Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Insegnante derisa ad Alessandria

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1 ... 7 ... 10, 11, 12, 13, 14  Seguente
AutoreMessaggio
Douarec



Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 04.07.16

MessaggioTitolo: Insegnante derisa ad Alessandria   Gio Mar 29, 2018 5:18 pm

Promemoria primo messaggio :

Preside "Qualcuno poi ha ripreso con il cellulare mettendo in rete le immagini, le stesse poi tolte dai social“

e genitori "è assolutamente falso che filmati dell’accaduto siano stati postati sui social”

forniscono dettagli sulla vicenda...

Sono senza parole. Tutto e il contrario di tutto. Indifesi e Indifendibili.

Scrivo per dare un senso ad una azione che fra le mura scolastiche è ridotta ad uno dei tanti imprevisti del mestiere.
Perchè ci si scaglia contro chi maltratta un animale ma si tace quando è una persona.

Scrivo perchè credo che quella Insegnante, un po' debole, fragile, non sia capitata lì per caso ma per farci aprire questi benedetti occhi.

Scrivo perchè l'umiliazione provata da questa persona non sia cancellata con un colpo di spugna, giustificando ancora una volta quelli che non solo pensano di offendere un debole ma lo mettono in pratica e non lo fanno di notte in contesti disagiati o per fame ma alla luce del sole, per noia, con la pancia piena e il cuore vuoto.

Scrivere... forse non serve, forse ho sbagliato sezione, forse non mi sono presentato e forse ho sbagliato un congiuntivo, ma almeno non mi sono voltato dall'altra parte come chi mi ha detto o ha pensato: "forse non era adatta a fare l'insegnante..."

Perdonate lo sfogo...


Ultima modifica di Douarec il Gio Mar 29, 2018 8:23 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:11 pm

bread&butter ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
inoltre vorrei capire se si sta parlando di maleducazione oppure di promozione nonostante l'ignoranza. Perché anche in questo caso, mi pare che siano due ambiti di discussione distinti. Io, nel mio intervento, mi riferivo al primo, se non si era ben capito.

Spesso sono due facce della stessa medaglia. Per esempio io ho una classe che si è re-inselvatichita perché metto i voti che meritano (un po' più alti in realtà). E loro mostrano il loro disprezzo.

A volte. Ma io parlavo un po' più in prospettiva, tant'è che ho addirittura fatto l'esempio delle scarpe sopra il sedile, nei mezzi di trasporto pubblici. Lascio a voi allora, scrivere come risolvereste questi, di problemi. Con le sospensioni di 5 giorni a casa? Mah, chissà.
Io mi defilo dalla discussione, largo ai capaci. Tanto so' precaria, chemmefrega? mah.

(OT) mi sembra di sentire l'eco di un befree che mi zittisce oppure dice che dice al moderatore che non fa bene il moderatore (e non capisce che moderatore non è sinonimo di opinionista).
pero è simpatico a molti.
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:27 pm

5 giorni a casa sarebbe una bella cosa, così pesano sui genitori che devono andare a lavorare.

Già che sono OT, mi chiedevo se la scuola prende qualche sommetta con tutti questi dia, bes, e altre sigle.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:33 pm

bread&butter ha scritto:
E sbagli! Perché il docente non può fare nulla.
Io ci andrei più cauto, fosse solo per i miei 40 anni di insegnamento.
bread&butter ha scritto:
Ti rammento che il voto minimo è 3. Il che equivale a consegnare il foglio in bianco. Per prendere 5 basta scrivere qualche cavolata, così il 6, male che vada, si otterrà a settembre invece che a giugno.
Poi lo studente l'anno successivo ti ride in faccia. Che tu non puoi spaccargli, naturalmente.
I voti vanno da 1 a 10, non è ammesso lo zero. Tuttavia in un recente documento il Miur suggerisce, ma non obbliga, che bisognerebbe "considerare il 3 come la valutazione minima e il 10 come quella massima". Tuttavia ogni scuola, attraverso il POF, stabilisce dei propri criteri di valutazione, che non possono tuttavia discordarsi in modo significativo tra le varie scuole.
Quindi se una scuola nel suo POF stabilisce che il voto minimo è 4, ha già messo una forte ipoteca per fare tutti promossi. Ma il POF l'approva prima il Collegio dei docenti e dopo il Consiglio d'Istituto.
Se un Collegio dei docenti è largo di maniche e promuove anche chi non merita minimamente, è ovvio che "Poi lo studente l'anno successivo ti ride in faccia". Ma chi l'ha voluto questo?
bread&butter ha scritto:
Puoi mettergli una nota, ma la devi argomentare per bene. Poi, quando avrà accumulato un minimo di 3 note, si può convocare un cdc straordinario, dove è ovviamente presente l'onnipotente ds. Se tutto fila liscio il tipo si becca una sospensione con obbligo di frequenza, dove al max lo lasceranno in biblioteca o in sala insegnanti.
Cose già sperimentate.
 Perché succede questo? E' colpa del DS o è colpa di quei colleghi che ti ritrovi?!
Ti porto un esempio che è capitato a me. Esame di licenza media. Presidente della Commissione: "Io sono amico di questi genitori, che mi hanno pregato di far dare ottimo al figlio...bla, bla, bla". Ci guardammo con i colleghi negli occhi, senza parlare, ma ci capimmo a volo. Risultato finale: SUFFICIENTE!
bread&butter ha scritto:
Gli studenti rappresentanti o sono delle gran teste ... oppure sono i più hoglioni (come dicono a Firenze) e gli altri della classe li mandano avanti.
I genitori poi non si conoscono l'uno con l'altro e né la segreteria può fornirgli i numeri di cellulare o le email degli altri genitori per ragioni di privacy.
Questa è la democrazia nella scuola. Ognuno si prende le sue responsabilità, verbalizzare ;-)
bread&butter ha scritto:
Ti sei presentato come docente in pensione e vieni a dire a me "dovevate reagire"? Tu che facevi?
Ho goduto sempre della mia autorevolezza.
bread&butter ha scritto:
Dormivi perché sennò non ti mandavano a riposo con l'assegno mensile?
???????????????
bread&butter ha scritto:
Giusto a titolo informativo, io sono ancora precario perché la tua generazione docente ha mangiato a sbafo con le ssis, sulle spalle di chi, come me, uscito dall'uni doveva trovarsi un lavoro.
Ma cosa stai dicendo?!
Io mi sono laureato, come te. Nel 1969 feci il primo concorso abilitante: due prove scritte, una lezione simulata e un orale. Fui uno dei primi in graduatoria ed entrai di ruolo. Non ho MAI partecipato ad alcuna commissione di siss.
Comunque sei un precario e ti riconosco le attenuanti generiche ;-)
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:38 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Punto secondo: a quanto ho capito, il nostro collega pensionato che si firma "giobbe" ha almeno 65 anni e probabilmente è prossimo ai 70. Che cavolo dovrebbe avere a che fare con le SSIS, che sono state avviate quando lui ne aveva almeno 50 ed era già di ruolo da tempo? E per quale motivo dovrebbe aver "mangiato a sbafo" grazie alle SSIS?
Tu non parli: ragioni.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:44 pm

paniscus_2.1 ha scritto:

Dunque tu sostieni che il nostro interlocutore si sia arricchito, o che almeno abbia arrotondato lo stipendio, tenendo i corsi alla SSIS? Boh, se hai qualche prova tirala fuori, altrimenti chiediamo direttamente a lui se è vero o no. Di sicuro io non ne so nulla, e non vedo perché ci si debba aspettare da me che capisca in automatico le tue allusioni.

Di sicuro i primissimi abilitati della SSIS, dei primi anni, sono stati quelli che non erano riusciti a superare il concorso ordinario neanche a piangere in turcomanno. Come sia anadata DOPO, non lo so, ma i primi sono andati così.

Mai tenuto corsi siss. Né mi sono prodigato per fare corsi a pagamento, anche se li ho fatti di altra natura, prevalentemente di informatica applicata alla didattica.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:48 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
NON ESISTE che si possa essere costretti a dare lo stesso identico voto a chi merita 2, a chi merita 4 e a chi merita 5, in maniera che poi al consiglio di classe non si possa distinguere la differenza.

Chi dice di essere "costretto", sostanzialmente racconta balle, o cerca scuse.
Comprendo che bread&butter si trova in una situazione di debolezza essendo un precario. Anzi, proprio perché precario, avrà avuto modo di vedere che i primi suoi antagonisti sono proprio certi insegnanti...
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4720
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 5:51 pm

paniscus_2.1 ha scritto:
Io sarei stata favorevole al mantenimento a oltranza dei concorsi ordinari veri come quelli del passato, in cui si veniva valutati in maniera ferrea sulla padronanza dei contenuti disciplinari delle materie da insegnare (con l'eventuale aggiunta di un po' di conoscenze di normativa, che non fanno male, ma che non sono certo la parte principale), e si lasciava la possibilità di partecipare ai concorsi a chiunque si fosse preparato da solo, senza essere obbligato a seguire dei corsi con frequenza obbligatoria a tempo pieno... come si fa con qualsiasi altro concorso pubblico per persone adulte già laureate e qualificate.
Per me è la cosa più giusta. Nessuno deve diventare schiavo di graduatorie, che mettono solo una palla al piede e creano una guerra tra poveri.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:16 pm

bread&butter ha scritto:
5 giorni a casa sarebbe una bella cosa, così pesano sui genitori che devono andare a lavorare.

Già che sono OT, mi chiedevo se la scuola prende qualche sommetta con tutti questi dia, bes, e altre sigle.

appunto. Siccome i genitori devono andare a lavorare, protestano a gran voce e si oppongono a queste sospensioni, magari adducendo o cercando prove di quanta colpa hanno allora quello o quell'altro compagno etc etc e montano storie su storie, creando caos e confusione.
E siccome la scuola deve punirli, non sa come raccapezzarsi, ed ecco che escogita la sospensione con obbligo di frequenza, così fa la parte dell'autorevole e si gode la rogna dell'alunno sospeso mentre il suo genitore si lavora le sue belle giornate di lavoro, alla faccia dell'autorevolezza della scuola che mette il ragazzo a pulire i locali, e poi questi, alla fine della fiera, è come era prima.
Questa è l'efficacia che io vedo. E in questa storia non ci sono ignavi professori, ci sono ignavi genitori.
Ma io parlo e basta, lo ammetto.
Torna in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 1863
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:24 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
bread&butter ha scritto:
sempreconfusa1 ha scritto:
inoltre vorrei capire se si sta parlando di maleducazione oppure di promozione nonostante l'ignoranza. Perché anche in questo caso, mi pare che siano due ambiti di discussione distinti. Io, nel mio intervento, mi riferivo al primo, se non si era ben capito.

Spesso sono due facce della stessa medaglia. Per esempio io ho una classe che si è re-inselvatichita perché metto i voti che meritano (un po' più alti in realtà). E loro mostrano il loro disprezzo.

A volte. Ma io parlavo un po' più in prospettiva, tant'è che ho addirittura fatto l'esempio delle scarpe sopra il sedile, nei mezzi di trasporto pubblici. Lascio a voi allora, scrivere come risolvereste questi, di problemi. Con le sospensioni di 5 giorni a casa? Mah, chissà.
Io mi defilo dalla discussione, largo ai capaci. Tanto so' precaria, chemmefrega? mah.

(OT) mi sembra di sentire l'eco di un befree che mi zittisce oppure dice che dice al moderatore che non fa bene il moderatore (e non capisce che moderatore non è sinonimo di opinionista).
pero è simpatico a molti.

E' in procinto di effettuare la sua ennesima reincarnazione.
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:45 pm

giobbe ha scritto:
paniscus_2.1 ha scritto:
NON ESISTE che si possa essere costretti a dare lo stesso identico voto a chi merita 2, a chi merita 4 e a chi merita 5, in maniera che poi al consiglio di classe non si possa distinguere la differenza.

Chi dice di essere "costretto", sostanzialmente racconta balle, o cerca scuse.
Comprendo che bread&butter si trova in una situazione di debolezza essendo un precario. Anzi, proprio perché precario, avrà avuto modo di vedere che i primi suoi antagonisti sono proprio certi insegnanti...

io non esito a mandare a fare in quel posto, ovvero questo (_(_),  e con tutta l'eloquenza di cui sono capace, chiunque, specie se in modo subdolo, tenti di manipolarmi. Non è un caso che sono stato arronzato ben due volte da una certa figlia spirituale di Elena (quella molto famosa, ... ne ha di figlie!) che ha vinto a suo tempo un concorso da dittatore speciale. Con la sua corte al seguito ovviamente. Ah, ora si chiama staff.

Quei certi insegnanti, delatori e calunniatori (femmine incluse), sono proprio quelli che vantano una notevole anzianità di servizio. Inutile che te la prendi con i giovanotti. Oltretutto io ho mezzo secolo di vita.


giobbe ha scritto:
Mai tenuto corsi siss. Né mi sono prodigato per fare corsi a pagamento, anche se li ho fatti di altra natura, prevalentemente di informatica applicata alla didattica.

Senilità precoce? O forse mi spiego male. La ssis (il minuscolo è d'obbligo) l'hanno fatta docenti delle scuole superiori (e certo non ci mettevano un precario) e docenti universitari, anche in pensione.

Che poi tu, giobbe, dovevi ancora farti una ragione degli eventi biblici che ti raccontano poco importa. I tuoi pari hanno gozzovigliato sulle spalle dei poveri.

I concorsi li preferisco pure io. Purtroppo siamo in Italia e fidarsi della meritocrazia è davvero difficile.

ALtro punto.
giobbe ha scritto:
Per fortuna oggi la campagna mass mediatica sta girando a favore degli insegnanti. Ciò nonostante molti di essi continuano imperterriti a comportarsi come prima. Infatti leggo ancora che la colpa e dei DS e dei genitori. No, la colpa è della scuola e dei suoi docenti, in primis. Di questo sono arciconvinto!

Tu avrai pure 40 anni di servizio e 60/65 anni di vita. Ma se ancora non hai capito come funzionano certi corsi e ricorsi storici allora ti son serviti a poco.
È chiaro che prima o poi qualcuno deve battere il pugno di ferro e prendere in mano la situazione a furor di popolo. Sennò questa situazione di merda perché è stata creata? Per bellezza?


Quando si vuol colpire una categoria, si crea dapprima un’atmosfera emotiva sfavorevole nei suoi confronti, di modo che, al calar della mannaia, tutti approvino soddisfatti. È il metodo usato dai giacobini nei confronti di clero e aristocrazia, dai bolscevichi verso i proprietari terrieri, dai nazisti a spese degli Ebrei … sempre la stessa tecnica.

Andando a scuola da Robespierre, Lenin, Hitler, Stalin, Mao e Pol-pot si impara come eliminare gli avversari con il plauso e la cooperazione del popolo, che non si accorge di mettersi con le proprie mani il capestro al collo


@paniscus ... ed è la ragione della ssis versus i tuoi amati concorsi.
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:48 pm

@ ballanzone

non sono un redivivo. E come ho detto tante volte ho un solo nick.
Torna in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 63065
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:48 pm

Non hai capito che non si riferiva a te.
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:54 pm

Dec ha scritto:
Non hai capito che non si riferiva a te.

Nella foga della discussione, capita.
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 943
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 6:55 pm

bread&butter ha scritto:
5 giorni a casa sarebbe una bella cosa, così pesano sui genitori che devono andare a lavorare.

Già che sono OT, mi chiedevo se la scuola prende qualche sommetta con tutti questi dia, bes, e altre sigle.

Che prenda direttamente dei soldi non credo, ma probabilmente riscuote punteggio nei criteri di valutazione, perché più dimostra di avere un cumulo esagerato di bes e di piani personalizzati, più viene considerata scuola "virtuosa", in quanto molto attenta all'accoglienza dei casi difficili, e quindi molto inclusiva.

E comunque ci guadagna in termini di popolarità verso l'utenza, perché se si fa la fama di una scuola poco richiedente, facile, coccolosa, accondiscendente verso qualsiasi richiesta delle famiglie, in cui chiunque abbia insufficienze viene aiutato e facilitato, e in cui l'asticella delle richieste è bassa per tutti e non si boccia mai nessuno, le iscrizioni non le perde di sicuro...
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.1



Messaggi : 943
Data d'iscrizione : 31.10.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 7:21 pm

sempreconfusa1 ha scritto:
bread&butter ha scritto:
5 giorni a casa sarebbe una bella cosa, così pesano sui genitori che devono andare a lavorare.

appunto. Siccome i genitori devono andare a lavorare, protestano a gran voce

Ma perché, 30 anni fa i genitori non andavano a lavorare?

Io direi che sarebbe ora di ridimensionare anche questo bel luogo comune, eh.

Perchè altrimenti si rivoga sempre sulla solita leggenda che "fino a pochi anni fa le mamme stavano tutte a casa", a garantire la sorveglianza sull'armonia e sull'equilibrio familiare, e i ragazzini avevano sempre qualcuno che vegliava su di loro a tempo pieno senza essere distratto da altri impegni... mentre adesso il ruolo educativo delle famiglie si sarebbe sfasciato "perché i genitori devono andare a lavorare".

Io ho fatto le elementari negli anni settanta e le medie e superiori negli anni ottanta... e non solo io, ma anche la maggior parte dei miei compagni, avevamo entrambi i genitori che lavoravano.

Certo c'era meno precariato e meno pendolarismo di adesso, magari lavoravano con orari più fissi e con spostamenti meno gravosi, ma comunque lavoravano, e non usavano gli impegni di lavoro come scusa per scaricare tutti i loro compiti educativi sulla scuola.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 7:40 pm

se è per questo, alcune mamme lavoravano ancora in campagna, quando io finivo le elementari e iniziavo le medie. Non esisteva internet, ma l'uncinetto, per il tempo libero; poco stavano dal parrucchiere a rifarsi trucco e parrucco, poco a discutere di ciò che dicevano agli alunni le loro maestre o insegnanti e a giudicare se fosse bene o male; poco stavano a discutere se avesse molti o pochi compiti da fare, dicevano: fai i compiti! e basta. E se arrivava una nota, ci pensavano loro a farti venire i mal di pancia per il timore.
Io non giustifico affatto l'atteggiamento dei genitori. Ma va da sé che è la proporzione in termini di quantità che oggi fa la differenza: nelle classi io faccio più fatica a trovare famiglie unite rispetto a quelle in cui i genitori siano separati e i figli possono, o stare a casa da soli facendo chissà che, o stanno da nonni che poco sanno di questa attuale didattica, e dunque anche se volessero aiutare o controllare, possono farlo poco.

Si lavorava anche prima, ma c'era l'idea che chi studiava (tanto studenti così come insegnanti) meritasse una posizione di rispetto e un maggiore riguardo nella società. Se mi dici di arrabbiarmi per questo, mi ci arrabbio anche subito, ma se mi guardo in giro non trovo molte persone che la pensino così, oggi. Forse perché siamo un po' tutti meno timidi e il senso del pudore è ormai scomparso. Puoi dire ciò che vuoi, puoi fare la figura dell'imbecille ma poi tutto si dimentica. Basta che sai catalizzare l'attenzione con il savoir faire o con buona capacità comunicativa.
Torna in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 6028
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 7:58 pm

Mai capito questa storia dei voti.

Il POF stabilisce che il voto minimo è 4? Bene, le prove che risultano insufficienti o peggio prendono 4, e a fine anno non si fa la media dei voti ma si valuta, secondo normativa.
Torna in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 1104
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 8:42 pm

Il fatto che chi studia meriti una posizione di rispetto lo si nota perfettamente dal fatto che bisogna fare sacrifici per studiare e richiede impegno, fatica, profusione di energie anche quando l'oggetto di studio ti interessa. Quindi è giusto pretendere che tale impegno venga ricompensato. Chi ha studiato merita rispetto anche perché è molto più competente di un ignorante relativamente ad alcuni ambiti, ma nella società dei tuttologi anche i peggiori ignoranti si sentono in diritto di dire la loro, come alcuni genitori che pretendono di volersi sostituire agli insegnanti in tantissimi aspetti e lo fanno con sempre più tracotanza, li ammazzerei.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2012
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 9:44 pm

bread&butter ha scritto:
...
Magari ti prendono per gli scrutini finali, dove io non ci sarò. Il mio contratto scade al termine delle attività didattiche, che il resto della farsa se la sbrighino in famiglia.
Sei sicuro che il tuo contratto non sia prorogabile in automatico per gli scrutini finali?
Che poi tu non accetti la proroga per validi motivi è un altro discorso.


Ultima modifica di franco71 il Dom Mag 06, 2018 10:34 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 10:21 pm

Avendo la supplenza da September spetta a me partecipare agli scrutini finali.

Però il mio contratto scade il 7 Giugno, quindi da questa data in poi sono libero. Mi dovranno chiamare per forza, ma non sono mica costretto ad accettare.
Non è che devo giustificare alla scuola la mia mancata presenza.
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2012
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 10:43 pm

Ok. Allora il tuo contratto è fino al termine delle lezioni non delle attività didattiche.
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Dom Mag 06, 2018 11:45 pm

Sì, hai ragione. Mi confondo sempre. Fino al termine delle lezioni, il 7 giugno.

Preferisco non andarci per non rischiare un richiamo scritto. Sai com'è? Col mio carattere.
Torna in alto Andare in basso
sempreconfusa1



Messaggi : 3005
Data d'iscrizione : 05.08.11

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Lun Mag 07, 2018 1:15 am

balanzoneXXI ha scritto:


E' in procinto di effettuare la sua ennesima reincarnazione.

forse già è avvenuto
Torna in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 2012
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Lun Mag 07, 2018 1:50 am

sempreconfusa1 ha scritto:
balanzoneXXI ha scritto:


E' in procinto di effettuare la sua ennesima reincarnazione.

forse già è avvenuto

Siamo lieti di annunciarvi che nella notte tra il 6 ed il 7 maggio dell'Anno del Signore 2018 nell'isola greca di Zante, è (ri)nato, come la Venere del Botticelli, il signor ...
Torna in alto Andare in basso
bread&butter



Messaggi : 268
Data d'iscrizione : 13.06.17

MessaggioTitolo: Re: Insegnante derisa ad Alessandria   Lun Mag 07, 2018 2:16 am

Un altro OT

Quelle aziende che si prendono i ragazzi per l'alternanza scuola lavoro, beccano qualche soldino oppure hanno altri tipi di vantaggi?
Torna in alto Andare in basso
 
Insegnante derisa ad Alessandria
Torna in alto 
Pagina 11 di 14Vai alla pagina : Precedente  1 ... 7 ... 10, 11, 12, 13, 14  Seguente
 Argomenti simili
-
» Insegnante derisa ad Alessandria
» insegnante di sostegno: è obbligatorio?
» Insegnante di sostegno e cambio pannolino
» scusate! come posso passare da insegnante al profilo ATA?
» Insegnante può portare figlio in classe o al consiglio di classe o in gita

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Vai verso: