Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Nadine



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mer Ago 02, 2017 6:31 pm

Promemoria primo messaggio :

Non è giusto valutare in graduatoria un servizio il cui accesso non è regolamentato nè da graduatorie, nè da concorsi! Nelle paritarie si lavora solo se si conosce qualcuno! Sarebbe come che uno vuole entrare a fare il cuoco in una mensa pubblica perchè lavora nella trattoria sottocasa!

Io ho espresso il mio disappunto alla cgil, che a parole si erge a paladina della scuola pubblica!

organizzazione@flcgil.it
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Cozza

avatar

Messaggi : 9159
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Lun Ago 07, 2017 7:47 pm

angie ha scritto:
tellina ha scritto:
angie ha scritto:
tellina ha scritto:
No angie... Personalmente non ne faccio un discorso di qualità (ci son paritarie serissime così come ce ne saranno di pubbliche pessime).
Ne faccio un discorso di selezione del docente.
La scuola pubblica convoca per punteggi, gli stessi che dopo tornano nelle graduatorie.
La scuola privata, giustamente, convoca e quindi seleziona come liberamente vuole, senza tener conto dei punteggi (che quindi dopo, a mio parere, non dovrebbero contare in uscita così come non son stati contati in entrata).
Si fa esperienza sul campo anche nella scuola privata? Certo... Ecco perché son favorevole alla valutazione di metà punteggio.  


La mia chiamava da GE o su messa a disposizione.
Cioè?
Iniziava a convocare per le supplenze a partire dal primo nominativo non convocato dal provveditorato? E assumeva chiunque a seconda del punteggio? Senza colloquio e in pratica senza scegliere come se fosse stata una scuola pubblica? Mai visto e nemmeno sentito nulla di simile soprattutto se i contratti a tempo indeterminato avevano seguito identica procedura (forse era una delle poche parificate  non private... Chissà).
Certo che me lo immagino il  cinema per i contratti a tempo indeterminato: assunta X seguendo la gae.. Ops.. L'anno successivo X entra in ruolo nella statale..  .
Da Mad si chiama appunto chi si vuole e chi si conosce o è conosciuto da altri ecc... Ma anche questo, sia chiaro, è totalmente legale.

Iniziavano a chiamare dal primo non nominato dalle GE, quindi abilitato, se nessuno accettava scorrevano le GI.
Circa la mad, ovviamente tenevano conto del curriculum e del colloquio.
chapeau a questa scuola per quanto riguarda le assegnazioni delle supplenze.
ma appunto...per i contratti a tempo indeterminato è palese non sia stato possibile seguire lo stesso iter (in caso contrario appunto avrebbero avuto un ricambio comunque annuale dei docenti).
insomma non mi hai convinta fino in fondo.

Codice:
No, in quello dove hanno mangiato fino al giorno prima e in quello in cui sanno che andranno a mangiare il giorno dopo, il che mi sembra ancora peggio.
quantoc'hairaggionedec...
Tornare in alto Andare in basso
_Rosanna_



Messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 06.03.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Lun Ago 07, 2017 9:40 pm

Dec ha scritto:
_Rosanna_ ha scritto:
Ti faccio una domanda se ti capitasse un posto in paritaria sotto casa ci andresti? Con stipendio in regola( quindi uguale alla statale) e controbuti??
Rispondi sinceramente se anche tu non accetteresti anche per periodi brevi e prenderti i punti.

No, potevo mandare il curriculum ed ero quasi sicuro che mi avrebbero preso. Non l'ho fatto e mi sono fatto i miei bei Km per andare a scuola tutti i giorni.

Ti ringrazio della risposta ma la domanda non era rivolta a te.
Comunque appunto tu hai scelto di non farlo, ma sono scelte personali.
Io se non mi fossi dovuta trasferire sarei rimasta in quella scuola perchè mi trovavo benissimo.


Per qua to riguarda il Ds arriveremo al punto in cui anche nella statale potrà licenziare. Comunque è vero adesso non puó ma lavorare in un ambiente ostile non è facile. Ho avuto un esperienza con un Ds, non con me per fortuna. Il suo comportamento era vero e proprio mobbing. Ma vabe questo è un'altro discorso.
[ scusate se ci sono refusi ma sono con il cel]
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1714
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Lun Ago 07, 2017 10:52 pm

_Rosanna_ ha scritto:


Quello che dici sui voti in base alla famglia guarda che accade anche nella pubblica!! Ti accade anche che il ds ti impone di non bocciare caio. Quindi smettiamo di dire che queste cose accadono in paritaria perchè non lo è.

Ti faccio una domanda se ti capitasse un posto in paritaria sotto casa ci andresti? Con stipendio in regola( quindi uguale alla statale) e controbuti??
Rispondi sinceramente se anche tu non accetteresti anche per periodi brevi e prenderti i punti.

Mai visto in tutta la mia carriera attribuire un 9 a uno studente la cui famiglia avesse dato soldi alla scuola. Sicuramente ci sono le classiche preferenze, così come gli studenti presi di mira, ma anche questa è scuola di vita.
Mi sono fatta 15 anni di precariato pur di non lavorare nella paritaria aspettando il ruolo. Non ho rimpianti, anzi ne vado fiera. Per me la libertà di pensiero e d'azione, così come il confronto con persone che la pensano diversamente da me sono fondamentali. Una scuola che preclude tutto questo non può essere un luogo di educazione e formazione.
Tra l'altro sotto casa non lavorerei mai. Ci vuole sempre una certa distanza tra l'abitazione e il luogo di lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57834
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 3:38 am

_Rosanna_ ha scritto:
Dec ha scritto:
_Rosanna_ ha scritto:
Ti faccio una domanda se ti capitasse un posto in paritaria sotto casa ci andresti? Con stipendio in regola( quindi uguale alla statale) e controbuti??
Rispondi sinceramente se anche tu non accetteresti anche per periodi brevi e prenderti i punti.

No, potevo mandare il curriculum ed ero quasi sicuro che mi avrebbero preso. Non l'ho fatto e mi sono fatto i miei bei Km per andare a scuola tutti i giorni.

Ti ringrazio della risposta ma la domanda non era rivolta a te.
Comunque appunto tu hai scelto di non farlo, ma sono scelte personali.
Io se non mi fossi dovuta trasferire sarei rimasta in quella scuola perchè mi trovavo benissimo.


Per qua to riguarda il Ds arriveremo al punto in cui anche nella statale potrà licenziare. Comunque è vero adesso non puó ma lavorare in un ambiente ostile non è facile. Ho avuto un esperienza con un Ds, non con me per fortuna. Il suo comportamento era vero e proprio mobbing. Ma vabe questo è un'altro discorso.
[ scusate se ci sono refusi ma sono con il cel]

Certo, sono scelte personali e tutte ugualmente rispettabili (ho amici che hanno lavorato nella paritaria o che hanno perfino rinunciato al ruolo nella statale per rimanerci). Solo che mi sembrava che tu dessi per scontato che, di fronte ad una situazione di convenienza (la scuola sotto casa), tutti avrebbero accettato di corsa la paritaria e se ne parlavano male era solo perché l'occasione non si era presentata. Per questo mi sono permesso di rispondere, anche se la domanda non era rivolta a me.
Mi auguro che non si arrivi mai al punto che un Ds abbia così tanto potere, proprio perché concordo con te che ci sono alcuni Ds pessimi, con i quali è difficile lavorare (uno che mi dicesse chi devo promuovere e bocciare sarebbe già uno di questi).
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4290
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 11:40 am

Scuole con sistemi di reclutamento diversi devono avere vita indipendente l'una dall'altra.
Il servizio prestato nella paritaria non dovrebbe essere riconosciuto nella statale. Poi ognuno è libero di lavorare dove vuole. Se lasciate a margine questo concetto fondamentale e vi intrufolate in altre questioni la querelle non avrà mai una fine.
Tornare in alto Andare in basso
Italove



Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 29.07.17

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 11:52 am

Secondo me il concetto fondamentale deve essere "ha più punti chi ha maturato più esperienza di insegnamento"
Tornare in alto Andare in basso
_Rosanna_



Messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 06.03.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 12:13 pm

@Dec, no per carità non davo per scontato nulla.
Peró c'è chi ragione in base al posto comodo sottocasa( vabe questo anche nella statale vedi anche tutte le 104).

Per quanto riguarda i Ds speriamo bene perchè già così è dura.


Comunque che poi le GI diciamolo non è che siano delle graduatorie di merito. C'è gente che possibilmente ha più punti ma è un pessimo insegnante. Vogliamo anche parlare di chi è in ruolo grazie al concorso che possibilemte faceva tutt'altro? Io conosco una perso a che lavorava in ufficio amministrativo. Ha vinto il corcorso. Non sa nulla di come fare programmazione, verbali consigli ecc ecc.

Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57834
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 4:21 pm

Il sistema ha i suoi limiti e li conosciamo. Un sistema più equo però non è ancora stato inventato e secondo me il sistema peggiore è quello di dare al dirigente la possibilità di scegliersi i docenti più simili a lui e più fedeli. Il controllo "di qualità" dovrebbe essere fatto da qualcuno che è esterno alle dinamiche della singola scuola e questo i concorsi, almeno in teoria, lo garantiscono; poi bisogna vedere come vengono fatti, su cosa, chi sono i commissari e così via. L'esperienza e i titoli male non fanno (se i titoli sono veri e non comprati), anche se non garantiscono che l'insegnante che li ha sia migliore di chi non li ha.
Tornare in alto Andare in basso
_Rosanna_



Messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 06.03.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 4:43 pm

Concordo sopratutto con il discorso dei ds che scelgono chi vogliono.

Tornare in alto Andare in basso
Italove



Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 29.07.17

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 4:47 pm

Dec ha scritto:
Un sistema più equo però non è ancora stato inventato e secondo me il sistema peggiore è quello di dare al dirigente la possibilità di scegliersi i docenti più simili a lui e più fedeli. Il controllo "di qualità" dovrebbe essere fatto da qualcuno che è esterno alle dinamiche della singola scuola e questo i concorsi, almeno in teoria, lo garantiscono;

Che sia meglio il concorso rispetto alla selezione da parte di un singolo dirigente non ci piove.

Qui si discute se valgano di più i 12 punti guadagnati da uno che ha fatto un anno di supplenza alla statale grazie alla sua posizione in terza fascia (alla quale si accede senza alcun merito e senza alcuna selezione), oppure un anno di supplenza alla paritaria dopo (almeno) un colloquio selettivo e con il rischio di essere licenziati in ogni momento.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57834
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 5:04 pm

Può essere stato chiamato da terza fascia, ma anche da seconda o dalle Gae (dove ci sono ancora); può essere stato chiamato da terza fascia invece di un altro che era in terza fascia perché aveva più titoli o servizio precedente (d'accordo, non si può sapere di che qualità).
Il rischio di essere licenziati in ogni momento non mi sembra un titolo di merito e nemmeno il fatto di essere stati selezionati in base alla propria fede religiosa e alla segnalazione del parroco (come a volte capita) o comunque per conoscenze e raccomandazioni varie (come spesso capita).
Che i punti valgano per l'assunzione nella stessa paritaria. Cosa c'entra la statale?
Tornare in alto Andare in basso
Italove



Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 29.07.17

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 5:33 pm

Dec ha scritto:
Può essere stato chiamato da terza fascia, ma anche da seconda o dalle Gae

Ho parlato solo di terza fascia, servizio su chiamata da terza fascia rispetto a chiamata da paritaria.

Dec ha scritto:

Il rischio di essere licenziati in ogni momento non mi sembra un titolo di merito

Se lavori male, dalla paritaria ti possono cacciare, mentre dubito che succeda a un supplente della statale...

Dec ha scritto:

e nemmeno il fatto di essere stati selezionati in base alla propria fede religiosa e alla segnalazione del parroco (come a volte capita) o comunque per conoscenze e raccomandazioni varie (come spesso capita).

Ok, ma la soluzione è combattere questo malcostume (non certo circoscritto alla scuola paritaria), non negare uguale punteggio a chi fa lo stesso lavoro degli insegnanti della statale.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57834
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 5:41 pm

Per me l'unico modo per combattere questo malcostume è togliere discrezionalità nelle assunzioni, ma è chiaro che non saremo mai d'accordo.
Tornare in alto Andare in basso
Italove



Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 29.07.17

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 5:47 pm

Più che non essere d'accordo, vedo difficilmente applicabile la soluzione in ambito privato. Bisognerebbe forse puntare più sulla trasparenza...
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57834
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 6:21 pm

Però non si può essere paritari quando conviene essere come le statali e privati quando conviene non avere vincoli. Non si possono pretendere solo i vantaggi dell'uno o dell'altro status.
Tornare in alto Andare in basso
_Rosanna_



Messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 06.03.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 6:26 pm

Dec ha scritto:
Però non si può essere paritari quando conviene essere come le statali e privati quando conviene non avere vincoli. Non si possono pretendere solo i vantaggi dell'uno o dell'altro status.

Su questo hai perfettamente ragione. Ci sono molte scuole paritarie che se ne approfittano di essere private.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9159
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 6:34 pm

io non son mai stata contro le private, ma davvero eh...
non ci ho mai lavorato perché non conoscendo nessuno manco avran mai letto il mio cv, ma ci sta.
ritengo davvero che la forza delle private sia il potere di scelta che, se fatto al meglio, le valorizza e crea reali eccellenze.
allo stesso tempo il punto di forza delle private è anche il loro punto debole perché appunto ...siamo umani (con tutte le accezioni negative del termine), e per lo steso motivo ho sempre visto con favore la chiamata diretta anche nella scuola pubblica...se fossimo però in un mondo perfetto.
è l'incastro dei due percorsi che non riesco però a vedere in positivo.
si fanno scelte ogni giorno nella vita.
hai scelto...d'esser scelto nella privata, ottimo, spero sia stata una privata seria e son certa tu abbia fatto il tuo lavoro al meglio.
ma siccome per i suddetti motivi io e chiuqnue altro non abbiam potuto scegliere...d'esser scelti...allora è corretto che i punti fatti in entrambi i percorsi non siano interscambiabili (se non appunto magari un metà punteggio dato comunque dall'esperienza fatta sul campo, quello lo concedo, son trooooopppo buona io...)
Tornare in alto Andare in basso
Italove



Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 29.07.17

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:05 pm

Scelto... Visto che il lavoro è lo stesso, perché non fare entrambe le cose? Mi iscrivo in terza fascia e mando curriculum alle paritarie... Si prende quello che capita, sono tempi difficili :")
Tornare in alto Andare in basso
Italove



Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 29.07.17

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:08 pm

Dec ha scritto:
Però non si può essere paritari quando conviene essere come le statali e privati quando conviene non avere vincoli. Non si possono pretendere solo i vantaggi dell'uno o dell'altro status.

I vincoli ci sono, per ottenere la parità bisogna soddisfare dei requisiti imposti dal miur, altrimenti la scuola è privata non paritaria, esistono anche quelle.
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9159
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:33 pm

Italove ha scritto:
Scelto... Visto che il lavoro è lo stesso, perché non fare entrambe le cose? Mi iscrivo in terza fascia e mando curriculum alle paritarie... Si prende quello che capita, sono tempi difficili :")
no no italove...io infatti mica dico di non mandare curricola nelle private, ai miei tempi li ho mandati ovunque, pubbliche e private, confermo...son (sempre) stati tempi difficili.
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 57834
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:38 pm

Italove ha scritto:
Dec ha scritto:
Però non si può essere paritari quando conviene essere come le statali e privati quando conviene non avere vincoli. Non si possono pretendere solo i vantaggi dell'uno o dell'altro status.

I vincoli ci sono, per ottenere la parità bisogna soddisfare dei requisiti imposti dal miur, altrimenti la scuola è privata non paritaria, esistono anche quelle.

Lo so, ma sul reclutamento degli insegnanti possono scegliere chi vogliono (a parte il fatto che dovrebbero chiamare prima gli abilitati).
Tornare in alto Andare in basso
Cozza

avatar

Messaggi : 9159
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:44 pm

Dec ha scritto:
Italove ha scritto:
Dec ha scritto:
Però non si può essere paritari quando conviene essere come le statali e privati quando conviene non avere vincoli. Non si possono pretendere solo i vantaggi dell'uno o dell'altro status.

I vincoli ci sono, per ottenere la parità bisogna soddisfare dei requisiti imposti dal miur, altrimenti la scuola è privata non paritaria, esistono anche quelle.

Lo so, ma sul reclutamento degli insegnanti possono scegliere chi vogliono (a parte il fatto che dovrebbero chiamare prima gli abilitati).
curiosità mia: ma quindi le scuole private possono assumere a tempo indeterminato solo docenti abilitati?
Tornare in alto Andare in basso
_Rosanna_



Messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 06.03.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:45 pm

Teoricamente anche chiamare prima gli abilitati dovrebbe rientrare nel vincolo paritaria.

Ma in molte non lo fanno e lo abbiamo già detto.
Tornare in alto Andare in basso
_Rosanna_



Messaggi : 1499
Data d'iscrizione : 06.03.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 7:46 pm

Tellina si teoricamente dovrebbero assumere in primis gli abilitati.
Tornare in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1714
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia   Mar Ago 08, 2017 9:19 pm

Italove ha scritto:
Secondo me il concetto fondamentale deve essere "ha più punti chi ha maturato più esperienza di insegnamento"

Sì, però se il criterio per avere il lavoro è andare in chiesa la domenica, chi non va in chiesa non ha avuto le stesse opportunità di insegnare e avere punti. Quindi si ritorna al punto di partenza.


Quanto poi al fatto che nella paritaria si sia più selezionati perché fanno i colloqui, il ragionamento non tiene. Potrebbero selezionare esclusivamente gli omofobi per esempio, oppure gli uomini che non vanno i maternità.
Cioè, insomma, ci siamo capiti...
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Valutare il servizio nelle paritarie è una grande ingiustizia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Perché l'Antisemitismo è una Grande Ingiustizia
» il Dio che odia le donne
» Eco 3D chi l'ha fatta?
» Il grande capo Estiqaatsi
» + Modalità di erogazione delle prestazioni di pma nelle varie Regioni italiane (numero tentativi in convenzione, accesso a strutture private convenzionate, ticket, eccetera eccetera)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Graduatorie - Supplenze-
Andare verso: