Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
AutoreMessaggio
bomaria



Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioOggetto: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Sab Set 06, 2014 2:24 pm

Promemoria primo messaggio :

Cosa significa "libertà dei presidi di scegliersi i docenti come meglio credono all'interno di un mercato di soggetti contemporaneamente abilitati e vincitori di concorso"?

Secondo voi ciò significa che, anche se sei di ruolo in una scuola, il preside può mandarti via se non è contento del tuo operato (tipo se sei troppo severo e bocci troppo)?



E per "attenuazione degli scatti di anzianità con relativi risparmi"?

Secondo voi significa che se sei già allo scatto 9 ti riportano indietro (con perdita dello stipendio) e si incomincia tutti da zero, o ciò riguarderà solo le cose da qui in avanti per i neo immessi in ruolo?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 12:23 am

ulisse2000 ha scritto:
però devo farti una tiratina d' orecchie,  hai scopiazzato!

scopiazzato un par de bale, non è colpa mia se in questo pianeta ci sono altri geni che la pensano come me, nnaggia alla filogenesi!
Tornare in alto Andare in basso
silver76



Messaggi : 832
Data d'iscrizione : 25.05.13

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 7:12 am

sconcertato1 ha scritto:
silver76 ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:


ma forse queste sono solo "paranoie", forse davvero silver è un docente che ha una bassissima stima per i docenti , certo non per se stesso, e che ritiene che i docenti debbano essere per questo castigati , sottopagati e privati di diritti che a suo modo di vedere neanche sono diritti...

allora mi scuso con silver per i miei dubbi e  diciamo  semplicemente che il mondo è bello perchè vario...


in mezzo al consueto sciocchezzaio (esondato poi nei post successivi) qua dentro c'è qualche verità.
la mia stima nella categoria docente, già non elevatissima, è scesa in picchiata leggendo e partecipando ai "dibattiti" sulla "riforma" qui sul forum. in tutta onestà fatico a riconoscermi nel tuo/vostro modo di pensare e soprattutto di valutare quel che accade a livello di politiche scolastiche. soprattutto non mi appartiene il tuo modo di argomentare, che nell'essenza si riduce alla ripetizione della frase, ormai da manuale del sindacalismo già vecchio 20 anni fa, "oddio la scuola azienda!", salvo poi accusare chi la pensa diversamente da te di trollare o, peggio, di perseguire scopi addirittura di partito e di non essere un "vero" insegnante. curiosamente però non ti ho sentito obiettare nulla, se non tra le righe e col consueto atteggiamento paternalistico da grande puffo o lider maximo della rivolta (che è lo stesso), quando c'è stato chi ha chiamato i nostri colleghi precari "scansafatiche, pluribocciati, ladri, accattoni", a quelli l'abilitazione e il ruolo non li hai mai contestati.

venendo al merito della questione: se nella tua esperienza di scuola non hai mai incontrato la madre superimpegnata che antepone a qualsiasi impegno lavorativo tutte le esigenze di figli/mariti/genitori (sempre moribondi)/suoceri (idem), normalmente tormentando per mesi l'orarista, il vecchio letargico lettore indefesso di quotidiani in classe, l'insegnante di inglese (o tedesco o spagnolo o francese) che si guarda bene dal pronunciare più di 6 parole in lingua straniera in classe e/o che passa l'intero secondo quadrimestre a sponsorizzare la vacanza studio all'estero di cui è referente e per la quale viene privatamente pagata/o, l'insegnante culona di educazione fisica che passa le ore seduta a tavolino mentre gli studenti corrono attorno al cortile, l'insegnante (?) di religione prenotatore indefesso dell'unica televisione del piano, l'insegnante di latino che ancora sbaglia la differenza fra gerundio e gerundivo, l'insegnante di matematica a cui è obbligatorio levare anno dopo anno le quinte, se si vuole che qualcuno prenda almeno 10/15 nella seconda prova, e se non hai mai pensato con stupore (o peggio) "questo prende il mio stesso stipendio, se non di più", allora, perdonami, mi viene il dubbio che fra me e te quello che le scuole le ha viste solo in cartolina sei tu. io l'ho pensato l'ultima volta stamattina alle 11. se in un domani roseo trionferà la giustizia e non sarò più costretto a pensieri così laceranti, perché, PD o non PD, renzi o non renzi, si sarà cominciato a togliere qualcosa a tutti questi signori per dare a chi lavora sul serio, secondo me la scuola avrà tutto da guadagnare, altro che fine della scuola pubblica.

E quest'essere arrogante e rancoroso ha anche il coraggio di chiedere i nostri soldi dandoci in cambio solo una valanga di accuse, offese ed insulti davvero volgari. Culona sarai tu. Nella scuola non c'e' posto per gente come te. Porta il tuo odio altrove. Cercati un lavoro e cerca di essere finalmente utile alla societa'.

se ti riconosci in una delle categorie che ho elencato allora sei tu che dovresti trovarti un altro posto dove fare danni, non ti suggerisco di cercarti un vero lavoro, perchè lo so che per gente come te è dura, ma sarebbe bello che ti rivolgessi a un ammortizzatore sociale vero e proprio, non alla scuola. dei tuoi soldi non me ne faccio nulla, in ogni caso, sono di buona famiglia e per giunta di ruolo.
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 9:06 am

gian ha scritto:
ulisse2000 ha scritto:
però devo farti una tiratina d' orecchie,  hai scopiazzato!

scopiazzato un par de bale, non è colpa mia se in questo pianeta ci sono altri geni che la pensano come me, nnaggia alla filogenesi!

gian si vede che tu non sei come quei figli di papà che si sentono superiori , tu sei un grande  genio  ;-)

ma a parte le nostre geniali proposte, credete sia possibile che questa riforma non vada in porto o almeno venga trasformata radicalmente?
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 10:50 am

jeppo14 ha scritto:
tatinarm ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
tatinarm ha scritto:
81anna ha scritto:
jeppo14 ha scritto:
Voglio aggiungere un'altra riflessione. In questi ultimi anni chi è stato bistrattato come pezza da piedi siamo proprio noi di ruolo: tanto per ricordare :
1)scatti bloccati da .....non mi ricordo più da quanti anni!!!
2)chi era di ruolo non poteva partecipare all'ultimo concorso (cosa mai accaduta prima!!!) e ancor peggio cosa si organizza.....
3)si organizzano corsi abilitanti speciali per chi non è abilitato ed è precario e si escludono da tali corsi chi è già di ruolo e vorrebe prendere un'altra abilitazione!!! vi pare una cosa normale?? Se sei di ruolo e vuoi un'altra abilitazione devi vincere il concorso nel tfa e poi devi pure fare il tirocinio??? Ma siamo pazzi?? Mentre schiere di pluribocciati ad ogni percorso abilitante e concorso vengono ammessi ai pas senza alcuna selezione in ingresso?? e noi?? poi stai a vedere che io dovrei venire giudicato meritevole o meno da qualcuno di questi????  Altro che uniti!!! Credo sia ora di sentirci ben separati da costoro!!!
giusto!!!!!!!
Jeppo parla di pluribocciati ma è tanto ignorante di legge hahaha
Ignorante chi?? ahahahha ha parlato l'avvocato dei miei stivali!!
di legge e sulla eventuale sentenza della corte di giustizia europea ho già fatto lezione a dei pivelli come te proprio su questo forum quindi prima di dare dell'ignorante a qualcuno informati. Inoltre se tu sei un altro pluribocciato non hai proprio il diritto di dare dell'ignorante a nessuno. La tua ignoranza in materia si evince dal fatto che tu credì che se la corte europea darà ragione a te allora tu sarai immesso automaticamente in ruolo. Qui si dimostra la tua ignoranza e ti ho già spiegato che non avrai alcun ruolo se il posto per te non esiste. Quindi se la renzie_riforma va in porto e tu non sei in gae potrai sperare in posto di ruolo fra almeno 15 20 anni, sempre ammesso che la corte di giustizia europea ti dia ragione. Inoltre credi pure che anche se dessero a te il ruolo tu arrivi fresco fresco e dici a qualcuno vattene da qui perchè il posto e mio?? credi pure che non debba essere tu ad andare dove c'è il posto vacante e magari ci debba andare qualcun'altro?? ahahha ma sei ignorante forte sai!!! Cmq ti consiglio di studiare altro dato che di legge non ci capisci nulla....studia per un eventuale concorso....magari lo superi (credi nei miracoli??)

si lo ripeto lo sei! Per i contenuti di quello che scrivi, una marea di imprecisioni e approssimazioni dalle quali si evince chiaramente che non conosci l'argomento e non hai le basi per comprenderlo, ma anche per come le esprimi le tue opinioni.

Sarai uno di quelli tirati dentro con il concorsone butta dentro altre che 'tu cha hai vinto il concorso'

I soldi te li toglieranno comunque vedrai in un modo o in un altro e se per tanti mi dispiace, mi consolerò sapendo di come ti roderai il fegato

uauauuauauaua i contenuti che scrivo??? hai detto ben i miei sono contenuti i tuoi invece sono ciance di un saccente precario. Io tirato dentro con cosa?? concorsone?? quello al quale ti hanno bocciato???? mi sa che il fegato sei tu che te lo stai già rodendo ....sei un frustrato pluribocciato. Io no ho le basi per comprendere cosa???? uauauauauau mi fai morire dal ridere...vatti a leggere i miei post su tale argomento vai.... anzi meglio di no non sei in grado di capire..... la tua ultima frase mostra la tua frustrazione al limite della malattia mentale..... a me non toglieranno nulla su questo ci puoi scommetere mentre sul tuo posto di ruolo no.

P.S. anche se fossi ignorante come dici tu almeno io ho dimostrato di non esserlo per fare il docente vincendo un concorso..... tu no!!!  (ragazzi adesso gli scoppia il fegato uuauauau)....caio ciao

ridi ridi e poi mangiati il fegato per i tuoi scattini. Poverino come farai circondato da tutti questi colleghi incapaci ed ignoranti, tu che hai vinto il concorsone buttadentro e sei così colto!! mamma mia poverello! L’avrai presa alla Unicu…. la laurea e il concorso l’avrai vinto grazie al cugino sindacalista,  W il campione!!

Non vedo l'ora che li tolgano gli scatti e di farmi una bevuta al tuo fegato gonfio ed al tuo viso giallo Inizio da ora, alla tua salute!
Tornare in alto Andare in basso
insula



Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 30.08.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 12:45 pm

Ma finitela di far polemica.
Parlate di cose serie.
Tornare in alto Andare in basso
corepreciatu



Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 29.12.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 1:06 pm

ma ormai non sarebbe utile chiudere questo topic?

ormai ha perso al sua utilità ed è diventato una serie di insulti/battute sarcastiche fra pochi utenti.

e aggiungerei pure una ammonizione (come minimo) per coloro che non hanno consentito a tutti gli altri di confrontarsi civilmente.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 1:52 pm

ulisse2000 ha scritto:
ma a parte le nostre geniali proposte, credete sia possibile che questa riforma non vada in porto o almeno venga trasformata radicalmente?
Quello che penso l'ho già scritto altre volte e finirei per essere ripetitivo. Allo stato attuale non credo nulla perché non c'è nulla di definito, solo delle linee generali, cosa ben diversa dal definirla riforma, perché dovrà essere delineata nell'impianto legislativo e poi nell'impianto tecnico. E quest'ultima fase si svolgerà in itinere e all'ultimo momento. Mi aspetto perciò una situazione caotica dalla primavera all'estate prossima. Per il resto, trattandosi di una riforma che deve essere ancora scritta, non si può parlare di radicali trasformazioni. Al momento si fanno mille mila ipotesi operative, ma in realtà sono solo meri esercizi di preveggenza perché credo che neppure Renzi o Giannini abbiano bene in testa come intendano concretizzare questa idea di riforma. Hanno preso tempo. Di certo vedo l'intento di inserire dei cambiamenti strutturali che faranno sentire il loro effetto, in termini di spesa corrente, nel medio periodo (i famosi tagli alla progressione per anzianità) e dei cambiamenti strutturali di cui non si sa ancora se porterà benefici o ulteriore caos organizzativo (i famosi organici funzionali e la riformulazione delle competenze dei dirigenti scolastici). A fronte di questi cambiamenti strutturali c'è un impegno una tantum che anticipa di qualche anno una spesa media prevista (a meno che non si preveda per il prossimo futuro di mettere i banchi al posto degli insegnanti), perciò si tratta di un investimento politico che ha un forte significato demagogico (la soluzione definitiva, si fa per dire, del problema del precariato sensu Renzi, l'introduzione della meritocrazia, la "narrazione" di una scuola innovata) che a regime non avrà comportato un sostanziale impegno finanziario, anzi. Si tratta solo di trovare la copertura per l'anticipo finanziario.
Come realizzeranno tutto questo non lo so, so solo che i presupposti lasciano intravvedere un castello di pasticci di cui avremo tempo di lagnarci. In my humble opinion.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 1:56 pm

ulisse2000 ha scritto:
gian si vede che tu non sei come quei figli di papà che si sentono superiori
sono figlio di carabiniere con un nonno prima carbonaio e poi contadino e l'altro nonno capraro. No, decisamente non sono un figlio di papà :-D
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 2:26 pm

tatinarm ha scritto:
Non vedo l'ora che li tolgano gli scatti e di farmi una bevuta al tuo fegato gonfio ed al tuo viso giallo Inizio da ora, alla tua salute!

Insomma, tipo il marito che si taglia il pisello per fare il dispetto alla moglie. Puoi gioire da adesso per la faccenda degli scatti, glieli toglieranno comunque. Puoi piangere da adesso per la faccenda degli scatti, quando scoprirai che dopo 10-15 anni dalla tua immissione in ruolo tirerai probabilmente avanti con lo stesso stipendio, al lordo degli eventuali aumenti contrattuali che, se e quando ci saranno, copriranno a malapena una parte dell'inflazione.

Se poi vuoi fare due più due e ragionare un pochino, prova a considerare il fatto che la "riforma" degli scatti stipendiali è una misura finanziaria di lungo periodo che penalizzerà soprattutto le new entry e un po' meno gli anziani-anziani, molto meno. I suoi effetti positivi sul bilancio dello stato inizieranno a farsi sentire in modo sensibile fra 10 anni, con qualche assaggino nei prossimi 5 anni. Misura scontata perché rientra a tutti gli effetti negli interventi strutturali che troika e fmi chiedono in modo insistente. Si tratta solo di trovare lo stock di vaselina necessario per introdurre la misura in modo poco traumatico senza che si urli troppo per il dolore.

E prova a considerare il fatto che l'immissione in ruolo massiva del 2015 richiederà una misura finanziaria di breve periodo che avrà un impatto negativo sul bilancio dello stato. Cosa che allo stato attuale trova un qualche piccolo trascurabile ostacolo nella normativa in materia di spesa pubblica e politica economica. Che sia scontata è tutta da dimostrare, al momento.

Insomma, prima di gioire e sogghignare di consiglierei di trovare le differenze che intercorrono fra te e jeppo e due dei 4 polli che, tenuti per le zampe a testa in giù da Renzo, si beccano e si scannano a vicenda mentre vengono portati verso un futuro radioso.
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 2:36 pm

Gian ma vuoi togliermi il piacere di dar fastidio ad un presuntuoso "vincitore di concorso lui" o anche al "io si che son di ruolo perchè ho VINTO IO IL CONCORSO" ? ma dai si buono lasciami divertire  :)-

Il governo li deve assumere per forza i precari se non lo facesse si farebbero assumere dai giudici. Renzi, che sta facendo scelte quanto meno discutibili che neanche il precedente governo si sentiva di fare anche nel settore privato sta nascondendo un taglio e ulteriore smantellamento della scuola statale camuffandolo da grande concessione. I politici fanno questi giochini solitamente, non ci vuole una grande esperienza per capirlo.
La mia posizione riguardo la proposta di Renzi è di tirargliela in faccia, ma non certo per i motivi espressi da “io si che sono figo e voi dei gran bocciatoni”.


Ultima modifica di tatinarm il Mer Set 24, 2014 3:04 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25633
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 2:41 pm

gian ha scritto:
tatinarm ha scritto:
Non vedo l'ora che li tolgano gli scatti e di farmi una bevuta al tuo fegato gonfio ed al tuo viso giallo Inizio da ora, alla tua salute!

Insomma, tipo il marito che si taglia il pisello per fare il dispetto alla moglie. Puoi gioire da adesso per la faccenda degli scatti, glieli toglieranno comunque. Puoi piangere da adesso per la faccenda degli scatti, quando scoprirai che dopo 10-15 anni dalla tua immissione in ruolo tirerai probabilmente avanti con lo stesso stipendio, al lordo degli eventuali aumenti contrattuali che, se e quando ci saranno, copriranno a malapena una parte dell'inflazione.

Se poi vuoi fare due più due e ragionare un pochino, prova a considerare il fatto che la "riforma" degli scatti stipendiali è una misura finanziaria di lungo periodo che penalizzerà soprattutto le new entry e un po' meno gli anziani-anziani, molto meno. I suoi effetti positivi sul bilancio dello stato inizieranno a farsi sentire in modo sensibile fra 10 anni, con qualche assaggino nei prossimi 5 anni. Misura scontata perché rientra a tutti gli effetti negli interventi strutturali che troika e fmi chiedono in modo insistente. Si tratta solo di trovare lo stock di vaselina necessario per introdurre la misura in modo poco traumatico senza che si urli troppo per il dolore.

E prova a considerare il fatto che l'immissione in ruolo massiva del 2015 richiederà una misura finanziaria di breve periodo che avrà un impatto negativo sul bilancio dello stato. Cosa che allo stato attuale trova un qualche piccolo trascurabile ostacolo nella normativa in materia di spesa pubblica e politica economica. Che sia scontata è tutta da dimostrare, al momento.

Insomma, prima di gioire e sogghignare di consiglierei di trovare le differenze che intercorrono fra te e jeppo e due dei 4 polli che, tenuti per le zampe a testa in giù da Renzo, si beccano e si scannano a vicenda mentre vengono portati verso un futuro radioso.


In realtà, non so per quale oscuro calcolo, l'aumento di assunzioni nella PA ha impatto positivo sul deficit PIL. E per il 2015 l'impegno sarebbe solo di 900 milioni, ai quali vanno sottratti tutti i costi collaterali risparmiati.
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:00 pm

in ogni caso è da tenere in considerazione anche la spesa di difesa, soccombenza e risarcimento per la reiterazione ingiustificata se non si procedesse quantomeno alla stabilizzazione di chi ha oltre 36 mesi di servizio. Altro che scatti, concorsi e finanziaria di correzione poi...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:27 pm

tatinarm ha scritto:
Gian ma vuoi togliermi il piacere di dar fastidio ad un presuntuoso "vincitore di concorso lui" o anche al "io si che son di ruolo perchè ho VINTO IO IL CONCORSO" ? ma dai si buono lasciami divertire  :)-
Oh! per me puoi fare quello che ritieni opportuno, ma da sornione qual sono mi viene in mente quell'aforisma che recita "non discutere con un idiota, chi assiste potrebbe non vedere la differenza".

Citazione :
Il governo li deve assumere per forza i precari se non lo facesse si farebbero assumere dai giudici.
Attenzione a questo concetto. Se un giudice condanna un pinco pallino qualsiasi so' cazzi sua, ma se condanna lo stato c'è il rischio di imbattersi molto probabilmente nella vittoria di pirro. Hai presente la sentenza del TAR che ha condannato come illegittimo il taglio di cattedre di materie d'indirizzo negli istituti tecnici e professionali da parte della riforma gelmini? Sentenza vincolante caduta in piena gestione Letta-Carrozza. Cos'è successo? niente, Letta e Carrozza sono tornati alle loro attività, nel frattempo è subentrato un nuovo governo e intanto il quadro orario definito dalla riforma gelmini continua a restare in vigore, in barba a tutte le sentenze. Magari, quando i giudici si sveglieranno dal loro torpore, Renzi ha già esaurito il suo fuoco di paglia e sarà subentrato un novello superman.
I governi vanno e vengono, le sentenze ne beccano uno in corso, basta fare orecchie da mercante e lasciare la patata bollente al successore. Nel frattempo chi deve essere risarcito fa in tempo a morire d'inedia.

Citazione :
La mia posizione riguardo la proposta di Renzi è di tirargliela in faccia, ma non certo per i motivi espressi da “io si che sono figo e voi dei gran bocciatoni”.
Mah, se uno si atteggia a gran figo dell'oriente la cosa migliore da fare è quello di lasciar disperdere le castronerie nel flusso dei pacchetti che rimbalzano da un router all'altro: è il bello di internet, non c'è neppure bisogno di attraversare la strada per cambiare marciapiede. Se invece lo si vuole affrontare nei panni del gran figo dell'occidente, allora è un altro paio di maniche :-)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:33 pm

gugu ha scritto:
In realtà, non so per quale oscuro calcolo, l'aumento di assunzioni nella PA ha impatto positivo sul deficit PIL. E per il 2015 l'impegno sarebbe solo di 900 milioni, ai quali vanno sottratti tutti i costi collaterali risparmiati.
Si chiamano alchimie contabili. Tremonti era un artista in questo campo. Sono quelle che hanno permesso all'Italia di arrivare all'accumulo dell'attuale debito pubblico.

Ti sei chiesto perché il calcolo ti è oscuro? ;-)
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:45 pm

La questione è diversa, il ricorso sarà al giudice ordinario in funzione del giudice del lavoro non sarà una sentenza TAR. Il giudice ordinerà l'immissione in ruolo e nulla potrà fare il governo contro, sarà eseguita in pochi mesi dopo il dispositivo.

Comprendo la tua opinione ma non resisto proprio quanto leggo certe sparate, mi diverto troppo


Ultima modifica di tatinarm il Mer Set 24, 2014 3:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:45 pm

tatinarm ha scritto:
in ogni caso è da tenere in considerazione anche la spesa di difesa, soccombenza e risarcimento per la reiterazione ingiustificata se non si procedesse quantomeno alla stabilizzazione di chi ha oltre 36 mesi di servizio. Altro che scatti, concorsi e finanziaria di correzione poi...
Problemino:
Scenario 1: uno statista si prefigge l'obiettivo di restare in carica alla guida di un Paese per 25 anni investendo su un consenso basato su risultati reali e inconfutabili. Quello statista sa che deve affrontare un costo che potrà essere rimosso solo a seguito di un intervento strutturale e che la forbice tra costo del mancato intervento e costo dell'intervento è destinata ad aumentare con il trascorrere del tempo. Prima interviene meglio è al fine di incrementare le probabilità di raggiungimento dell'obiettivo di lungo periodo.
Scenario 2: uno statista si prefigge l'obiettivo di restare in carica alla guida di un Paese per un tempo relativamente breve investendo su un consenso temporaneo basato su risultati fittizi o per lo meno edulcorati dalla percezione collettiva di un'immagine. Quello statista sa che sta giocando un bluff destinato a farlo sopravvivere nel breve periodo e ha perciò interesse a temporeggiare e scaricare la forbice fra i due costi al suo successore. Più tardi interviene meglio è al fine di incrementare le probabilità di raggiungimento dell'obiettivo di breve periodo.

Quesito: come si comportano gli statisti dei due scenari prospettati?

Suggerimento: studiare il caso della gestione dei governi Berlusconi-Bossi delle multe relative allo sforamento delle quote latte.
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:53 pm

I tempi per la soluzione giudiziaria non sono lontani.
Molti hanno già depositato citazioni, io stessa ne ho alcune che saranno ricevute in prima udienza nel 2° quarto 2015. Diciamo che mi aspetto dispositivi del Q1/2016, le relative stabilizzazioni entro il 2016.
Senza l'intervento del governo, chi si muovesse in dicembre, data probabile per la sentenza CGUE, attenderebbe tra 1-2 anni la decisione e la stabilizzazione.
Ovviamente sempre che CGUE dia ragione ai precari.
Ma il governo ha comunque un problema perchè stabilizzazione o meno, scatti, mesi estivi e reiterazione dei contratti sono cose oramai consolidate dalla giurisprudenza che rendono il precario comunque pericoloso (risarcimento + costi giudizio).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 3:58 pm

tatinarm ha scritto:
La questione è diversa, il ricorso sarà al giudice ordinario in funzione del giudice del lavoro non sarà una sentenza TAR. Il giudice ordinerà l'immissione in ruolo e nulla potrà fare il governo contro, sarà eseguita in pochi mesi dopo il dispositivo.

Comprendo la tua opinione ma non resisto proprio quanto leggo certe sparate, mi diverto troppo
Secondo te come sarà gestita - sotto l'aspetto finanziario - la gestione di un'immissione in ruolo ordinata dal giudice?
a) estrazione di stipendio da cilindro magico per generazione spontanea
b) storno contabile da stipendio di parlamentare a stipendio di insegnante
c) vendita di un F35 ad uno sceicco
d) emissione supplementare di titoli di stato
e) uscita dall'euro e stampa di carta moneta sovrana
f) aumento del 1% sull'accise del prezzemolo
g) varie ed eventuali

Sui tempi rapidi della magistratura ordinaria non ci conterei molto, sono con l'acqua alla gola più degli insegnanti, con la differenza che loro di un aumento del 1% dell'accise sul prezzemolo se ne sbattono, gli insegnanti no. O pensi che le assunzioni forzate saranno pagate di tasca propria da Renzi o da chi lo sostituirà? Supermatteo ha tutto l'interesse a temporeggiare, in questo è molto più abile di Letta.
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 4:08 pm

i tempi che ti ho dato sono quelli dei tribunali con i quali lavoro, Roma e dintorni, ovvio ci sono differenze tra i molti.
Su cosa farà il Governo poi dipende anche da quanti faranno richiesta di stabilizzazione e le azioni potrebbero essere le più svariate, non ho la palla di vetro non riesco a pronunciarmi su questo, possono essere le più infauste come no...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 4:15 pm

tatinarm ha scritto:
I tempi per la soluzione giudiziaria non sono lontani.
Molti hanno già depositato citazioni, io stessa ne ho alcune che saranno ricevute in prima udienza nel 2° quarto 2015. Diciamo che mi aspetto dispositivi del Q1/2016, le relative stabilizzazioni entro il 2016.
Senza l'intervento del governo, chi si muovesse in dicembre, data probabile per la sentenza CGUE, attenderebbe tra 1-2 anni la decisione e la stabilizzazione.
Ovviamente sempre che CGUE dia ragione ai precari.
Ma il governo ha comunque un problema perchè stabilizzazione o meno, scatti, mesi estivi e reiterazione dei contratti sono cose oramai consolidate dalla giurisprudenza che rendono il precario comunque pericoloso (risarcimento + costi giudizio).
1-2 anni nel bilancio temporale di un presidente del consiglio italiano è equivalente ad un arco temporale geologico. Allo stato attuale le prospettive di durata del governo Renzi variano dai 6 ai 18 mesi e sono strettamente associate all'ingresso in porto di alcuni provvedimenti legislativi, in cui la riforma della scuola ha solo una posizione marginale. In uno scenario del genere può avere un'importanza non trascurabile, ai fini elettorali e di immagine, la scelta di andare avanti con le immissioni in ruolo "promesse" o quella di affidare il tutto ad un iter giudiziario, i cui costi si scaricherebbero molto probabilmente sulla gestione governativa successiva.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 4:21 pm

tatinarm ha scritto:
Su cosa farà il Governo poi dipende anche da quanti faranno richiesta di stabilizzazione e le azioni potrebbero essere le più svariate, non ho la palla di vetro non riesco a pronunciarmi su questo, possono essere le più infauste come no...
E' proprio questo l'aspetto cruciale: i criteri su cui si basano le scelte e la strategia di un Governo sono sempre diversi da quelli definiti dalla singola persona, associata o meno. Neppure io ho la sfera di vetro, però ho imparato a discernere tra le percezioni che hanno un'istituzione politica e un singolo cittadino di fronte ad una pendenza giudiziaria in corso e le relative strategie.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 4:23 pm

PS: sia chiaro che non sto remando contro, sto solo opponendo i dubbi che suole opporre quando si fa l'avvocato del diavolo.
Tornare in alto Andare in basso
tatinarm



Messaggi : 237
Data d'iscrizione : 19.10.12

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 4:36 pm

si ma non seguo la conessione che fai tra gli interessi dei singoli e quella generale. 1-2 anni per chi è in attesa da 10-15 o più ma anche da soli 3-4 non sposta molto
Tornare in alto Andare in basso
ulisse2000



Messaggi : 165
Data d'iscrizione : 03.07.14

MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 4:51 pm

gian che bello leggerti , i tuoi umili genitori ti hanno cresciuto meglio di quanto hanno fatto altri più benestanti generando figli superbi e cinici che non conoscono le difficoltà della vita e quindi non comprendono l' importanza di avere diritti e tutele... finalmente contenuti interessanti ed equilibrati, ti faccio i miei complimenti :-)

cosa pensi a proposito della scelta finale del governo Renzi, ovviamente non hai la sfera di crisatllo ma quale pensi sia più probabile? assunizione di massa dei precari o "temporeggiare" per scaricare la patata bollente al prossimo governo?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?   Mer Set 24, 2014 5:17 pm

ulisse2000 ha scritto:
assunizione di massa dei precari o "temporeggiare" per scaricare la patata bollente al prossimo governo?
A mio parere Renzi non ha alcun interesse a temporeggiare per scaricare la patata bollente al prossimo governo. Tuttavia potrebbe avere grosse difficoltà a realizzare l'intento, difficoltà tecniche e finanziarie. Ma riuscire a immettere in ruolo i 150 mila avrebbe un effetto mediatico equivalente a quello degli 80 euro, se non superiore.
Tornare in alto Andare in basso
 
Conseguenze riforma Renzi. Perdita di stipendio ed instabilità?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 9 di 10Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente
 Argomenti simili
-
» Quegli 80 euro di Renzi
» I veri obiettivi del Governo Renzi
» perdita di sangue al 10 pt
» Nuovi dosaggi ormonali e conseguenze stimolazione!!!
» Perdita rosa :(

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: