.  - Pagina 11 Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Calo delle nascite: un problema del cavolo.
Torna in alto 
Pagina 11 di 12Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... , 10, 11, 12  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: