Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 12 ... 21  Seguente
AutoreMessaggio
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Sab Apr 04, 2015 10:15 am

Promemoria primo messaggio :

Riprendo il confronto avviato in "Le pere e le mele" ( http://www.orizzontescuolaforum.net/t103116-le-pere-e-le-mele ) e proseguito in "Alcune osservazioni sul ddl e la cosiddetta 'chiamata diretta"' ( http://www.orizzontescuolaforum.net/t103212-alcune-osservazioni-sul-ddl-e-la-cosiddetta-chiamata-diretta ).

Entrambe le vivaci discussioni sono state chiuse d'imperio dagli amministratori/moderatori, apparentemente per l'insolenza di alcuni partecipanti. In tal modo, a costoro si concede di fatto la possibilità di interrompere un dialogo in corso, privando gli interlocutori seri e responsabili del diritto di replica ed i lettori interessati della possibilità di vedere un dibattito esaurirsi naturalmente. Non posso fare a meno di notare la discrezionalità con cui le discussioni vengono chiuse d'imperio in seguito a comportamenti insolenti e che, in entrambi i casi, il diritto di replica è stato negato alla stessa parte.

Paolo Tuguri ha scritto:

MMM ha scritto:

Paolo Tuguri ha scritto:

Dov'è nel DPR 80/2013 il punto in cui si valuta la chiamata dagli albi?
MMM ha scritto:

Non vedo la necessità di valutarla indipendentemente o separatamente rispetto alla valutazione complessiva dell'efficacia e dell'efficienza dell'operato del ds. Tuttavia, se si ritenesse opportuno farlo, si potrebbe sempre provvedere.

Quindi ritieni che la chiamata dagli albi non vada ad incidere sull'efficacia e l'efficienza dell'operato del DS?

Non capisco quel "quindi" - nulla di ciò che ho affermato autorizza la tua conclusione. Credo che la chiamata diretta possa incidere sull'efficacia e l'efficienza dell'operato di un ds - è uno strumento in più a sua disposizione. Più significativamente, lo credono i rappresentanti stessi dei ds che ne hanno messo in luce la centralità. Se sapranno farne buon uso si vedrà dai risultati complessivi. Ripeto: non c'è nessuna necessità di valutare l'uso che viene fatto di questo strumento separatamente da tutti gli altri nel conseguimento dei risultati attesi.

Quindi ritieni che possa incidere ma non debba essere valutata separatamente?

Non al di là della correttezza formale così come è stabilita dal ddl (come avevo già precisato). E' chiaro che un un ds che offrisse ad un docente di italiano l'incarico per un insegnamento di fisica non sarebbe accettabile. Tuttavia nel momento in cui il ds offrisse l'insegnamento di fisica ad un docente di fisica, motivando la sua scelta esplicitamente e pubblicamente sulla base dei criteri utlizzati per la scelta e del curriculum del docente a cui è stata fatta l'offerta - così come prescritto dal ddl - l'intero processo di assegnazione dell'incarico diventerebbe trasparente e pubblicamente controllabile e le incongruenze macroscopiche diventerebbero immediatamente evidenti. (Si tenga presente che anche i curricula dei docenti sarebbero pubblici).


Paolo Tuguri ha scritto:
Dunque i risultati di un dirigente scolastico non dipendono dal corpo docente?

Tu lo credi? Come chiarito nella mia precedente risposta, io no e nemmeno i ds, i quali per l'appunto chiedono di poter scegliere all'interno del corpo docente prima di poter essere ritenuti pienamente responsabili dei risultati conseguiti. Se si chiede ai ds di ottenere certi risultati grazie a risorse umane (i docenti) che vengono loro assegnate d'ufficio, è chiaro che anche l'ufficio che le assegna avrà un qualche responabilità nell'esito - tanto maggiore quanto maggiore è il ruolo svolto da quelle risorse. Vice versa, i ds avranno una responsabilità piena nel momento in cui potranno avere possibilità e strumenti di scelta in questo ambito.


Paolo Tuguri ha scritto:
NB Hai usato tu il termine chiamata diretta del cui uso accusi un po' tutti (un po' a sproposito).

Non ne faccio una questione nominalistica ma sostanziale: una volta chiariti i termini del discorso e se la cosa non genera fraintendimenti, è meglio adattarsi alle espressioni usate dall'interlocutore per rendere il dialogo più comprensibile. In effetti - a proposito dello sproposito - tu stesso nella tua domanda hai usato l'espressione "chiamata dagli albi", la quale, senza ulteriori precisazioni, equivale a "chiamata diretta". Ma, appunto, le precisazioni sono già state fatte e sappiamo che, in riferimento al ddl, si dovrebbe più propriamente parlare di "proposta d'incarico ai docenti inscritti negli albi" e non di "chiamata diretta" o "dagli albi". (Il problema, altrimenti detto, sta nel termine "chiamata" che evoca la possibilità di assunzione da parte del ds, la quale è invece esclusa dal ddl).


Ultima modifica di MMM il Dom Apr 05, 2015 8:50 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 12:49 pm

Perplessa ha scritto:
MMM ha scritto:


Chi paga gli stipendi dei docenti? Chi negozia i CCNL e i CCNI? Chi emana regolamenti e circolari? Chi si occupa di esami di stato e concorsi? E gli "esperti" sono millantatori oppure vengono riconosciuti tali perché hanno una conoscenza profonda e non comune dei temi di cui sono esperti? La pretesa che solo i docenti ne sappiano di scuola è francamente imbarazzante.
e queste sarebbero argomentazioni? Abbiamo una vigilessa che è arrivata ad un pelo da diventare sottosegretario e che ricopre un incarico governatico di alto rilievo senza possederne i requisiti minini, funzionari del Ministero delle Infrastrutture con 14 processi per concussione alle spalle ma inamovibili, posti nei ministeri e in altri apparati dello stato dati via come noccioline in cambio di favori di vario genere e tu pensi di poter spacciare in piena serenità l'associazione "affidamento incarico/competenze specifiche/merito"?

Ps:
gli stipendi li paga il Ministero del Tesoro. Se ne avessi mai preso uno, te ne saresti accorto.

La mia obiezione aveva come bersaglio la tesi secondo cui nessuno ne sa di scuola se non, o almeno come, i docenti. Ora, non mi risulta che al Ministero del Tesoro i funzionari e gli impiegati siano tutti ex-docenti, tanto meno al MIUR. E tanto basta per mostrare che quella tesi è ridicola. Se si tiene poi conto del fatto che i ministeri funzionano al di là delle nomine politiche e dello spoil-system, anche la tua osservazione relativa a queste ultime - ammesso e non concesso che sia generalizzazione - non pare cambiare sostanzialmente le cose in merito alla questione.

(Non ho mai sostenuto che gli stipendi dei docenti siano pagati da altri rispetto al MdT, come tu sembri voler lasciare intendere. Ribadisco, tra l'altro, a proposito dell'altra tua insinuazione, che le tue fonti sul mio conto sono inaffidabili).


Ultima modifica di MMM il Lun Apr 06, 2015 2:16 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 12:51 pm

Perplessa ha scritto:
MMM ha scritto:


C'è un po' di gente la MIUR che ha visto qualcos'altro oltre il proprio naso. Ne vogliamo tener conto? Sono tutti estremamente miopi o è lei ad essere particolarmente chiaroveggente?

.
guarda le condizioni in cui versa la scuola italiana ed il pasticcio trentennale del suo sistema di reclutamento e risponditi da solo.

Mi pare che si stia cercando di mettere ordine proprio a quel pasticcio, no? Ma questo discorso ci porterebbe OT.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 1:06 pm

giobbe ha scritto:
Le leggi sono fatte dal Parlamento. Il Parlamento è formato da politici. La politica è fatta di compromessi. Una legge è quindi un progetto politico non scevra da compromessi. Questo governo ha una maggioranza formata dal PD (soggetto politico non meglio definito perchè dentro c'è di tutto e di più...); Scelta Civica, che ha un numero di cariche parlamentari superiori al numero di quello che li hanno votati; NCD, oggi al 2,2%. A supportare questo governo, dietro le quinte, abbiamo la Confindustria e la Finanza, altrimenti col cacchio Renzi si trovava dove si trova! Infine, quando gli conviene, c'è anche FI. Un siffatto governo, tutto sbilanciato a destra, partorisce "illuminati esperti" aziendali, che vedono nella scuola statale SOLO un peso economico da ridimensionare all'infinito, con tendenza allo zero. Per questo progetto politico la scuola è un peso morto, è un peso morto sicuramente quella pubblica e statale. Intanto,  però, che esiste ancora, tanto vale privatizzarla. Perché la scuola, quella con la S maiuscola, è destinata ai figli della borghesia, quelli che si possono permettere di mandare i figli nei più prestigiosi college italiani e stranieri, la futura classe dirigente di domani su un popolo italiano fatto di ignoranti per legge. Il sindaco del mio paese già manda i suoi due figli in un college svizzero al costo di 20.000 euro mensili. Lo stesso dicasi per quasi tutti i figli degli altri politici. Cosa vuole che importi a questi il destino della scuola pubblica italiana?! Questo disegno è un prodotto che deve essere venduto: cosa c'è di meglio de "La Buona Scuola"? "La Buona Scuola" è un'affermazione che non ha bisogno di essere spiegata, la capiscono pure i più sprovveduti: una cosa o è BUONA o non è buona...e questa è BUONA. "Jobs Act", "Spending Review" e cagate simili, erano fatte proprio per non essere capite. Ma a scuola ci vanno i figli di tutti, allora TUTTI devono capire che questo "mostro bifronte" è buono, è "La Buona Scuola"! Ma c'era da fare i conti con i docenti, che la scuola la conoscono e bene pure. Come aggirare l'ostacolo docenti? Ecco la soluzione: basta con la "supplentite" e l'eterna sofferenza nelle graduatorie. Tutti in ruolo, 150.000 docenti, ma che dico, possono arrivare anche a 250.000 mila tra vincitori di concorso, GaE, supplenti con 36 mesi, abilitati, idonei, TFA, PAS. Quasi quasi incominciavano a sperare pure quelli ancora iscritti alla laurea specialistica... Oddio, devo ammettere che l'operazione di depistaggio è riuscita, seppure in parte. Peccato, ma non tanto, che dalle cifre iperboliche siamo arrivati alle cifre dei numeri "naturali", forse 40.000-50.000 immissioni in ruolo. Cifra molto più vicina al normale turn over.
E la dignità della classe docente? Dov'é la dignita dei docenti? Il Presidente del Consiglio ha parlato di “centralità della scuola” e del ruolo importantissimo che ricoprono i docenti nella società, ed è certamente positivo che lo abbia fatto, ma non ha individuato una finalità storica che andasse oltre la necessità  di un adeguamento alle esigenze imposte dai nuovi processi produttivi.
Così facendo ha svilito ulteriormente una situazione socio-economica già compromessa dei docenti. Per di più ne ha aggravato il loro equilibrio psico-fisico già oggetto di studi specifici e certificati. Nella sostanza cambia lo status giuridico dell'insegnante in peggio: se prima sceglieva ora deve essere scelto.
La scelta dei docenti da parte dei DS non offre nessuna garanzia di una scuola migliore giacchè i docenti sarebbero chiamati attraverso albi che non dicono nulla se non una serie di titoli e credenziali comuni pressoché a tutti i docenti. A meno che non li si conosca direttamente...o li si facciano conoscere (sic). Non dimentichiamo che anche i supplenti saranno chiamati direttamente...E come si misurano i risultati conseguiti? Se c'è un mondo dove i risultati conseguiti non possono essere misurati questo è proprio quello della scuola, tante sono le variabile e le condizioni intrinseche ed estrinseche. Se poi vogliamo misurare i risultati con le promozioni degli alunni, allora significa che la "Buona S(cu)ola" diventa promotrice del falso in atto pubblico.
Se prima gli insegnanti si autodistribuivano sul territorio scolastico ora ci sarà la corsa dei DS per accaparrarsi i migliori (si fa per dire...) in modo da creare proprio scuole di serie A e di serie B, come le classi differenziate di una volta, che sono state giustamente abolite.
Conosco presidi  di alto livello professionale e culturale, profondamente rispettosi del corpo docente. Ma ne conosco e ne ho conosciuto non pochi dotati  di uno spirito altamente prevaricatore. Le comunità scolastiche da loro dirette non sono e non sarebbero certo improntate allo spirito di dignità che un tale compito richiede.
Certo vi sono realtà scolastiche  talmente degradate anche per quanto riguarda il corpo docente. Vi è l’urgenza di imporre una seria disciplina per portare a buon fine il comune impegno. Spesso il degrado è da attribuire ai docenti non meno che ai discenti.  Sono situazioni da stroncare con adeguati mezzi anche disciplinari, ove necessario. Ma qualsiasi provvedimento normativo va individuato esclusivamente  nella salvaguardia dell’inderogabile dignità del ruolo docente, che un tale compito impone e che non può essere raggiunto se tale dignità viene minata.

Sinceramente, le sarei grato se potesse precisare in qual modo l'offerta di incarico da parte dei ds ai docenti dell'albo territoriale, la facoltà dei docenti di accettare o meno l'incarico offerto da una posizione di assoluta garanzia di impiego a tempo indeterminato e la possibilità di un mancato rinnovo dell'incarico ledano la dignità dei docenti.
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 1:13 pm

aoo ma sei de cocciooo??? forse così capisce... :-)
Tornare in alto Andare in basso
jeppo1



Messaggi : 164
Data d'iscrizione : 05.04.15

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 1:24 pm

gian ha scritto:
Giobbe, nel profondo sud di Sardilandia siamo usi dire: "lassa perdi".

L'unico modo per interrompere questo martellante mantra propagandistico è quello di non dargli eco. Se si evita di rispondere, questi thread propagandistici sono destinati a scorrere velocemente in fondo, finendo nel meritato oblìo.

Ribadisco: don't feed the pusher.
concordo sul metodo. Dopo vari tentativi di molti utenti del forum, giobbe , mirco, perplessa che giustamente ha fatto notare cosa è un preguizio e cosa è un post giudizio è ormai evidente che questo MMM (solo il nik è tutto un programma) non solo non è un docente, come diceva mirco , ma ha come unico scopo propagandare questa riforma. Sarebbe meglio lasciarlo parlare da solo, quindi invito tutti a seguire il consiglio di gian. capisco che è molto difficile non risposndere alle idiozie che costui propaganda ma probabilmente è l0unico metodo per fargli capire che si sta arrampicando sugli specchi.

P.S. sono stato bannato per una battuta che lui e franseca4 che credo sia un suo clone ritenevano offensiva: intendevo dire che il nik MMM è un nik onomatopeicamente parlando da "stitico". Siceramente non mi sembrava un'offesa, d'altronde non capisco che senso abbia un nik come il suo. Comunque va bene così. meglio ignorarlo.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 1:39 pm

MMM ha scritto:
Sinceramente, le sarei grato se potesse precisare in qual modo l'offerta di incarico da parte dei ds ai docenti dell'albo territoriale, la facoltà dei docenti di accettare o meno l'incarico offerto da una posizione di assoluta garanzia di impiego a tempo indeterminato e la possibilità di un mancato rinnovo dell'incarico ledano la dignità dei docenti.

SCRRRRRREEEEEEEEEEEEECK

Mi auguro (per te) che l'ufficio Public Relation del PD ti paghi gli straordinari per fare marketing porta a porta anche nei giorni di pasqua o di pasquetta. Almeno per pagare il conto alla manicure, povere unghie martoriate.

Una curiosità: ma lavorate a cottimo, pardon, a progetto, oppure avete un fisso mensile? E la tutela sta crescendo o siete stati assunti con un contratto precedente al varo degli handjobs act?
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 2:10 pm

MMM ha scritto:
Sinceramente, le sarei grato se potesse precisare in qual modo l'offerta di incarico da parte dei ds ai docenti dell'albo territoriale, la facoltà dei docenti di accettare o meno l'incarico offerto da una posizione di assoluta garanzia di impiego a tempo indeterminato e la possibilità di un mancato rinnovo dell'incarico ledano la dignità dei docenti.
Lei è la prova provata che i progressi fatti dagli alunni sono solo in parte opera dei docenti...
I contadini sanno che non tutti i terreni sono buoni per la semina, che non su tutti i terreni possono gettare le stesse sementi e che ci sono terreni completamente infertili.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 2:17 pm

MMM ha scritto:

Sinceramente, le sarei grato se potesse precisare in qual modo l'offerta di incarico da parte dei ds ai docenti dell'albo territoriale, la facoltà dei docenti di accettare o meno l'incarico offerto da una posizione di assoluta garanzia di impiego a tempo indeterminato e la possibilità di un mancato rinnovo dell'incarico ledano la dignità dei docenti.

Chi lavora sa bene che la qualità del lavoro dipende in parte dalla retribuzione, ma in parte ancor maggiore dalle condizioni lavorative: distanza da casa, ambiente di lavoro più o meno favorevole, soddisfazione nel vedere i risultati del proprio lavoro. Lo sanno bene anche i giuslavoristi che si occupano di mobbing: il demansionamento, lo spostamento di sede, l'esclusione dai progetti precedentemente seguiti, anche a parità di retribuzione, sono il modo migliore per costringere il lavoratore sgradito a cambiare aria.

Affidare la qualità del proprio lavoro, e quindi della propria vita, a una persona sola, un DS, vuol dire essere costretti a ricatti più o meno espliciti, a dover accettare di fare cose che non si vogliono fare o di non fare cose che invece si intendono fare e che spetterebbero. Neanche nella piccola azienda del sciur paron funziona così. Se questa non è una diminuzione della propria libertà e dignità in ambito lavorativo allora mi chiedo quale possa esserlo.
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 2:19 pm

vabbè davide, abbiamo scherzato, ora svelati...
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 2:30 pm

Naturalmente, ma è bene precisarlo, anche il mancato rinnovo di un incarico avviene alle medesime garanzie della possibilità di accettazione di un incarico. In breve, l'incarico non è da confondere con il contratto di lavoro.

(A proposito di certe tecniche di arrampicata e di evasione, credo sia chiaro a tutti i men che ingenui che concentrare l'attenzione su chi pone una questione non è neanche l'inizio di una risposta alla questione posta) .
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 2:37 pm

MMM ha scritto:
Naturalmente, ma è bene precisarlo, anche il mancato rinnovo di un incarico avviene alle medesime garanzie della possibilità di accettazione di un incarico. In breve, l'incarico non è da confondere con il contratto di lavoro.
Occhio a sporgersi troppo fuori dal balcone.

Citazione :
(A proposito di certe tecniche di arrampicata e di evasione, credo sia chiaro a tutti i men che ingenui che concentrare l'attenzione su chi pone una questione non è neanche l'inizio di una risposta alla questione posta) .

Si vabbè, ma se po' sape' quanto te ppaga er piddi o lo devo chiede ar sor camillo?
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 3:33 pm

MMM ha scritto:
.....credo sia chiaro a tutti i men che ingenui che concentrare l'attenzione su chi pone una questione non è neanche l'inizio di una risposta alla questione posta.
La smetta di rigirare continuamente la frittata, col tempo è destinata a bruciarsi comunque.
Io fin da subito le ho dato tante motivazioni, e non solo io (vedi gian e mirco81). Lei, alle strette, prima mi ha dato del pensionato fuori dal giro (a pensare che era aperto al confronto, come Renzi che sulla "Buona S(cu)ola" ha voluto ascoltare pure gli acefali), poi non ha replicato proprio più ma si è limitato a dire......il NULLA.
Vuole un consiglio? La smetta, fa male solo a se stesso.
Tornare in alto Andare in basso
rossella73



Messaggi : 219
Data d'iscrizione : 15.07.13

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 3:49 pm

MMM, ci sottovaluta... :-) Tanti di noi sono capaci di intendere e, in molti casi, addirittura di volere, a prescindere dagli interventi più o meno fintamente-strumentalmente chiarificatori o dalle magnanime considerazioni di alcuni pseudosalvatori dell'umanità.
Di distorsioni se ne possono rilevare di due tipi: quelle a carico del ddl e quelle a carico della realtà.
Pregiudizio è anche ritenere che certi docenti "egoisti, comodi e conservatori" prendano posizione contro alcune disposizioni di quel ddl solo perché disinformati o interessati.
Non argomento ulteriormente perché lo hanno già fatto abbondantemente e validamente tanti utenti del forum degni di considerazione.
Finora mi sono limitata a seguirlo, ma il confronto c'è stato: ampio, sterile e ormai noioso. Come propone qualcuno: guardiamo e passiamo! Meglio per tutti.
Tornare in alto Andare in basso
Ottodoro



Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 09.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 4:09 pm

il ddl darà lavoro a 100mila persone!
vorrei vedere in un altro ambito chi si oppone come fanno i docenti.
forse arrivare a 24 o 30 ore di insegnamento per qualcuno è meglio.
Tornare in alto Andare in basso
Meravigliato



Messaggi : 392
Data d'iscrizione : 27.11.14

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 4:20 pm

Ottodoro ha scritto:
il ddl darà lavoro a 100mila persone!
vorrei vedere in un altro ambito chi si oppone come fanno i docenti.
forse arrivare a 24 o 30 ore di insegnamento per qualcuno è meglio.

di certo a te sarebbero servite più ore alla sissis...ancora più marcie in più...
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 4:38 pm

Ottodoro ha scritto:
il ddl darà lavoro a 100mila persone!
vorrei vedere in un altro ambito chi si oppone come fanno i docenti.
forse arrivare a 24 o 30 ore di insegnamento per qualcuno è meglio.

Non è vero che il DDL darà lavoro a 100.000 persone (che per lo più lavorano già): al contrario renderà solo stabile la loro precarietà, magari risparmiandogli qualche patema estivo. Semmai non pochi di quelli che oggi lavorano verranno esclusi dalla giostra, o penalizzati.
Tornare in alto Andare in basso
Ottodoro



Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 09.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 4:40 pm

ufo polemico ha scritto:
Ottodoro ha scritto:
il ddl darà lavoro a 100mila persone!
vorrei vedere in un altro ambito chi si oppone come fanno i docenti.
forse arrivare a 24 o 30 ore di insegnamento per qualcuno è meglio.

Non è vero che il DDL darà lavoro a 100.000 persone (che per lo più lavorano già): al contrario renderà solo stabile la loro precarietà, magari risparmiandogli qualche patema estivo. Semmai non pochi di quelli che oggi lavorano verranno esclusi dalla giostra, o penalizzati.


sì caro, prova tu a vivere senza sapere per 15 anni se lavori l'anno dopo.
se la gente assunta già lavora, perchè mai gli altri non dovranno più lavorare?
aspettano il concorso e entrano di ruolo.
NOI ABBIAMO GIa' DATO E ORA DATECI QUELLO CHE CI SPETTA! AVANTI TUTTA!
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 5:12 pm

Guarda ottodoro che se pensi che i colpevoli della tua precarietà siano i colleghi di ruolo sbagli di grosso: prenditela piuttosto con lo Stato, che per 13 anni non ha bandito i concorsi ai quali molti, come te, ambivano ardentemente partecipare, e che ha sfruttato il lavoro di chi non era di ruolo.

E stai ben certo che la nuova legge, se dovesse passare questo DDL, non ti consegnerà quel ruolo che ambivi, ma qualcosa di molto inferiore in quanto a diritti e a dignità e ti costringerà a rimanere precario, anche sapendo che l'anno dopo (forse) lavorerai ancora.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 5:47 pm

Ottodoro ha scritto:
sì caro, prova tu a vivere senza sapere per 15 anni se lavori l'anno dopo.
se la gente assunta già lavora, perchè mai gli altri non dovranno più lavorare?
aspettano il concorso e entrano di ruolo.
NOI ABBIAMO GIa' DATO E ORA DATECI QUELLO CHE CI SPETTA! AVANTI TUTTA!
Il tuo intervento non mi stupisce affatto. E' il risultato di quello che prevedevo quando dicevo che Renzi ha sbandierato l'immissione in ruolo di tutti i precari nella scuola proprio per spaccare la categoria e far passare, così, anche tutto quello che di abominevole c'è nel suo DDL. E' ovvio che chi è frustrato accetta tutto, anche mettendosi a 90°, e tu sei così onesto da ammetterlo, senza mezzi termini. Ma devi anche capire che c'è anche chi ripudia il mors tua vita mea.
Quello che non mi piace è quel tuo categorico: AVANTI TUTTA. Perché un domani, non molto lontano, anche tu ti ribellerai ma allora non potrai fare, INDIETRO TUTTA.

P.S. Intanto le immissioni in ruolo sono tutte da verificare......
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 6:01 pm

Egregio Ottodoro, ritiro immediatamente il precedente tono confidenziale e me ne scuso.
Ho fatto una rapida sbirciatina nei suoi messaggi precedenti. Ho la quasi certezza che lei non sia un docente perché anche il peggiore dei docenti non farebbe errori grammaticali così pacchiani come li fa lei. Se invece lo facesse apposta, allora è semplicemente un rompiscatole (:-)) con cui è inutile dialogare.


Ultima modifica di giobbe il Lun Apr 06, 2015 7:48 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
frankenstin



Messaggi : 213
Data d'iscrizione : 13.09.13

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 6:09 pm

giobbe ha scritto:
Egregio Ottodoro, ... anche il peggiore dei docenti non farebbe errori grammaticali così pacchiani come li fa lei. Se invece lo facesse apposta, allora è semplicemente un rompicoglioni con cui è inutile dialogare.

LOL!
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25595
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 6:30 pm

frankenstin ha scritto:
giobbe ha scritto:
Egregio Ottodoro, ... anche il peggiore dei docenti non farebbe errori grammaticali così pacchiani come li fa lei. Se invece lo facesse apposta, allora è semplicemente un rompicoglioni con cui è inutile dialogare.

LOL!


Ogni tanto devo dire che certi utenti mi "colpiscono" per il loro interloquire. Chapeau.
Tornare in alto Andare in basso
MMM



Messaggi : 591
Data d'iscrizione : 03.02.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 6:39 pm

giobbe ha scritto:
MMM ha scritto:
.....credo sia chiaro a tutti i men che ingenui che concentrare l'attenzione su chi pone una questione non è neanche l'inizio di una risposta alla questione posta.
La smetta di rigirare continuamente la frittata, col tempo è destinata a bruciarsi comunque.
Io fin da subito le ho dato tante motivazioni, e non solo io (vedi gian e mirco81). Lei, alle strette, prima mi ha dato del pensionato fuori dal giro (a pensare che era aperto al confronto, come Renzi che sulla "Buona S(cu)ola" ha voluto ascoltare pure gli acefali), poi non ha replicato proprio più ma si è limitato a dire......il NULLA.
Vuole un consiglio? La smetta, fa male solo a se stesso.

A dire il vero, le ho fatto notare che le sue "motivazioni" derivavano da una comprensione approssimativa del ddl. Tuttavia, pare che lei non voglia nemmeno prendere in considerazione questa eventualità. In questo caso stiamo parlando di cose diverse. Che per lei ciò di cui io parlo sia il nulla attiene al suo modo di considerare le ragioni dei suoi interlocutori, con i quali evidentemente non le interessa molto confrontarsi, al pari degli altri utenti che ha nominato.
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3568
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 6:48 pm

MMM ha scritto:
giobbe ha scritto:
MMM ha scritto:
.....credo sia chiaro a tutti i men che ingenui che concentrare l'attenzione su chi pone una questione non è neanche l'inizio di una risposta alla questione posta.
La smetta di rigirare continuamente la frittata, col tempo è destinata a bruciarsi comunque.
Io fin da subito le ho dato tante motivazioni, e non solo io (vedi gian e mirco81). Lei, alle strette, prima mi ha dato del pensionato fuori dal giro (a pensare che era aperto al confronto, come Renzi che sulla "Buona S(cu)ola" ha voluto ascoltare pure gli acefali), poi non ha replicato proprio più ma si è limitato a dire......il NULLA.
Vuole un consiglio? La smetta, fa male solo a se stesso.

A dire il vero,  le ho fatto notare che le sue "motivazioni" derivavano da una comprensione approssimativa del ddl. Tuttavia, pare che lei non voglia nemmeno prendere in considerazione questa eventualità. In questo caso stiamo parlando di cose diverse. Che per lei ciò di cui io parlo sia il nulla attiene al suo modo di considerare le ragioni dei suoi interlocutori, con i quali evidentemente non le interessa molto confrontarsi, al pari degli altri utenti che ha nominato.
Buona serata.
Tornare in alto Andare in basso
lallaorizzonte
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 23152
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds   Lun Apr 06, 2015 6:48 pm

giobbe ha scritto:
Egregio Ottodoro, ritiro immediatamente il precedente tono confidenziale e me ne scuso.
Ho fatto una rapida sbirciatina nei suoi messaggi precedenti. Ho la quasi certezza che lei non sia un docente perché anche il peggiore dei docenti non farebbe errori grammaticali così pacchiani come li fa lei. Se invece lo facesse apposta, allora è semplicemente un rompicoglioni con cui è inutile dialogare.

mi auguro quindi che non ci siano più conversazioni tra voi due, se questi devono essere i toni.
Tornare in alto Andare in basso
 
Sulla proposta di incarico e la valutazione dei ds
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 21Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 12 ... 21  Seguente
 Argomenti simili
-
» Novità sulla Proposta di Legge settore estetica
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Ragazze ricordate lo speciale sulla fecondazione che era in onda su Sky?
» Giudizio sulla scuola...
» Considerazioni sulla Bibbia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: