Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 I mille pregi della riforma

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9, 10, 11  Seguente
AutoreMessaggio
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: I mille pregi della riforma   Mer Apr 29, 2015 5:11 pm

Promemoria primo messaggio :

Una volta qualcuno mi ha chiesto di mettere in luce i punti di forza della riforma.
Bene!
Allora chiedo se ci sia sul forum una persona di buona volontà che abbia voglia di cimentarsi in questa valutazione.
Lo spunto, estremamente costruttivo ed interessante, è offerto dall'articolo evidenziato.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/04/28/news/la-buona-scuola-riforma-dai-mille-pregi-gli-insegnanti-non-vogliono-essere-giudicati-1.209880
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 1:56 pm

lurk ha scritto:



Mi dispiace, ma puoi andare avanti da sola, non sono interessato ad elaborare teorie teoremi e anatemi sul nulla. Hai chiesto se qualcosa è possibile, ti ho dato una risposta che dovrebbe farti capire che il sistema attuale, quello delle graduatorie, prevede una rigidità tale dei criteri di merito che lascia pochissimo spazio alle macchinazioni truffaldine. Stà a te decidere cosa farne della mia informazione, la cosa non mi riguarda dal momento che mi stai strumentalizzando per non so quale scopo. Quindi d'ora in avanti credo che non risponderò più ai tuoi eventuali quesiti.

lo hai capito finalmente.... ;-)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 2:16 pm

mirco81 ha scritto:
lurk ha scritto:



Mi dispiace, ma puoi andare avanti da sola, non sono interessato ad elaborare teorie teoremi e anatemi sul nulla. Hai chiesto se qualcosa è possibile, ti ho dato una risposta che dovrebbe farti capire che il sistema attuale, quello delle graduatorie, prevede una rigidità tale dei criteri di merito che lascia pochissimo spazio alle macchinazioni truffaldine. Stà a te decidere cosa farne della mia informazione, la cosa non mi riguarda dal momento che mi stai strumentalizzando per non so quale scopo. Quindi d'ora in avanti credo che non risponderò più ai tuoi eventuali quesiti.

lo hai capito finalmente.... ;-)

A questo punto, scusami, ma ti inviterei a fare pace con te stesso!
Secondo un tuo post fa la mia intelligenza non era in grado di concepire un processo logico, ora invece sarei addirittura in grado di strumentalizzare gli interventi che richiedo.
Faccio progressi da gigante da un' ora all'altra!
Accipicchia!
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 2:20 pm

bla bla bla...
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 2:33 pm

T0PIS ha scritto:
Babbeus ha scritto:
che un sistema in cui la scelta è totalmente discrezionale

ecco.. questo è un esempio di disinformazione...

sempre secondo il mio umilissimo parere, sicuramente passibile di fallo e chiedendo, sin da ora e preventivamente, scusa se urto, non volendo, la suscettibilità di alcuno...

Quanto mi piace la tua discrezione Topis, e ancora di più, se possibile, la tua educazione!
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 2:42 pm

MMM ha scritto:
Il problema dell'attuale sistema di reclutamento tramite GaE è stato messo in luce succintamente da Codice: la sua estrema rigidità associata ad un criterio di privilegio gerontocratico che premia l'anzianità di servizio, qualsiasi sia la sua qualità, sopra ogni altra qualifica o caratteristica del docente.

Quello che con termini denigratori chiami "privilegio gerontocratico" si potrebbe chiamare con il linguaggio del moderno marketing politico "sistema di tutele crescenti", un sistema che permette a tutti i lavoratori di avere un certo margine di serenità e sicurezza sul proprio futuro (cosa importante per l'economia in generale perchè è solo in quel tipo di situazione che un lavoratore può permettersi di investire o gettare le basi per costruire qualcosa).
L'alternativa a questo sistema di tutele che crescono con l'anzianità di servizio è un sistema in cui ogni lavoratore vive nella continua incertezza, situazione che crea appunto questo ddl.

Citazione :

Uno dei pregi - forse il principale - del nuovo sistema è che consentirà di utilizzare al meglio le diverse professionalità dei docenti a seconda dei diversi incarichi, indipendentemente dalla loro anzianità (di servizio e, di conseguenza, anagrafica) - il che, si badi bene, non significa: ignorandone l'importanza. Si tenga presente che parlare di docenti migliori o peggiori ha senso solo in riferimento ad uno specifico incarico e non in assoluto. Proprio per questa ragione, l'argomento secondo cui, poiché la somma totale della qualità dei docenti rimane costante, la scelta dei docenti creerà necessariamente scuole di serie A e scuole di serie B, non funziona. Un migliore allocazione dei docenti sugli incarichi, che ne valorizzi le professionalità, innalzerà la qualità complessiva del sistema.

Faccio molta fatica a immaginare come questo tuo principio possa essere messo concretamente in pratica. Non mi risulta che esista tutta questa gran varietà di incarichi all'interno di una scuola e non credo che un dirigente sia nelle condizioni di poter valutare quale docente sia migliore di un altro anche limitatamente ad un qualche incarico. Sempre ammettendo (cosa non verosimile) che il preside abbia veramente degli incentivi ad operare secondo questo tipo di logica.


Citazione :

Non si può non ammettere che la maggiore flessibilità e - conseguentemente - il maggiore potenziale del nuovo sistema si paga in parte - e gioco forza - con un più ampio spazio alla discrezionalità del ds che può essere anche fonte di forzature ed arbitri motivati da interessi privati.

Non c'è bisogno di chiamare in causa gli interessi privati: anche ammettendo che non ci siano favoritismi ad amici/parenti rimane il fatto che l'incentivo che ha un preside nella sua selezione non è quello di migliorare la "qualità" della didattica, se così fosse le scuole private dove la selezione è interamente affidata ai dirigenti sarebbero le migliori. Gli incentivi del dirigente sono di natura molto più pragmatica: evitare problemi, minimizzare le insoddisfazioni delle famiglie, incrementare le iscrizioni.

Citazione :

Di "abusi" non ha molto senso parlare, dal momento che la discrezionalità del ds è comunque significativamente limitata, potendosi esercitare solamente su docenti selezionati indipendentemente attraverso un percorso di abilitazione all'insegnamento ed un concorso pubblico. Senza contare che l'operato del ds verrà monitorato e valutato sulla base del raggiungimento di determinati obiettivi, preventivamente concordati con l'USR, e che i ds continueranno ad essere sottoposti alla legge (meglio precisarlo vista l'immagine, qui frequentemente utilizzata, del ds-Leviatano).

Di abusi non si può parlare semplicemente perchè la scelta discrezionale è legalizzata e se anche il dirigente scegliesse un amico/parente non configurerebbe come illecito.


Citazione :

Dirimente, secondo me, è che mentre l'attuale sistema promuove la conservazione e la mediocrità, il nuovo sistema promuove l'innovazione e l'eccellenza. Il sistema scolastico non può porre l'interesse del docente alla titolarità a vita di una determinata cattedra - che è l'unico aspetto dell'attuale condizione dei docenti di ruolo che viene effettivamente colpito dal nuovo sistema - davanti all'interesse dell'utente ad una migliore qualità dell'offerta formativa.

E' esattamente il contrario:
1) il nuovo sistema avvicina la scuola al modello della scuola privata che come è noto ha prestazioni sensibilmente peggiori di quella pubblica. Il docente che vuole essere confermato dal DS sarà incentivato a mantenere il miglior rapporto possibile con alunni e famiglie, anche con una maggiore generosità nelle valutazioni e nelle sanzioni disciplinari, con conseguente peggioramento della qualità della didattica.
2) Non c'è alcun incentivo affinchè venga promossa innovazione ed eccelleza sia perchè i presidi non sono in grado di valutare la qualità di un docente sia perchè hanno essi stessi obiettivi di tipo molto diverso rispetto alla "qualità dell'offerta formativa": devono promuovere il "successo" della scuola misurato attraverso la soddisfazione degli utenti e il numero di iscrizioni
3) "l'interesse dell'utente" è un concetto ambiguo e non è un valore da inseguire: non tutti gli utenti hanno interesse ad avere un sistema scolastico selettivo o severo, alcuni potrebbero avere interesse semplicemente ad avere il titolo col minimo sforzo, se la maggioranza degli utenti vuole questo dobbiamo veramente accontentarla?


Ultima modifica di Babbeus il Gio Apr 30, 2015 3:04 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 2:59 pm

bravo babbeus concordo in tutto...
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:08 pm

T0PIS ha scritto:
Rispondo ad entrambi rimandandovi alle centinaia di migliaia di pagine del forum... Troverete argomenti a sufficienza... Sia perché la questione è vastissima, sia per una impossibilità a fare ora una elencazione dettagliata ed esaustiva... Se poi mi si chiede cosa c'è di sbagliato nell'attuale sistema... Le vedute sono troppo distanti... Temo.. E non certo per sottrarmi ad un confronto...
In rete ci sono anche migliaia di segnalazioni relative alla presenza di omini verdi con le antenne nel tal posto o nel tal'altro. Da qualcuno potrebbero essere ritenute "argomenti a sufficienza" per dimostrare che gli alieni sono tra noi. Da molti altri no. Forse, se tu provassi ad argomentare nel merito, invece di rimandare a vaghissime "centinaia di migliaia di pagine del forum", risulteresti più credibile.
Tornare in alto Andare in basso
rafzzz



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 09.11.09

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:17 pm

Che pazienza che avete a rispondere a questi post logorroici e incoerenti una medaglia al merito a babbeus ufo e perplessa
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:21 pm

rafzzz ha scritto:
Che pazienza che avete a rispondere a questi post logorroici e incoerenti una medaglia al merito a babbeus ufo e perplessa
In realtà siamo sul libro paga di Putin, che avversa Renzi perché è amico di Silvio. Per questo rispondiamo :-D
Tornare in alto Andare in basso
mirco81



Messaggi : 1215
Data d'iscrizione : 29.09.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:22 pm

ufo polemico ha scritto:
bravo babbeus concordo in tutto...

bravo babbeus quella che tu esprimi è la lampante verità ma adesso già immagino la risposta ( giocata sul piano teorico) di MMM, il quale dirà che esisteranno degli obiettivi sui quali i presidi verranno giudicati e tutta la solita solfa delle argomentazioni teoriche che poi si scontreranno tragicamente per noi con il piano dell' applicazione pratica,

e così la discussione con il "bot filogovernativo" continuerà nei secoli dei secoli ... amen
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:36 pm

rafzzz ha scritto:
Che pazienza che avete a rispondere a questi post logorroici e incoerenti una medaglia al merito a babbeus ufo e perplessa

E invece prova ad indovinare a chi darei la medaglia d'oro al concorso muoia Sansone con tutti i filistei  o a quello  niente per me allora niente per nessuno ?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:38 pm

Francesca4 ha scritto:

Inoltre non so come funzioni altrove, ma ti assicuro che a più di una persona che conosco è stato possibile pagare il punteggio alle paritarie per scalare nelle gae, e questa gentaglia, oltre ad ammetterlo candidamente come fosse la cosa più naturale del mondo, ora, seppur a tempo determinato,  insegna.

E per evitare questo c'è bisogno della chiamata diretta, dell'organico funzionale, o del sovvertimento totale di tutti i principi fondamentali della scuola pubblica? Non sarebbe bastato limitarsi a eliminare l'aberrazione di fondo, ossia togliere completamente alle scuole private la possibilità di far riconoscere il punteggio di servizio alla pari, come la maggior parte di noi che adesso siamo contrari al ddl sosteneva già da anni?

Tutti quelli che di questa stortura ignobile (che non ha mai avuto alcuna giustificazione né costituzionale né morale) se ne accorgono solo adesso... dove stavano quando noi la denunciavamo già 10 o 15 anni fa come delinquenziale e dannosa per gli interessi dei lavoratori della scuola, precari compresi, e non certo il contrario?

Stavano a esaltare quanto fosse bello il principio della sussidiarietà e del pluralismo educativo, e quanto fosse giusto che finalmente fosse riconosciuta la parità assoluta tra scuola pubblica e scuola privata... e ad accusare noi di essere biechi statalisti intolleranti, fanatici del pensiero unico istituzionale, e contrari alla libertà di scelta educativa.

E adesso piagnucolano solo perché si sono accorti che questo meccanismo sciagurato può danneggiare anche loro.

Finché si trattava di fare un piacere alle lobby dei preti (o a quelle degli imprenditori squali che tra una speculazione immobiliare e una truffa assicurativa aprivano anche una scuola), regalando loro la possibilità di avere abbondanza di manodopera a basso costo, ricattabile e minacciabile, invece, andava bene.

L.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 3:58 pm

Francesca4 ha scritto:
T0PIS ha scritto:
Babbeus ha scritto:
che un sistema in cui la scelta è totalmente discrezionale

ecco.. questo è un esempio di disinformazione...

sempre secondo il mio umilissimo parere, sicuramente passibile di fallo e chiedendo, sin da ora e preventivamente, scusa se urto, non volendo, la suscettibilità di alcuno...

Quanto mi piace la tua discrezione Topis, e ancora di più, se possibile, la tua educazione!

Ma che è, un corso accelerato di "comunicazione in rete" per principianti, organizzato dall'ufficio stampa del PD? Quei corsi in cui viene dato come compito di intervenire su un forum virtuale, recitando personaggi costruiti artificialmente, e di innescare discussioni apparentemente spontanee per studiare le reazioni degli interlocutori?

Giuro che a me è capitato, anni fa, di smascherare dei gruppetti di sciamannati che si rimpallavano schermaglie patetiche tra di loro, facendo finta di essersi conosciuti per caso sul forum, e poi veniva fuori che stavano tutti scrivendo dalla stessa stanza perché la cosa faceva parte di un'esercitazione di gruppo.

Ma all'epoca la politica non c'entrava, 'ste cose le organizzavano le associazioni di artisti alternativi o di ufologi new age.

L.
Tornare in alto Andare in basso
A0quarantasette



Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 29.08.12

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:05 pm

ma perché le date corda?
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:07 pm

A0quarantasette ha scritto:
ma perché le date corda?
perché ci paga Putin, te ho detto!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:12 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Inoltre non so come funzioni altrove, ma ti assicuro che a più di una persona che conosco è stato possibile pagare il punteggio alle paritarie per scalare nelle gae, e questa gentaglia, oltre ad ammetterlo candidamente come fosse la cosa più naturale del mondo, ora, seppur a tempo determinato,  insegna.

E per evitare questo c'è bisogno della chiamata diretta, dell'organico funzionale, o del sovvertimento totale di tutti i principi fondamentali della scuola pubblica? Non sarebbe bastato limitarsi a eliminare l'aberrazione di fondo, ossia togliere completamente alle scuole private la possibilità di far riconoscere il punteggio di servizio alla pari, come la maggior parte di noi che adesso siamo contrari al ddl sosteneva già da anni?  

Tutti quelli che di questa stortura ignobile (che non ha mai avuto alcuna giustificazione né costituzionale né morale) se ne accorgono solo adesso... dove stavano quando noi la denunciavamo già 10 o 15 anni fa come delinquenziale e dannosa per gli interessi dei lavoratori della scuola, precari compresi, e non certo il contrario?

Stavano a esaltare quanto fosse bello il principio della sussidiarietà e del pluralismo educativo, e quanto fosse giusto che finalmente fosse riconosciuta la parità assoluta tra scuola pubblica e scuola privata... e ad accusare noi di essere biechi statalisti intolleranti, fanatici del pensiero unico istituzionale, e contrari alla libertà di scelta educativa.

E adesso piagnucolano solo perché si sono accorti che questo meccanismo sciagurato può danneggiare anche loro.

Finché si trattava di fare un piacere alle lobby dei preti (o a quelle degli imprenditori squali che tra una speculazione immobiliare e una truffa assicurativa aprivano anche una scuola), regalando loro la possibilità di avere abbondanza di manodopera a basso costo, ricattabile e minacciabile, invece, andava bene.

L.

Vediamo quale parte del mio discorso non ti è chiara:
1) rivendico e sostengo il mio appoggio a tutte le forme di pluralismo, compresa la possibilità di scegliere tra scuola pubblica e scuola privata, e questo è il motivo principale per cui sono a favore del finanziamento pubblico alle paritarie, chiedendo però come contropartita il rispetto della legislazione scolastica e la possibilità di un controllo statale più incisivo sul rispetto della stessa da parte delle paritarie.
2) Sono contraria assolutamente al fatto che il punteggio delle paritarie possa essere sfruttato per entrare nella scuola statale, perché per accedere a quest'ultima ritengo indispensabile la selezione attraverso un concorso pubblico.
3) Infine sarei assolutamente favorevole alla chiusura, quella sì a tempo indeterminato, di tutti quei diplomifici che tanto danno fanno, e continuano a fare, ai nostri ragazzi.
Però, quanto all'ultima affermazione non nego una evidente responsabilità di quei genitori che pagano all'unico scopo di far conseguire ai figli il famigerato "pezzo di carta" non preoccupandosi del fatto che si tratti di un titolo farlocco  conseguito senza meriti e senza alcuno sforzo.

Non mi pare ci sia alcuna contraddizione in quello che sostengo, se a te pare il contrario, allora, ribatti pure.

P.S. considerato il disinteresse per le mie posizioni, a me sembra invece davvero contraddittorio il fatto di impegnarsi nella ricerca a ritroso di quello che avrei scritto.
E va bene, accomodati pure, però non distorcere a tuo piacimento il contenuto del mio pensiero: perché questa attività ha un solo nome: mistificazione!
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:15 pm

Interessante l'uso del punto esclamativo da parte di Francesca4: ci sarebbe materia per scrivere una tesi!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
T0PIS



Messaggi : 42
Data d'iscrizione : 03.03.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:16 pm

chicca70 ha scritto:
... nella pratica, ai dirigenti importa ben poco che tu sia preparata o no. Importa molto di più che tu non rompa le scatole. Quindi che tu non dia insufficienze se non in casi estremi, che tu limiti le pretese nei confronti degli studenti, che tu non abbia problemi di salute o familiari che ti costringono ad assenze che il dirigente strsso non può non concederti. Se sei bravissima o una capra addormentata per la stragrande maggioranza dei ds è esattamente lo stesso.

lurk ha scritto:
Se devo basarmi sulla mia esperienza personale posso dirti addirittura che in genere i dirigenti scolastici non si occupano, per ragioni di tempo, delle procedure di chiamata per le supplenze, integralmente delegata alla segreteria didattica. Vengono solo informati quotidianamente sullo stato dell'arte della procedura in corso.
Poi può capitare che, in occasione di una congiunzione astrale, il dirigente X della scuola Y sappia che un docente di sua conoscenza è preceduto da altri due in una procedura. Allora può anche capitare che imponga alla segreteria di stringere con i tempi sulle telefonate e fare in modo che i due saltino, magari perché non hanno risposto al primo squillo di telefono, ma si tratta di casi eccezionali. Come le scie chimiche che si intersecano sopra lo stadio.


ecco l'edificante figura di Dirigente che deve perpetuarsi secondo coloro che avversano tout court il ddl...
Tornare in alto Andare in basso
ufo polemico



Messaggi : 840
Data d'iscrizione : 01.10.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:17 pm

T0PIS ha scritto:
chicca70 ha scritto:
... nella pratica,  ai dirigenti importa ben poco che tu sia preparata o no. Importa molto di più che tu non rompa le scatole. Quindi che tu non dia insufficienze se non in casi estremi,  che tu limiti le pretese nei confronti degli studenti,  che tu non abbia problemi di salute o familiari che ti costringono ad assenze che il dirigente strsso non può non concederti. Se sei bravissima o una capra addormentata per la stragrande maggioranza dei ds è esattamente lo stesso.

lurk ha scritto:
Se devo basarmi sulla mia esperienza personale posso dirti addirittura che in genere i dirigenti scolastici non si occupano, per ragioni di tempo, delle procedure di chiamata per le supplenze, integralmente delegata alla segreteria didattica. Vengono solo informati quotidianamente sullo stato dell'arte della procedura in corso.
Poi può capitare che, in occasione di una congiunzione astrale, il dirigente X della scuola Y sappia che un docente di sua conoscenza è preceduto da altri due in una procedura. Allora può anche capitare che imponga alla segreteria di stringere con i tempi sulle telefonate e fare in modo che i due saltino, magari perché non hanno risposto al primo squillo di telefono, ma si tratta di casi eccezionali. Come le scie chimiche che si intersecano sopra lo stadio.


ecco l'edificante figura di Dirigente che deve perpetuarsi secondo coloro che avversano tout court il ddl...

Qua l'inversione logica raggiunge vette inarrivabili!
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:21 pm

ufo polemico ha scritto:
T0PIS ha scritto:
chicca70 ha scritto:
... nella pratica,  ai dirigenti importa ben poco che tu sia preparata o no. Importa molto di più che tu non rompa le scatole. Quindi che tu non dia insufficienze se non in casi estremi,  che tu limiti le pretese nei confronti degli studenti,  che tu non abbia problemi di salute o familiari che ti costringono ad assenze che il dirigente strsso non può non concederti. Se sei bravissima o una capra addormentata per la stragrande maggioranza dei ds è esattamente lo stesso.

lurk ha scritto:
Se devo basarmi sulla mia esperienza personale posso dirti addirittura che in genere i dirigenti scolastici non si occupano, per ragioni di tempo, delle procedure di chiamata per le supplenze, integralmente delegata alla segreteria didattica. Vengono solo informati quotidianamente sullo stato dell'arte della procedura in corso.
Poi può capitare che, in occasione di una congiunzione astrale, il dirigente X della scuola Y sappia che un docente di sua conoscenza è preceduto da altri due in una procedura. Allora può anche capitare che imponga alla segreteria di stringere con i tempi sulle telefonate e fare in modo che i due saltino, magari perché non hanno risposto al primo squillo di telefono, ma si tratta di casi eccezionali. Come le scie chimiche che si intersecano sopra lo stadio.


ecco l'edificante figura di Dirigente che deve perpetuarsi secondo coloro che avversano tout court il ddl...

Qua l'inversione logica raggiunge vette inarrivabili!
In effetti, :-D Una logica hegeliana... (però 'ste acrobatiche speculazioni hanno un che di familiare...)
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:25 pm

ufo polemico ha scritto:
Interessante l'uso del punto esclamativo da parte di Francesca4: ci sarebbe materia per scrivere una tesi!!!!!

Addirittura!!!
Il tuo interesse per la mia persona assume ogni giorno di più riflessi di natura patologica, non vorrei sbilanciarmi ma penso possa trattarsi di una forma di ossessione.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:34 pm

Francesca4 ha scritto:

Vediamo quale parte del mio discorso non ti è chiara:
1) rivendico e sostengo il mio appoggio a tutte le forme di pluralismo, compresa la possibilità di scegliere tra scuola pubblica e scuola privata, e questo è il motivo principale per cui sono a favore del finanziamento pubblico alle paritarie, chiedendo però come contropartita il rispetto della legislazione scolastica e la possibilità di un controllo statale più incisivo sul rispetto della stessa da parte delle paritarie.
2) Sono contraria assolutamente al fatto che il punteggio delle paritarie possa essere sfruttato per entrare nella scuola statale, perché per accedere a quest'ultima ritengo indispensabile la selezione attraverso un concorso pubblico.
3) Infine sarei assolutamente favorevole alla chiusura, quella sì a tempo indeterminato, di tutti quei diplomifici che tanto danno fanno, e continuano a fare, ai nostri ragazzi.
Però, quanto all'ultima affermazione non nego una evidente responsabilità di quei genitori che pagano all'unico scopo di far conseguire ai figli il famigerato "pezzo di carta" non preoccupandosi del fatto che si tratti di un titolo farlocco  conseguito senza meriti e senza alcuno sforzo.

Traduzione simultanea del pensiero di Francesca:

Citazione :
sono favorevolissima al fatto che lo stato faccia favori economici a imprese private, solo fino a che non mi viene il dubbio che questo possa danneggiare direttamente i miei interessi personali.

Per cui, finché lo stato fa dei favori economici vergognosi alle scuole private togliendo soldi alle scuole statali per darli a loro, questo va bene e fa parte del Grande Valore del Pensiero Pluralista, perché tanto non danneggia me medesima (e anzi, magari fa comodo a me e alle mie amiche, perché ci permette di pagare un po' meno la retta della scuola privata dove mandiamo i figli nostri).

Però che lo stato faccia altri favori economici vergognosi alle scuole private, permettendo loro di assumere con la massima facilità personale sottopagato, vessato e ricattato, quello non va bene, ma SOLO perché a un certo punto ho deciso che voglio diventare insegnante anch'io, e ho scoperto che quel medesimo personale sottopagato, vessato e ricattato, un giorno, potrebbe superarmi in graduatoria. Che nel frattempo sia sottopagato, vessato e ricattato, chi se ne frega. Mica è colpa della scuola privata, è solo colpa loro...
Tornare in alto Andare in basso
Perplessa



Messaggi : 1268
Data d'iscrizione : 02.03.11

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:45 pm

@Paniscus,visto che vivi a Firenze, mi pare, potresti raccontare agli esegeti della Riforma delle Meravigliose Sorti e Progressive come si sta muovendo il simpatico sindaco Nardella, ossia Renzi per interposta persona, con le scuole dell'infanzia comunali...
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:46 pm

Francesca4 ha scritto:

3) Infine sarei assolutamente favorevole alla chiusura, quella sì a tempo indeterminato, di tutti quei diplomifici che tanto danno fanno, e continuano a fare, ai nostri ragazzi.
Però, quanto all'ultima affermazione non nego una evidente responsabilità di quei genitori che pagano all'unico scopo di far conseguire ai figli il famigerato "pezzo di carta" non preoccupandosi del fatto che si tratti di un titolo farlocco  conseguito senza meriti e senza alcuno sforzo.

Non è che i diplomifici hanno un insegna che designa inequivocabilmente il loro essere diplomifici: c'è tutto un ampio spettro di scuole private dove vige in varie forme e in vari gradi il principio secondo cui il cliente va incentivato a rimanere per garantire la sopravvivenza della scuola e dunque non è proprio possibile per i docenti essere esigenti e selettivi.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6144
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: I mille pregi della riforma   Gio Apr 30, 2015 4:54 pm

Perplessa:

guarda, la domanda casca a fagiolo, a fagiolissimo: è appena venuto fuori che la moglie di Nardella, di mestiere, fa la dirigente di un sistema di cooperative (legate a Comunione e Liberazione) che si occupano proprio di servizi all'infanzia.

Visto che l'articolo mi sembra essere stato già modificato più volte e TOLTO dal link principale visibile, prima che lo tolgano del tutto vai a guardare qui:

http://www.stamptoscana.it/articolo/societa/da-montedomini-alle-scuole-dellinfanzia-la-regina-bianca-da-scacco-al-re

Simpatico, no?

L.
Tornare in alto Andare in basso
 
I mille pregi della riforma
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 11Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 9, 10, 11  Seguente
 Argomenti simili
-
» pregi della coppia : )
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» 5 PER MILLE

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: